E’ stato un gesto di grande sensibilità quello dei dipendenti dell’Atam che stamattina, nel corso di una breve cerimonia svoltasi nella sala conferenze del Terminal Bus di Largo Botteghelle, alla presenza del sindaco Giuseppe Falcomatà, hanno donato una somma, oltre tremila e 500 euro a favore dell’Hospice, direttamente nelle mani del dottore Vincenzo Trapani Lombardo, Presidente della Fondazione “Hospice Via delle Stelle”.
L’iniziativa era stata avviata lo scorso 16 settembre con il concerto organizzato da Atam, in collaborazione con l’Accademia del Tempo Libero, in occasione delle manifestazioni civili delle festività Mariane, e conclusasi in questi giorni con la racconta volontaria di fondi da parte degli stessi dipendenti. Alla somma donata dai dipendenti dell’Atam si aggiunge quella donata dall’Accademia del Tempo Libero, presente alla cerimonia il presidente Pietro Morabito, che ammonta a cinquecento euro. “E’ una bellissima cosa che l’Atam si sia spesa a favore di questa nobile causa – ha tra l’altro affermato il primo cittadino – ma il problema è di tipo strutturale, e per questo motivo serve un intervento che consenta all’Hospice di non patire più situazioni di questo tipo”.
Intanto per domani alle ore 10 è prevista, nel piazzale antistante l’Hospice in via delle Stelle, S.Sperato, “una simbolica catena umana atta a proteggerla dall’avidità e dal malaffare imperante nella sanità – dichiara Nuccio Azzarà, segretario generale della Uil e promotore dell’iniziativa –occorre che l’Hospice diventi la vertenza dell’intera città. Dopo aver ricevuto tanto da questa struttura, siamo chiamati ad un atto di riconoscenza facendo scudo con una catena umana simbolica”.
L’invito di Nuccio Azzarà è rivolto anche all’Arcivescovo, alla deputazione nazionale, al Presidente del Consiglio Regionale, al Sindaco della città, ai Consiglieri regionali, comunali e della città Metropolitana, al Presidente del Consiglio Regionale, ai parenti dei degenti, le associazioni, i sindacati, i movimenti, i giovani e le donne, gli studenti i cittadini. “Ritengo indispensabile – rimarca il sindacalista della Uil – che le migliori energie, applicate in tutti i settori della società civile, debbano convergere in un unico grande sforzo proteso nella difesa spasmodica di quel poco che ancora funziona e rimane a servizio dei cittadini. Questo è proprio il caso emblematico della Struttura sanitaria dell’Hospice di Via delle Stelle che con i suoi 10 posti letto, ed i 30 accessi di assistenza domiciliare in 13 anni di attività ha esplicitato un invidiabile score di migliaia di pazienti trattati (più di 3000), curati ed assistiti senza mai fare registrare un solo episodio di mala-sanità. L’alto livello di prestazioni erogate nel campo delle delicate cure palliative vengono, plasticamente certificate ed attestate quotidianamente dai pazienti e dai loro parenti che fanno spontaneamente registrare la loro fattiva solidarietà all’Hospice, garantendo l’acquisto di farmaci, presidi sanitari e derrate alimentari”.
“Mentre si consente il rinnovo di prestazioni a ditte che sono state dichiarate interdette dalla locale Prefettura – conclude il segretario generale della Uil – il perdurare dell’attività sanitarie non accreditate o in carenza di convenzione, si fa la voce grossa con l’Hospice corrispondendole solo una mensilità delle dodici dovute abbandonando nell’incertezza 54 dipendenti e centinaia di pazienti oncologici. La pratica di non rinnovare il contratto all’Hospice adducendo, contradditori, illegittimi, sterili e risibili motivazioni, nel mentre si continua a “pretendere” l’erogazione delle preziose ed insostituibili prestazioni non credo sia riconducibile ad una condotta gestionale apprezzabile sotto il profilo della legalità”.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5230 (24) { ["ID"]=> int(41298) ["post_author"]=> string(2) "16" ["post_date"]=> string(19) "2019-10-09 13:47:51" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-10-09 11:47:51" ["post_content"]=> string(3875) "E’ stato un gesto di grande sensibilità quello dei dipendenti dell’Atam che stamattina, nel corso di una breve cerimonia svoltasi nella sala conferenze del Terminal Bus di Largo Botteghelle, alla presenza del sindaco Giuseppe Falcomatà, hanno donato una somma, oltre tremila e 500 euro a favore dell’Hospice, direttamente nelle mani del dottore Vincenzo Trapani Lombardo, Presidente della Fondazione “Hospice Via delle Stelle”. L’iniziativa era stata avviata lo scorso 16 settembre con il concerto organizzato da Atam, in collaborazione con l’Accademia del Tempo Libero, in occasione delle manifestazioni civili delle festività Mariane, e conclusasi in questi giorni con la racconta volontaria di fondi da parte degli stessi dipendenti. Alla somma donata dai dipendenti dell’Atam si aggiunge quella donata dall’Accademia del Tempo Libero, presente alla cerimonia il presidente Pietro Morabito, che ammonta a cinquecento euro. “E’ una bellissima cosa che l’Atam si sia spesa a favore di questa nobile causa – ha tra l’altro affermato il primo cittadino - ma il problema è di tipo strutturale, e per questo motivo serve un intervento che consenta all’Hospice di non patire più situazioni di questo tipo”. Intanto per domani alle ore 10 è prevista, nel piazzale antistante l’Hospice in via delle Stelle, S.Sperato, “una simbolica catena umana atta a proteggerla dall’avidità e dal malaffare imperante nella sanità – dichiara Nuccio Azzarà, segretario generale della Uil e promotore dell’iniziativa –occorre che l’Hospice diventi la vertenza dell’intera città. Dopo aver ricevuto tanto da questa struttura, siamo chiamati ad un atto di riconoscenza facendo scudo con una catena umana simbolica”. L’invito di Nuccio Azzarà è rivolto anche all’Arcivescovo, alla deputazione nazionale, al Presidente del Consiglio Regionale, al Sindaco della città, ai Consiglieri regionali, comunali e della città Metropolitana, al Presidente del Consiglio Regionale, ai parenti dei degenti, le associazioni, i sindacati, i movimenti, i giovani e le donne, gli studenti i cittadini. “Ritengo indispensabile – rimarca il sindacalista della Uil - che le migliori energie, applicate in tutti i settori della società civile, debbano convergere in un unico grande sforzo proteso nella difesa spasmodica di quel poco che ancora funziona e rimane a servizio dei cittadini. Questo è proprio il caso emblematico della Struttura sanitaria dell’Hospice di Via delle Stelle che con i suoi 10 posti letto, ed i 30 accessi di assistenza domiciliare in 13 anni di attività ha esplicitato un invidiabile score di migliaia di pazienti trattati (più di 3000), curati ed assistiti senza mai fare registrare un solo episodio di mala-sanità. L’alto livello di prestazioni erogate nel campo delle delicate cure palliative vengono, plasticamente certificate ed attestate quotidianamente dai pazienti e dai loro parenti che fanno spontaneamente registrare la loro fattiva solidarietà all’Hospice, garantendo l’acquisto di farmaci, presidi sanitari e derrate alimentari”. “Mentre si consente il rinnovo di prestazioni a ditte che sono state dichiarate interdette dalla locale Prefettura – conclude il segretario generale della Uil - il perdurare dell’attività sanitarie non accreditate o in carenza di convenzione, si fa la voce grossa con l’Hospice corrispondendole solo una mensilità delle dodici dovute abbandonando nell’incertezza 54 dipendenti e centinaia di pazienti oncologici. La pratica di non rinnovare il contratto all’Hospice adducendo, contradditori, illegittimi, sterili e risibili motivazioni, nel mentre si continua a “pretendere” l’erogazione delle preziose ed insostituibili prestazioni non credo sia riconducibile ad una condotta gestionale apprezzabile sotto il profilo della legalità”." ["post_title"]=> string(112) "Dipendenti Atam mostrano grande sensibilità a favore dell’Hospice. Domani catena umana attorno alla struttura" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(107) "dipendenti-atam-mostrano-grande-sensibilita-a-favore-dellhospice-domani-catena-umana-attorno-alla-struttura" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-10-09 13:47:51" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-10-09 11:47:51" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=41298" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }