VIBO VALENTIA &ndash Il &ldquoMediterranean food &amp Art Festival’, ideato e promosso dal Comune di Stefanaconi, quest’anno, in vista della seconda edizione che si terr à il 26, 27 e 28 settembre, vedr à coinvolti anche l’Istituto Alberghiero, il Conservatorio &ldquoFausto Torrefranca’ e la Provincia di Vibo Valentia.

‘Al centro dell’evento, per certi versi unico nel suo genere, – ha evidenziato il presidente della Provincia, nonché sindaco di Stefanaconi Salvatore Solano – vi sono il gusto e la genuinit à del nostro cibo, i sapori delle antiche ricette della nostra cucina, la qualit à della produzione agroalimentare ed enogastronomica e la nostra innata cultura dell’accoglienza e dell’ospitalit à. L’iniziativa, inoltre, ha nelle sue idee cardine la riqualificazione degli stessi borghi, attraverso una visione innovativa e moderna degli spazi, sia dal punto di vista urbanistico che architettonico. Innovazioni che, comunque, ne preserveranno il profilo storico-identitario e si inseriscono nel progetto Il Mediterraneo nel Borgo’.

Da qui il protocollo d’intesa con due centri d’eccellenza della provincia quali sono l’Alberghiero e il Conservatorio, al fine di una contaminazione culturale che faccia sì che vengano condivise conoscenze e competenze. L’Alberghiero, in particolare, metter à a disposizione le proprie professionalit à nell’organizzazione e nella realizzazione dell’evento. ‘Fornir à i propri studi sulle materie prime del nostro patrimonio agroalimentare, sulle tecniche di riutilizzo degli scarti delle lavorazioni. Approfondir à i temi delle cotture speciali, degli strumenti tecnologicamente innovativi e della gestione della cucina. Metter à, inoltre, a disposizione il proprio know-how sull’accoglienza e il servizio in sala nonché sulla costruzione della cantina e la relativa proposta dei vini’, hanno evidenziato al riguardo il dirigente dell’Alberghiero, Pasquale Barbuto e il docente Fausto Raniti.

La partecipazione del Conservatorio, invece, ‘si articoler à in una serie di attivit à performative utili da un lato alla diffusione della cultura musicale sul territorio e dall’altro alla verifica e al monitoraggio delle competenze acquisite dagli studenti del Conservatorio che, in collaborazione con l’Alberghiero, elaboreranno programmi musicali da associare alla realizzazione di preparati gastronomici da parte degli alunni e maestri chef dell’alberghiero’, hanno asserito, tra le altre cose, il presidente del Conservatorio, Francesco Vinci e il direttore Francescantonio Pollice.

Nel corso della manifestazione ‘all’interno della quale è anche inserita, in chiave innovativa e secondo i dettami della dieta mediterranea, la Sagra del pane di Stefanaconi, giunta ormai alla 27esima edizione’ – ha messo in risalto il vicesindaco di Stefanaconi, Fortunato Cugliari, vi saranno, inoltre, concerti di musicisti provenienti anche dai paesi dell’area mediterranea, spettacoli con artisti di strada, il concorso letterario di poesia &ldquoMediterraneo da scoprire’ e &ldquoI Giochi del Mediterraneo’.
‘Il &ldquoMediterranean Food &amp Art Festival’ è un evento che ambisce a diventare itinerante. Partendo dal nostro territorio – ha spiegato infine Solano – intendiamo nel tempo coinvolgere altre regioni d’Italia, per poi raggiungere i Paesi del mediterraneo’.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5230 (24) { ["ID"]=> int(33889) ["post_author"]=> string(1) "4" ["post_date"]=> string(19) "2019-06-29 00:00:00" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-06-28 22:00:00" ["post_content"]=> string(3372) "

VIBO VALENTIA &ndash Il &ldquoMediterranean food & Art Festival', ideato e promosso dal Comune di Stefanaconi, quest'anno, in vista della seconda edizione che si terr à il 26, 27 e 28 settembre, vedr à coinvolti anche l'Istituto Alberghiero, il Conservatorio &ldquoFausto Torrefranca' e la Provincia di Vibo Valentia.

'Al centro dell'evento, per certi versi unico nel suo genere, - ha evidenziato il presidente della Provincia, nonché sindaco di Stefanaconi Salvatore Solano - vi sono il gusto e la genuinit à del nostro cibo, i sapori delle antiche ricette della nostra cucina, la qualit à della produzione agroalimentare ed enogastronomica e la nostra innata cultura dell'accoglienza e dell'ospitalit à. L'iniziativa, inoltre, ha nelle sue idee cardine la riqualificazione degli stessi borghi, attraverso una visione innovativa e moderna degli spazi, sia dal punto di vista urbanistico che architettonico. Innovazioni che, comunque, ne preserveranno il profilo storico-identitario e si inseriscono nel progetto Il Mediterraneo nel Borgo'.

Da qui il protocollo d'intesa con due centri d'eccellenza della provincia quali sono l'Alberghiero e il Conservatorio, al fine di una contaminazione culturale che faccia sì che vengano condivise conoscenze e competenze. L'Alberghiero, in particolare, metter à a disposizione le proprie professionalit à nell'organizzazione e nella realizzazione dell'evento. 'Fornir à i propri studi sulle materie prime del nostro patrimonio agroalimentare, sulle tecniche di riutilizzo degli scarti delle lavorazioni. Approfondir à i temi delle cotture speciali, degli strumenti tecnologicamente innovativi e della gestione della cucina. Metter à, inoltre, a disposizione il proprio know-how sull'accoglienza e il servizio in sala nonché sulla costruzione della cantina e la relativa proposta dei vini', hanno evidenziato al riguardo il dirigente dell'Alberghiero, Pasquale Barbuto e il docente Fausto Raniti.

La partecipazione del Conservatorio, invece, 'si articoler à in una serie di attivit à performative utili da un lato alla diffusione della cultura musicale sul territorio e dall'altro alla verifica e al monitoraggio delle competenze acquisite dagli studenti del Conservatorio che, in collaborazione con l'Alberghiero, elaboreranno programmi musicali da associare alla realizzazione di preparati gastronomici da parte degli alunni e maestri chef dell'alberghiero', hanno asserito, tra le altre cose, il presidente del Conservatorio, Francesco Vinci e il direttore Francescantonio Pollice.

Nel corso della manifestazione 'all'interno della quale è anche inserita, in chiave innovativa e secondo i dettami della dieta mediterranea, la Sagra del pane di Stefanaconi, giunta ormai alla 27esima edizione' - ha messo in risalto il vicesindaco di Stefanaconi, Fortunato Cugliari, vi saranno, inoltre, concerti di musicisti provenienti anche dai paesi dell'area mediterranea, spettacoli con artisti di strada, il concorso letterario di poesia &ldquoMediterraneo da scoprire' e &ldquoI Giochi del Mediterraneo'.
'Il &ldquoMediterranean Food & Art Festival' è un evento che ambisce a diventare itinerante. Partendo dal nostro territorio - ha spiegato infine Solano - intendiamo nel tempo coinvolgere altre regioni d'Italia, per poi raggiungere i Paesi del mediterraneo'.

" ["post_title"]=> string(76) "Il Mediterranean food & Art Festival di Stefanaconi allarga i propri confini" ["post_excerpt"]=> string(102) "Al centro dell’evento il gusto, la genuinità del cibo e i sapori delle antiche ricette della cucina" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(74) "il-mediterranean-food-art-festival-di-stefanaconi-allarga-i-propri-confini" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-06-29 00:00:00" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-06-28 22:00:00" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(103) "https://www.noidicalabria.it/il-mediterranean-food-art-festival-di-stefanaconi-allarga-i-propri-confini/" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }