“Un padre spirituale instancabile, impegnato verso quelle persone che la società definisce marginali”. Questo è uno dei tanti ricordi lasciati da monsignor Ignazio Schinella, scomparso il 2 novembre 2017 in un incidente stradale ad Arena (sua città natale, nel Vibonese), lasciando un grande vuoto in tutti quelli che lo hanno conosciuto. Già rettore del Pontificio Seminario Teologico San Pio X e insegnante del seminario teologico di San Pio X, nonché docente dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, la figura del religioso – molto conosciuta in Calabria – verrà ricordata il prossimo martedì 5 novembre nel corso della celebrazione – introdotta e coordinata da Demetrio Guzzardi, presidente dell’istituto culturale Universitas Vivariensis di Cosenza – che si terrà nel pomeriggio nell’Aula Magna dell’Istituto teologico del capoluogo, durante la quale sarà intitolata in suo onore una delle aule in cui don Ignazio ha insegnato per molti anni ai seminaristi provenienti da tutta la sua amata terra. Il taglio del nastro e la benedizione spetterà a monsignor Vincenzo Bertolone arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace e presidente della Conferenza episcopale calabra. Un grato ricordo dalla chiesa Calabrese, a due anni dalla scomparsa del religioso, la cui vita e l’operato sono sempre stati improntati alla carità cristiana e la sua “autorità non era dipesa dal ruolo, ma dalla credibilità della sua vita, dalla quale emergeva la coerenza di un credente che con passione, amore, gioia e fedeltà ricercava in ogni evento la verità per sé e per coloro che incontrava”, come molti ricordano.
La cerimonia vedrà i saluti di don Vincenzo Rocco Scaturchio (rettore del Pontificio Seminario teologico regionale “San Pio X”), di don Gaetano Currà (direttore dell’Istituto teologico calabro “San Pio X”), oltre alla testimonianza di monsignor Luigi Renzo (vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea); mentre la presentazione di alcuni testi con saggi introduttivi di Schinella, verranno illustrati da don Ennio Stamile, don Gianfranco Belsito, don Enzo Chiodo, don Salvatore Belsito e dall’assessore comunale al personale, Danilo Russo. Nei locali della biblioteca dell’Istituto Teologico, invece, sarà inaugurata la mostra bibliografica a cura di Maria Giacobbe, sui volumi e gli articoli pubblicati dall’eccelso sacerdote, tra i quali: “Con cuore grato a Benedetto XVI. Lettura ecclesiale dell’atto di rinuncia al pontificato”; “La «madre di Gesù». Madre del «discepolo amato». Maria madre nello spirito del sacerdozio di Cristo e dei cristiani”; “L’ eucaristia e il rosario. Contemplazione eucaristica dei misteri della gioia”.
Catanzarese di adozione, don Ignazio, in tanti anni di sacerdozio, è stato apprezzato anche al di fuori del panorama cristiano della nostra città e della nostra regione, come insegnante del seminario teologico di San Pio X, in veste di docente dell’Università “Magna Graecia”, e in quelle di instancabile padre spirituale pronto ad ascoltare chi vive ai margini della società, oltre ad essere stato attento alle esigenze dei più deboli“Un padre, uomo di fede che ha speso tutta la vita nella ricerca appassionata e costante dell’amore di Dio”.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(44060) ["post_author"]=> string(2) "18" ["post_date"]=> string(19) "2019-10-29 08:35:08" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-10-29 07:35:08" ["post_content"]=> string(3271) "“Un padre spirituale instancabile, impegnato verso quelle persone che la società definisce marginali”. Questo è uno dei tanti ricordi lasciati da monsignor Ignazio Schinella, scomparso il 2 novembre 2017 in un incidente stradale ad Arena (sua città natale, nel Vibonese), lasciando un grande vuoto in tutti quelli che lo hanno conosciuto. Già rettore del Pontificio Seminario Teologico San Pio X e insegnante del seminario teologico di San Pio X, nonché docente dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, la figura del religioso - molto conosciuta in Calabria - verrà ricordata il prossimo martedì 5 novembre nel corso della celebrazione - introdotta e coordinata da Demetrio Guzzardi, presidente dell’istituto culturale Universitas Vivariensis di Cosenza - che si terrà nel pomeriggio nell’Aula Magna dell’Istituto teologico del capoluogo, durante la quale sarà intitolata in suo onore una delle aule in cui don Ignazio ha insegnato per molti anni ai seminaristi provenienti da tutta la sua amata terra. Il taglio del nastro e la benedizione spetterà a monsignor Vincenzo Bertolone arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace e presidente della Conferenza episcopale calabra. Un grato ricordo dalla chiesa Calabrese, a due anni dalla scomparsa del religioso, la cui vita e l’operato sono sempre stati improntati alla carità cristiana e la sua “autorità non era dipesa dal ruolo, ma dalla credibilità della sua vita, dalla quale emergeva la coerenza di un credente che con passione, amore, gioia e fedeltà ricercava in ogni evento la verità per sé e per coloro che incontrava”, come molti ricordano. La cerimonia vedrà i saluti di don Vincenzo Rocco Scaturchio (rettore del Pontificio Seminario teologico regionale “San Pio X”), di don Gaetano Currà (direttore dell’Istituto teologico calabro “San Pio X”), oltre alla testimonianza di monsignor Luigi Renzo (vescovo di Mileto-Nicotera-Tropea); mentre la presentazione di alcuni testi con saggi introduttivi di Schinella, verranno illustrati da don Ennio Stamile, don Gianfranco Belsito, don Enzo Chiodo, don Salvatore Belsito e dall’assessore comunale al personale, Danilo Russo. Nei locali della biblioteca dell’Istituto Teologico, invece, sarà inaugurata la mostra bibliografica a cura di Maria Giacobbe, sui volumi e gli articoli pubblicati dall’eccelso sacerdote, tra i quali: “Con cuore grato a Benedetto XVI. Lettura ecclesiale dell’atto di rinuncia al pontificato”; “La «madre di Gesù». Madre del «discepolo amato». Maria madre nello spirito del sacerdozio di Cristo e dei cristiani”; “L' eucaristia e il rosario. Contemplazione eucaristica dei misteri della gioia”. Catanzarese di adozione, don Ignazio, in tanti anni di sacerdozio, è stato apprezzato anche al di fuori del panorama cristiano della nostra città e della nostra regione, come insegnante del seminario teologico di San Pio X, in veste di docente dell’Università “Magna Graecia”, e in quelle di instancabile padre spirituale pronto ad ascoltare chi vive ai margini della società, oltre ad essere stato attento alle esigenze dei più deboli“Un padre, uomo di fede che ha speso tutta la vita nella ricerca appassionata e costante dell’amore di Dio”. " ["post_title"]=> string(59) "Catanzaro - La Chiesa calabrese ricorda Monsignor Schinella" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(57) "catanzaro-la-chiesa-calabrese-ricorda-monsignor-schinella" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-10-29 07:14:35" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-10-29 06:14:35" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=44060" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }