• Sono le ore : :  di  lunedì 26 ago, 2019
  • Loading....
Quotidiano online Noi di Calabria
Cosenza sconfitto, è mancata la concretezza
di Francesco Quattrone

Il Cosenza esce battuto dal Veneziani. Boccone amaro per il tecnico Braglia, il quale non ama uscire dalla Coppa Italia troppo presto. Il cambio campo non ha portato bene, una squadra che ha espresso un buon calcio ma alla fine dei conti non è riuscita a finalizzare. E qui scatta la situazione mercato: urge una prima punta vera e propria, ma non solo. Il Cosenza ha bisogno di un'ondata di esperienza in mezzo e in attacco. Nel 4-3-3 scelto da Braglia figurano solo tre degli acquisti: Monaco pilastro difensivo, la fisicità di Kanoute e Pierini, uno dei tre offensivi. Il gioco visto è stato piacevole con prospettive future interessanti, però ha prevalso a lungo andare la stanchezza, troppi meccanismi errati, e soprattutto la poca lucidità lì davanti. Una squadra in totale rodaggio, le idee ci sono ma vanno messe all'opera. Il ds Trinchera sta lavorando costantemente per regalare un bomber di razza tanto desiderato. Al di là di questo c’è di positivo la base in cui inserire tasselli di un certo curriculum. Perdere fa sempre male e soprattutto in questo modo, quando hai creato e non segnato e non si è stati concentrati nei momenti clou. A decidere, infatti, il match una disattenzione che poi ha portato al gol su rigore. Si deve crescere subito e in fretta. Dal mercato si aspetta qualche colpo e durante gli allenamenti ora non sono più accettati gli errori. Una toccata e fuga in Coppa che deve essere la ricarica per l’inizio della stagione.


Top