• Sono le ore : :  di  lunedì 26 ago, 2019
  • Loading....
Quotidiano online Noi di Calabria
Vibo, strada provinciale per Triparni sommersa dai rifiuti
di Maria Laura Barbuto

VIBO VALENTIA – A dare il “benvenuti a Vibo Valentia”  proprio all’ingresso della città, lungo la strada provinciale per Triparni, ci pensano  gomme di auto abbandonate, sacchi neri lasciati lungo il tratto indicato  nonostante l’ordinanza con la quale ne è stato espressamente vietato l’uso, e tanta, tanta plastica. Una fotografia quella di Vibo che immortala una situazione ben diversa rispetto a quella che, in  particolare sui social, viene raccontata dai post pubblicati da rappresentanti dell’amministrazione comunale. La pulizia ordinaria che, anche a seguito di anni e anni in cui la città sprofondava sommersa dai rifiuti, è diventata “straordinaria”, probabilmente, non è proprio così ben riuscita, o meglio, forse non risulta proprio uguale a quella pubblicizzata dagli annunci. Ed infatti, per quanto sia apprezzabile il tentativo di decoro urbano, purtroppo – ad oggi – l’obiettivo è solo parzialmente raggiunto. Di “pulizia”, così propriamente detta, ce n’è poca a meno che per “pulizia” non si intenda il taglio dell’erba che, chiaramente, era necessario ed a seguito del quale è certamente migliorata la visibilità e, quindi, la sicurezza al volante.
Se da un lato, si tende ad esaltare un lavoro eccellente per il quale bisogna riconoscere un impegno oggettivo dell’amministrazione,  è altrettanto vero che, dall’altro, l’ingresso di Vibo Valentia è rimasto una discarica, tanto quasi da far rimpiangere le erbe alte e la scarsa visibilità. 
In più, sono numerose le segnalazioni dei cittadini che, ogni giorno, lamentano ritardi e disorganizzazione nel ritiro della differenziata, con conseguente accumulo dei rifiuti fuori dalle porte e dai cancelli delle abitazioni. Per non parlare poi degli ingombranti che rimangono ingombranti non solo nelle dimensioni ma anche perché lasciati in strada ad attendere un mezzo che – a detta di tanti fruitori del servizio - registra ritardi ingiustificabili perché  «è fin troppo spesso in riparazione». In realtà, l’obiettivo apertamente dichiarato dall’amministrazione comunale è quello di incrementare la differenziata anche per ottenere un notevole risparmio per le casse dell’ente e, per quanto virtuoso, probabilmente ancora ci sarà da lavorare tanto. Se a questo, poi, si aggiungono anche i cittadini che – pur di liberarsi della propria spazzatura – la abbandonano dove capita, allora sarà ancora più difficile garantire la pulizia.
Nel frattempo, sempre sui social, è stato segnalato che la Dusty, nella programmazione del calendario, si è perfettamente ricordata che il 15 agosto sarà festivo e, quindi, non disporrà il ritiro dei rifiuti. Ma il problema è che il  prossimo ritiro dell’organico, dopo quello  effettuato ieri, 12 agosto, è previsto per sabato 17 agosto. Insomma, la realtà dei fatti non è sempre congruente con gli obiettivi che ci si propone di raggiungere e  non vorremmo che, della differenziata, incrementasse solo l’indifferenziato. 
 


Top