• Sono le ore : :  di  lunedì 26 ago, 2019
  • Loading....
Quotidiano online Noi di Calabria
Vibo Marina, via Vespucci: ecco la versione del sindaco Maria Limardo
di Redazione .

VIBO VALENTIA – «Tale ordinanza è un atto dovuto e non una decisione d’imperio». Parola di Maria Limardo, sindaco di Vibo Valentia. Il primo cittadino interviene in merito all’ordinanza sindacale del 6 agosto scorso, a seguito della quale l’attuale amministrazione ha deciso di ridurre sensibilmente i parcheggi lungo via Amerigo Vespucci di Vibo Marina, la grande strada che, in buona sostanza, costeggia una parte del litorale comunale largamente frequentato da residenti e turisti. Il sindaco confessa di essere intervenuta per fare chiarezza. Sì, perché la vicenda ha suscitato diverse polemiche nettamente contrarie a quanto deciso da Palazzo Luigi Razza, che, proprio nel bel mezzo dell’estate, ha scelto di adottare la suddetta ordinanza.

«La questione  -  precisa dunque il sindaco - nasce con le determinazioni assunte dal Comitato tecnico regionale, il quale, sulla base dell’analisi tecnica effettuata, ha stabilito che il territorio circostante allo stabilimento della Meridionale Petroli Srl non ha i requisiti della compatibilità per attività di affollamento. Da qui la determinazione del sindaco di convocare immediatamente presso il Comune il legale rappresentante della Meridionale Petroli, al fine di rappresentare la gravità della situazione e chiedere l’assunzione di ogni idoneo provvedimento per contenere il rischio e le curve di danno all’interno del perimetro dei depositi costieri. La società -  aggiunge la Limardo -  opportunamente interpellata dal sindaco, ha assicurato che tali misure protettive e organizzative saranno tempestivamente attuate».

Nelle more dell’attuazione di tali misure, il primo cittadino fa presente che «si è reso necessario procedere alla convocazione di un tavolo in Prefettura, che si è tenuto il 25 luglio scorso, laddove sono state chiamate tutte le autorità istituzionalmente preposte a garantire la pubblica sicurezza e l’incolumità dei cittadini. All’esito di tale riunione è scaturita l’assoluta necessità e urgenza di disciplinare l’uso di via Amerigo Vespucci, al fine  - sottolinea sempre il capo dell’amministrazione - di consentire in caso di emergenza il transito tempestivo dei mezzi di soccorso delle competenti Amministrazioni dello Stato. Pertanto nei giorni successivi, d’intesa con la Capitaneria di Porto si è provveduto a concertare il da farsi».

L’ordinanza in questione «è stata pertanto adottata dal sindaco quale massima autorità comunale di Protezione civile che, nella situazione data - chiude la Limardo - doveva provvedere a regolamentare il parcheggio».


Top