La Reggina non si ferma più, al ‘Granillo’ questa volta a cadere è la Viterbese, arrivata a Reggio Calabria per difendersi e sconfitta solamente nei minuti finali di gara grazie ad un contestatissimo rigore trasformato dall’argentino Denis.
Gli amaranto disputano una partita meno brillante del solito, trovando un avversario in difficoltà – reduce da quattro sconfitte consecutive – che adopera un catenaccio ad oltranza schierando il classico ‘pullman davanti la porta’. La squadra di Toscano prevale nel gioco dal primo all’ultimo minuto, ma è solo un’uscita maldestra di Vitali, che, franando su Paolucci a conclusione ormai effettuata, convince il direttore di gara – il signor Perenzoni di Rovereto – a decretare il tiro dagli undici metri realizzato dal ‘Tanque’ all’ 86’ minuto di gioco. Il primo tempo si gioca in una sola metà campo, con Guarna inoperoso se si eccettua un tiro-cross di Volpe su cui l’estremo difensore catanzarese è attento. Gli amaranto, invece, provano a trovare il jolly soprattutto con soluzioni dalla distanza e calci da fermo con Garufo e Bellomo, su cui il portiere dei gialloblù deve ricorrere agli straordinari.
Per sbrigliare la matassa, l’allenatore dei calabresi decide di dare spazio a tutto l’arsenale offensivo a disposizione: in avvio di ripresa, infatti, ecco entrare Denis e Sounas per aumentare la morsa d’attacco. I cambi danno l’effetto desiderato ed i laziali sono ulteriormente schiacciati nella propria trequarti. Al 50’, Denis serve un rigore in movimento a Bellomo, che il centrocampista fallisce strozzando l’urlo in gola di un ‘Granillo’ già pronto a festeggiare. I Tusci provano il colpaccio in contropiede con Volpe al 55’, che prova a mettersi in proprio ignorando i compagni di squadra, ma la sua conclusione finisce deviata in angolo da Guarna. Da lì in poi è un monologo amaranto che manca di incisività. Toscano inserisce dapprima Rivas e Doumbia al posto di Bellomo e di uno spento Corazza e poi prova il tutto per tutto buttando nella mischia anche Paolucci all’85. Quando sembra che i cambi non abbiano sortito l’effetto desiderato, ecco che l’ultimo entrato, perfettamente imbeccato da un lancio dalle retrovie, si procura il tiro da dischetto che vale i 3 punti e la decima vittoria consecutiva. Inutili le proteste gialloblù, Denis mette la firma su un successo sofferto ma meritato che allunga la striscia di risultati positivi in campionato. Infatti, con il ko della Juventus all’Olimpico, la Reggina rimane l’unica squadra imbattuta nei campionati professionistici italiani. E non è tutto. Le contemporanee sconfitte di Ternana e Potenza consentono agli amaranto, di aumentare il divario sulle inseguitrici, con il distacco in classifica che recita +9 sulla seconda ad una giornata dal termine del girone di andata.

Tabellino Reggina-Viterbese 1-0
Stadio ‘Oreste Granillo’ – Reggio Calabria
Marcatori: 86′ rig. Denis (R).

Reggina (3-5-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Garufo, Bianchi (46′ Sounas), Bellomo (67′ Rivas), De Rose, Rolando (83′ Paolucci); Reginaldo (46′ Denis), Corazza (67′ Doumbia). All. Toscano.

Viterbese (3-5-2): Vitali; Atanasov, Markic, Baschirotto; De Giorgi, Besea, De Falco (72′ Bensaja), Bezziccheri (72′ Sibilia), Urso (56′ Bianchi); Pacilli (72′ Culina), Volpe. All. Calabro.

Arbitro: Daniele Perenzoni di Rovereto
Ammoniti: Bezziccheri (V), Besea (V), De Falco (V), Atanasov (V), Garufo (R), Volpe (V), Sounas (R), Loiacono (R).
Note – Angoli: 10-3. Recupero: 0’ pt 5’st.
Spettatori 9 491 (17 ospiti).

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5134 (24) { ["ID"]=> int(49163) ["post_author"]=> string(1) "9" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-09 08:05:51" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-09 07:05:51" ["post_content"]=> string(3631) "La Reggina non si ferma più, al ‘Granillo’ questa volta a cadere è la Viterbese, arrivata a Reggio Calabria per difendersi e sconfitta solamente nei minuti finali di gara grazie ad un contestatissimo rigore trasformato dall’argentino Denis. Gli amaranto disputano una partita meno brillante del solito, trovando un avversario in difficoltà – reduce da quattro sconfitte consecutive – che adopera un catenaccio ad oltranza schierando il classico ‘pullman davanti la porta’. La squadra di Toscano prevale nel gioco dal primo all’ultimo minuto, ma è solo un’uscita maldestra di Vitali, che, franando su Paolucci a conclusione ormai effettuata, convince il direttore di gara - il signor Perenzoni di Rovereto - a decretare il tiro dagli undici metri realizzato dal ‘Tanque’ all’ 86’ minuto di gioco. Il primo tempo si gioca in una sola metà campo, con Guarna inoperoso se si eccettua un tiro-cross di Volpe su cui l’estremo difensore catanzarese è attento. Gli amaranto, invece, provano a trovare il jolly soprattutto con soluzioni dalla distanza e calci da fermo con Garufo e Bellomo, su cui il portiere dei gialloblù deve ricorrere agli straordinari. Per sbrigliare la matassa, l’allenatore dei calabresi decide di dare spazio a tutto l’arsenale offensivo a disposizione: in avvio di ripresa, infatti, ecco entrare Denis e Sounas per aumentare la morsa d’attacco. I cambi danno l’effetto desiderato ed i laziali sono ulteriormente schiacciati nella propria trequarti. Al 50’, Denis serve un rigore in movimento a Bellomo, che il centrocampista fallisce strozzando l’urlo in gola di un ‘Granillo’ già pronto a festeggiare. I Tusci provano il colpaccio in contropiede con Volpe al 55’, che prova a mettersi in proprio ignorando i compagni di squadra, ma la sua conclusione finisce deviata in angolo da Guarna. Da lì in poi è un monologo amaranto che manca di incisività. Toscano inserisce dapprima Rivas e Doumbia al posto di Bellomo e di uno spento Corazza e poi prova il tutto per tutto buttando nella mischia anche Paolucci all’85. Quando sembra che i cambi non abbiano sortito l’effetto desiderato, ecco che l’ultimo entrato, perfettamente imbeccato da un lancio dalle retrovie, si procura il tiro da dischetto che vale i 3 punti e la decima vittoria consecutiva. Inutili le proteste gialloblù, Denis mette la firma su un successo sofferto ma meritato che allunga la striscia di risultati positivi in campionato. Infatti, con il ko della Juventus all’Olimpico, la Reggina rimane l’unica squadra imbattuta nei campionati professionistici italiani. E non è tutto. Le contemporanee sconfitte di Ternana e Potenza consentono agli amaranto, di aumentare il divario sulle inseguitrici, con il distacco in classifica che recita +9 sulla seconda ad una giornata dal termine del girone di andata. Tabellino Reggina-Viterbese 1-0 Stadio ‘Oreste Granillo’ – Reggio Calabria Marcatori: 86′ rig. Denis (R). Reggina (3-5-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Garufo, Bianchi (46′ Sounas), Bellomo (67′ Rivas), De Rose, Rolando (83′ Paolucci); Reginaldo (46′ Denis), Corazza (67′ Doumbia). All. Toscano. Viterbese (3-5-2): Vitali; Atanasov, Markic, Baschirotto; De Giorgi, Besea, De Falco (72′ Bensaja), Bezziccheri (72′ Sibilia), Urso (56′ Bianchi); Pacilli (72′ Culina), Volpe. All. Calabro. Arbitro: Daniele Perenzoni di Rovereto Ammoniti: Bezziccheri (V), Besea (V), De Falco (V), Atanasov (V), Garufo (R), Volpe (V), Sounas (R), Loiacono (R). Note - Angoli: 10-3. Recupero: 0’ pt 5’st. Spettatori 9 491 (17 ospiti). " ["post_title"]=> string(87) "‘El Tanque’ su rigore regala la decima vittoria consecutiva. Adesso è davvero fuga" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(79) "el-tanque-su-rigore-regala-la-decima-vittoria-consecutiva-adesso-e-davvero-fuga" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-09 07:30:09" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-09 06:30:09" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=49163" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }