Calzedonia Vr-Tonno Callipo Vv 3-1

(22-25, 25-21, 28-26, 31-29)

 

Verona: Kluth, Marretta, Birarelli 1, Asparuhov 19, Boyer 25, Franciskovic ne, Solé 8, Cester 4, Spirito 1, Muagututia 17, Donati (L2), Bonami (L), Chavers ne, Zanotti ne. All. Stoytchev

Vibo Valentia: Mengozzi 8, Marsili ne, Aboubacar 29, Vitelli 1, Ngapeth 4, Carle 11, Chinenyeze 12, Rizzo (L), Sardanelli (L2), Baranowicz 1, Pierotti ne, Hirsh, Defalco 7. All. Cichello

Arbitri: Gnani e Pozzato

Spettatori: 2750

 

Quasi due ore e mezza di gioco sono servite per avere la meglio della Calzedonia Verona su un’ottima Tonno Callipo. Partita molto equilibrata, con i vibonesi che hanno sprecato diverse chances se non di vincere la partita, quantomeno di arrivare al tie break che era ampiamente alla portata. Non è bastato ai giallorossi un ottimo Aboubacar, che ha chiuso con 29 punti, 54% in attacco, 3 muri a 4 ace, perché nei momenti chiave tutta la Tonno Callipo è mancata di lucidità e cinismo, difettando soprattutto in ricezione, dove la squadra ha chiuso con il 45% di positiva e solo il 7% di perfetta.

Partita che comincia sulla parità, con le due squadre che rispondono punto su punto. Il primo break è di Vibo (11-9) grazie all’attacco out di Asparuhov e Aboubacar allunga con un ace (14-11), costringendo Stoytchev a chiamare time out. Al rientro in campo, l’opposto vibonese mette dentro altri 2 ace consecutivi e serve un attacco di Muagututia per fermare Vibo. Dentro Vitelli al servizio per Mengozzi e il centrale assolve il suo compito con un ace (19-13) e Stoytchev deve ricorrere al suo secondo e ultimo time out. Vibo subisce un calo finale, ma riesce ad aggiudicarsi comunque il primo set 25-22 con un attacco di Carle, dopo aver sprecato 5 palle set.

Nel seconde set parte meglio la squadra di casa (3-1) con un muro di Solè su Defalco, ma i vibonesi impattano subito (4-4) con un ace di Chinenyeze e poi lo stesso centrale francese con un muro consegna il doppio vantaggio alla sua squadra (9-7). Un errore in attacco di Aboubacar rimette il punteggio in parità (14-14) ma Verona con calma conquista il doppio vantaggio (19-17) con attacco di Muagututia e Cichello chiama time-out. È un crescendo degli scaligeri, che conquistano il set con un attacco di Asparuhov.

Terzo set sulla falsa riga dei due precedenti, con le squadre che viaggiano sulla parità. Sul 9-8 per Verona, cambio tra le fila di Vibo, con Ngapeth in campo per Defalco. Nel punto a punto per oltre metà set, il primo strappo lo fa la squadra di casa con un attacco di Muagututia (17-15) e per Vibo arriva il time-out. Un altro break consente a Verona di portarsi a +3 (22-19), ma i giallorossi non demordono e pareggiano con un mani out di Aboubacar (23-23). Ai vantaggi sono i gialloblu a spuntarla con un muro di Muagututia su Carle.

Nel quarto set subito in campo Ngapeth per Defalco. Vibo parte meglio e conquista il doppio vantaggio (6-4), aumentandolo di una lunghezza (15-12) con un errore in pipe di Maugututia e conseguente time out chiamato da Stoytchev. È un time out che rivitalizza Verona che pareggia 15-15 con un altro errore in pipe, ma questa volta di Ngapeth e quindi è Cichello a fermare il gioco. Dentro Birarelli per Cester, ace di Asparuhov, sorpasso Verona (18-17) e dentro di nuovo Defalco, ma questa volta per Carle.

Invasione aerea di Baranowicz e la squadra di casa si porta sul 23-21. Contrattacco di Aboubacar (24-24) ma ai vantaggi è ancora la squadra di casa ad avere la meglio grazie ad un muro di Asparuhov sull’opposto vibonese.

 

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5137 (24) { ["ID"]=> int(54721) ["post_author"]=> string(2) "10" ["post_date"]=> string(19) "2020-02-08 18:20:14" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2020-02-08 17:20:14" ["post_content"]=> string(3604) "Calzedonia Vr-Tonno Callipo Vv 3-1 (22-25, 25-21, 28-26, 31-29)   Verona: Kluth, Marretta, Birarelli 1, Asparuhov 19, Boyer 25, Franciskovic ne, Solé 8, Cester 4, Spirito 1, Muagututia 17, Donati (L2), Bonami (L), Chavers ne, Zanotti ne. All. Stoytchev Vibo Valentia: Mengozzi 8, Marsili ne, Aboubacar 29, Vitelli 1, Ngapeth 4, Carle 11, Chinenyeze 12, Rizzo (L), Sardanelli (L2), Baranowicz 1, Pierotti ne, Hirsh, Defalco 7. All. Cichello Arbitri: Gnani e Pozzato Spettatori: 2750   Quasi due ore e mezza di gioco sono servite per avere la meglio della Calzedonia Verona su un’ottima Tonno Callipo. Partita molto equilibrata, con i vibonesi che hanno sprecato diverse chances se non di vincere la partita, quantomeno di arrivare al tie break che era ampiamente alla portata. Non è bastato ai giallorossi un ottimo Aboubacar, che ha chiuso con 29 punti, 54% in attacco, 3 muri a 4 ace, perché nei momenti chiave tutta la Tonno Callipo è mancata di lucidità e cinismo, difettando soprattutto in ricezione, dove la squadra ha chiuso con il 45% di positiva e solo il 7% di perfetta. Partita che comincia sulla parità, con le due squadre che rispondono punto su punto. Il primo break è di Vibo (11-9) grazie all’attacco out di Asparuhov e Aboubacar allunga con un ace (14-11), costringendo Stoytchev a chiamare time out. Al rientro in campo, l’opposto vibonese mette dentro altri 2 ace consecutivi e serve un attacco di Muagututia per fermare Vibo. Dentro Vitelli al servizio per Mengozzi e il centrale assolve il suo compito con un ace (19-13) e Stoytchev deve ricorrere al suo secondo e ultimo time out. Vibo subisce un calo finale, ma riesce ad aggiudicarsi comunque il primo set 25-22 con un attacco di Carle, dopo aver sprecato 5 palle set. Nel seconde set parte meglio la squadra di casa (3-1) con un muro di Solè su Defalco, ma i vibonesi impattano subito (4-4) con un ace di Chinenyeze e poi lo stesso centrale francese con un muro consegna il doppio vantaggio alla sua squadra (9-7). Un errore in attacco di Aboubacar rimette il punteggio in parità (14-14) ma Verona con calma conquista il doppio vantaggio (19-17) con attacco di Muagututia e Cichello chiama time-out. È un crescendo degli scaligeri, che conquistano il set con un attacco di Asparuhov. Terzo set sulla falsa riga dei due precedenti, con le squadre che viaggiano sulla parità. Sul 9-8 per Verona, cambio tra le fila di Vibo, con Ngapeth in campo per Defalco. Nel punto a punto per oltre metà set, il primo strappo lo fa la squadra di casa con un attacco di Muagututia (17-15) e per Vibo arriva il time-out. Un altro break consente a Verona di portarsi a +3 (22-19), ma i giallorossi non demordono e pareggiano con un mani out di Aboubacar (23-23). Ai vantaggi sono i gialloblu a spuntarla con un muro di Muagututia su Carle. Nel quarto set subito in campo Ngapeth per Defalco. Vibo parte meglio e conquista il doppio vantaggio (6-4), aumentandolo di una lunghezza (15-12) con un errore in pipe di Maugututia e conseguente time out chiamato da Stoytchev. È un time out che rivitalizza Verona che pareggia 15-15 con un altro errore in pipe, ma questa volta di Ngapeth e quindi è Cichello a fermare il gioco. Dentro Birarelli per Cester, ace di Asparuhov, sorpasso Verona (18-17) e dentro di nuovo Defalco, ma questa volta per Carle. Invasione aerea di Baranowicz e la squadra di casa si porta sul 23-21. Contrattacco di Aboubacar (24-24) ma ai vantaggi è ancora la squadra di casa ad avere la meglio grazie ad un muro di Asparuhov sull’opposto vibonese.  " ["post_title"]=> string(71) "Buona partita della Tonno Callipo a Verona, ma niente punti conquistati" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(70) "buona-partita-della-tonno-callipo-a-verona-ma-niente-punti-conquistati" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2020-02-08 18:20:14" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2020-02-08 17:20:14" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=54721" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }