“L’irresponsabilità del vicepresidente del Codacons, Francesco Di Lieto, mi lascia ogni volta esterrefatto. Ultimo in ordine di tempo il suo intervento sulla situazione di una tomba nel cimitero di Gagliano. Pensavo che gli interventi predisposti sulla base del protocollo che regolamenta casi del genere, e che io stesso avevo annunciato all’inizio della settimana dopo aver seguito in prima persona la vicenda, potessero stoppare qualsiasi polemica. Invece, nonostante la spiegazione del procedimento avviato e completato nel giro di 48 ore, insieme ad Asp, Medicina legale, familiari del defunto e ditta incaricata, ho dovuto prendere atto dell’ennesima uscita strumentale di Di Lieto. Il quale, mi sembra evidente, abbia ormai abdicato a qualsiasi funzione propria del suo ruolo di vicepresidente del Codacons, preferendosi lanciare in una campagna tutta politica contro il Comune. Altro che difesa dei consumatori, quello di Di Lieto è un attacco generalizzato dal chiaro sapore elettorale: non vorrà per caso candidarsi alle prossime elezioni?   

Quanto alla vicenda del cimitero di Gagliano, ribadisco una volta per tutte che il Comune, insieme all’Asp e alla ditta incaricata, è intervenuto per eliminare il problema del cattivo odore e dei liquami perduti da una tomba. L’area era già stata ripulita, stamattina si è proceduto con l’estumulazione della salma alla presenza dei familiari del defunto e di un medico legale incaricato dall’Asp, così come prevede la legge. Subito dopo è stata completata la bonifica del loculo e dell’area circostante. Per ciò che riguarda le erbacce e sterpaglie che, sostiene Di Lieto, faccio fatica a capire a cosa si riferisca, considerato che le operazioni di diserbo e decespugliamento sono in fase di ultimazione. 

Sull’anomalo comportamento di Di Lieto – ha concluso Longo -, interesserò direttamente il presidente nazionale Carlo Rienzi, allegando un’ampia documentazione di tutte le sparate sconclusionate di cui lo stesso Di Lieto si è reso protagonista negli ultimi anni”. 

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5112 (24) { ["ID"]=> int(44338) ["post_author"]=> string(1) "4" ["post_date"]=> string(19) "2019-10-30 17:56:59" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-10-30 16:56:59" ["post_content"]=> string(2200) "“L’irresponsabilità del vicepresidente del Codacons, Francesco Di Lieto, mi lascia ogni volta esterrefatto. Ultimo in ordine di tempo il suo intervento sulla situazione di una tomba nel cimitero di Gagliano. Pensavo che gli interventi predisposti sulla base del protocollo che regolamenta casi del genere, e che io stesso avevo annunciato all’inizio della settimana dopo aver seguito in prima persona la vicenda, potessero stoppare qualsiasi polemica. Invece, nonostante la spiegazione del procedimento avviato e completato nel giro di 48 ore, insieme ad Asp, Medicina legale, familiari del defunto e ditta incaricata, ho dovuto prendere atto dell’ennesima uscita strumentale di Di Lieto. Il quale, mi sembra evidente, abbia ormai abdicato a qualsiasi funzione propria del suo ruolo di vicepresidente del Codacons, preferendosi lanciare in una campagna tutta politica contro il Comune. Altro che difesa dei consumatori, quello di Di Lieto è un attacco generalizzato dal chiaro sapore elettorale: non vorrà per caso candidarsi alle prossime elezioni?    Quanto alla vicenda del cimitero di Gagliano, ribadisco una volta per tutte che il Comune, insieme all’Asp e alla ditta incaricata, è intervenuto per eliminare il problema del cattivo odore e dei liquami perduti da una tomba. L’area era già stata ripulita, stamattina si è proceduto con l’estumulazione della salma alla presenza dei familiari del defunto e di un medico legale incaricato dall’Asp, così come prevede la legge. Subito dopo è stata completata la bonifica del loculo e dell’area circostante. Per ciò che riguarda le erbacce e sterpaglie che, sostiene Di Lieto, faccio fatica a capire a cosa si riferisca, considerato che le operazioni di diserbo e decespugliamento sono in fase di ultimazione.  Sull’anomalo comportamento di Di Lieto – ha concluso Longo -, interesserò direttamente il presidente nazionale Carlo Rienzi, allegando un’ampia documentazione di tutte le sparate sconclusionate di cui lo stesso Di Lieto si è reso protagonista negli ultimi anni”. " ["post_title"]=> string(77) "CIMITERO GAGLIANO (CZ) L’ASSESSORE LONGO HA REPLICATO A DI LIETO (CODACONS)" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(70) "cimitero-gagliano-cz-lassessore-longo-ha-replicato-a-di-lieto-codacons" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-10-30 16:57:58" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-10-30 15:57:58" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=44338" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }