È la settimana della sfida tra le due grandi deluse del campionato: Catanzaro-Catania, 7ª e 10ª in classifica, si affrontano in un incontro che non può mai essere come gli altri. Lo dice il bacino delle due tifoserie, piazze da categoria superiore che sentono moltissimo la gara; lo dice la possibilità per i giocatori di riavvicinare i supporters con una vittoria che simbolicamente rappresenterebbe un punto di ripartenza per cambiare registro ad una stagione nata storta.
Il Catania, partito come ogni anno con i favori del pronostico, è reduce dal primo successo dopo il cambio allenatore e deve ancora recuperare una partita contro la Paganese l’11 dicembre. Gli uomini di Lucarelli, nel pomeriggio di ieri in quel di Torre del Grifo, hanno disputato un test infrasettimanale contro la formazione del Carlentini. Il match – che si è concluso sul risultato di 5-2 per i rossoazzurri – ha visto un Di Piazza sugli scudi, autore di una doppietta.
Il Catanzaro, prima delle non promosse del girone C della scorsa stagione, aveva mantenuto gran parte dell’ossatura che era andata vicina alla promozione. Fra i giocatori della rosa che avevano deciso di cambiare destinazione c’era l’estremo difensore Jacopo Furlan, uno dei più positivi la scorsa stagione, passato in estate proprio agli etnei. Se la porta dei giallorossi con Raffaele Di Gennaro appare blindata, per l’incontro con i rossoazzurri si proveranno a recuperare in extremis Bianchimano e De Risio, ma la decisione di Grassadonia sarà svelata solo all’ultimo, sia per non correre rischi che possano inficiare ulteriormente la stagione dei due giocatori, sia per non dare vantaggi agli avversari.
Non a caso, proseguono a porte chiuse gli allenamenti dei giallorossi, impegnati nell’assimilazione del nuovo modulo (il 3-5-2) e nel perfezionamento dei meccanismi difensivi e delle manovre offensive.
Nel frattempo, si sono svolti i sorteggi per stabilire chi nelle sfide valide per gli ottavi di finale di Coppa Italia Lega Pro disputerà in casa il match di mercoledì 27 novembre. Anche in questa competizione, come nella Tim Cup, in cui Catanzaro e Casertana hanno debuttato affrontandosi in questa stagione, sarà il “Nicola Ceravolo” ad ospitare l’incontro. Tra le due squadre, questo sarà il terzo incontro in questa annata (finora un pari con successiva vittoria dei giallorossi ai supplementari ed una vittoria della Casertana).

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5128 (24) { ["ID"]=> int(46287) ["post_author"]=> string(1) "9" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-15 10:06:24" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-15 09:06:24" ["post_content"]=> string(2432) "È la settimana della sfida tra le due grandi deluse del campionato: Catanzaro-Catania, 7ª e 10ª in classifica, si affrontano in un incontro che non può mai essere come gli altri. Lo dice il bacino delle due tifoserie, piazze da categoria superiore che sentono moltissimo la gara; lo dice la possibilità per i giocatori di riavvicinare i supporters con una vittoria che simbolicamente rappresenterebbe un punto di ripartenza per cambiare registro ad una stagione nata storta. Il Catania, partito come ogni anno con i favori del pronostico, è reduce dal primo successo dopo il cambio allenatore e deve ancora recuperare una partita contro la Paganese l’11 dicembre. Gli uomini di Lucarelli, nel pomeriggio di ieri in quel di Torre del Grifo, hanno disputato un test infrasettimanale contro la formazione del Carlentini. Il match - che si è concluso sul risultato di 5-2 per i rossoazzurri - ha visto un Di Piazza sugli scudi, autore di una doppietta. Il Catanzaro, prima delle non promosse del girone C della scorsa stagione, aveva mantenuto gran parte dell’ossatura che era andata vicina alla promozione. Fra i giocatori della rosa che avevano deciso di cambiare destinazione c’era l’estremo difensore Jacopo Furlan, uno dei più positivi la scorsa stagione, passato in estate proprio agli etnei. Se la porta dei giallorossi con Raffaele Di Gennaro appare blindata, per l’incontro con i rossoazzurri si proveranno a recuperare in extremis Bianchimano e De Risio, ma la decisione di Grassadonia sarà svelata solo all’ultimo, sia per non correre rischi che possano inficiare ulteriormente la stagione dei due giocatori, sia per non dare vantaggi agli avversari. Non a caso, proseguono a porte chiuse gli allenamenti dei giallorossi, impegnati nell’assimilazione del nuovo modulo (il 3-5-2) e nel perfezionamento dei meccanismi difensivi e delle manovre offensive. Nel frattempo, si sono svolti i sorteggi per stabilire chi nelle sfide valide per gli ottavi di finale di Coppa Italia Lega Pro disputerà in casa il match di mercoledì 27 novembre. Anche in questa competizione, come nella Tim Cup, in cui Catanzaro e Casertana hanno debuttato affrontandosi in questa stagione, sarà il “Nicola Ceravolo” ad ospitare l’incontro. Tra le due squadre, questo sarà il terzo incontro in questa annata (finora un pari con successiva vittoria dei giallorossi ai supplementari ed una vittoria della Casertana). " ["post_title"]=> string(62) "Catanzaro, contro il Catania un match che vale più di 3 punti" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(60) "catanzaro-contro-il-catania-un-match-che-vale-piu-di-3-punti" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-15 10:06:24" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-15 09:06:24" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=46287" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }