L’Istituto d’Istruzione Superiore “Augusto Righi” opera a livello internazionale tanto che i modelli didattici ed i laboratori del prestigioso istituto reggino, attraverso scambi culturali, hanno raggiunto la Polonia.
Per due settimane, infatti, studenti e professori polacchi vivranno l’ambiente del “Righi” per portare nella propria terra stili e i metodi dell’estremo sud.
Grande interesse hanno riscosso le tre nuove curvature : Biomedicina e professioni sanitarie, Architettura di interni – sostenibilità ambientale e controllo del traffico aereo tanto che l’Istituto “Zespol Szkol” di Reymonta della Polonia ha guardato con interesse a queste importantissime opportunità che arricchiscono in modo specialistico l’offerta formativa e che danno allo studente competenze approfondite nel settore scelto.
La dirigente dell’Istituto Maria Daniela Musarella ha espresso viva soddisfazione per questo progetto internazionale affermando che in una società multiculturale la scuola dovrebbe rappresentare la “nave della vita” capace di “traghettare” il sapere da un punto all’altro senza limiti e confini geografici.
Con il progetto “Viva Italia” la Polonia è giunta fino a Reggio Calabria al fine di conoscere e approfondire le tematiche culturali presenti nei tre indirizzi dell’Istituto “Righi” e per far si che attraverso questo gemellaggio anche gli studenti italiani potranno raggiungere presto la Polonia al fine di promuovere un proficuo arricchimento culturale necessario per potersi immettere nel mondo del lavoro in modo sereno e con grande competenza.
Così un gruppo di studenti e docenti stranieri vivranno l’esperienza didattica dell’indirizzo Biotecnologie sanitarie – Chimica e materiali, un altro ancora quello di Costruzioni – Ambiente e Territorio mentre il terzo gruppo quello di Trasporti e Logistica (Aeronautico).
A turni ruoteranno nei tre indirizzi per poter conoscere i singoli aspetti caratterizzanti.
Studenti ed i professori polacchi per circa quattro ore al giorno vivranno la didattica di aula e l’attività di laboratorio affiancati dai docenti di lingua inglese.
Sin dal primo istante si è registrata una grande manifestazione di affetto tra gli studenti dell’Istituto “Augusto Righi” e quelli polacchi.
Una grande sintonia nelle ore di lezione frontale ma soprattutto grande scambio culturale nei laboratori dove gli studenti italiani e stranieri si sono fusi in un grande gruppo per portare avanti i diversi esperimenti. Nel laboratorio di Biotecnologie sanitarie gli studenti polacchi hanno lavorato nel campo della microbiologia. Nei laboratori di Costruzioni, Ambiente e Territorio hanno imparato ad utilizzare sofisticate attrezzature di rilievo per poi modellare e stampare in 3D.
Grande entusiasmo nella cabina aerea del simulatore di volo presente all’Istituto “Righi” dove gli studenti, dopo essersi scelti il percorso desiderato, hanno decollato dall’aeroporto di Reggio Calabria fino alla meta stabilita.
Come se non bastasse, hanno lavorato anche di pomeriggio con i loro compagni italiani per la realizzazione da una favola di Fedro una rappresentazione teatrale.
“Il vecchio leone, il cinghiale, il toro e l’asino” per cogliere i valori della vita e riflettere sulla necessità di essere sempre soggetti capaci di regalare agli altri la profondità dei veri sentimenti.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(44109) ["post_author"]=> string(1) "4" ["post_date"]=> string(19) "2019-10-29 11:24:53" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-10-29 10:24:53" ["post_content"]=> string(3420) "L’Istituto d’Istruzione Superiore “Augusto Righi” opera a livello internazionale tanto che i modelli didattici ed i laboratori del prestigioso istituto reggino, attraverso scambi culturali, hanno raggiunto la Polonia. Per due settimane, infatti, studenti e professori polacchi vivranno l’ambiente del “Righi” per portare nella propria terra stili e i metodi dell’estremo sud. Grande interesse hanno riscosso le tre nuove curvature : Biomedicina e professioni sanitarie, Architettura di interni - sostenibilità ambientale e controllo del traffico aereo tanto che l’Istituto “Zespol Szkol” di Reymonta della Polonia ha guardato con interesse a queste importantissime opportunità che arricchiscono in modo specialistico l’offerta formativa e che danno allo studente competenze approfondite nel settore scelto. La dirigente dell’Istituto Maria Daniela Musarella ha espresso viva soddisfazione per questo progetto internazionale affermando che in una società multiculturale la scuola dovrebbe rappresentare la “nave della vita” capace di “traghettare” il sapere da un punto all’altro senza limiti e confini geografici. Con il progetto “Viva Italia” la Polonia è giunta fino a Reggio Calabria al fine di conoscere e approfondire le tematiche culturali presenti nei tre indirizzi dell’Istituto “Righi” e per far si che attraverso questo gemellaggio anche gli studenti italiani potranno raggiungere presto la Polonia al fine di promuovere un proficuo arricchimento culturale necessario per potersi immettere nel mondo del lavoro in modo sereno e con grande competenza. Così un gruppo di studenti e docenti stranieri vivranno l’esperienza didattica dell’indirizzo Biotecnologie sanitarie - Chimica e materiali, un altro ancora quello di Costruzioni - Ambiente e Territorio mentre il terzo gruppo quello di Trasporti e Logistica (Aeronautico). A turni ruoteranno nei tre indirizzi per poter conoscere i singoli aspetti caratterizzanti. Studenti ed i professori polacchi per circa quattro ore al giorno vivranno la didattica di aula e l’attività di laboratorio affiancati dai docenti di lingua inglese. Sin dal primo istante si è registrata una grande manifestazione di affetto tra gli studenti dell’Istituto “Augusto Righi” e quelli polacchi. Una grande sintonia nelle ore di lezione frontale ma soprattutto grande scambio culturale nei laboratori dove gli studenti italiani e stranieri si sono fusi in un grande gruppo per portare avanti i diversi esperimenti. Nel laboratorio di Biotecnologie sanitarie gli studenti polacchi hanno lavorato nel campo della microbiologia. Nei laboratori di Costruzioni, Ambiente e Territorio hanno imparato ad utilizzare sofisticate attrezzature di rilievo per poi modellare e stampare in 3D. Grande entusiasmo nella cabina aerea del simulatore di volo presente all’Istituto “Righi” dove gli studenti, dopo essersi scelti il percorso desiderato, hanno decollato dall’aeroporto di Reggio Calabria fino alla meta stabilita. Come se non bastasse, hanno lavorato anche di pomeriggio con i loro compagni italiani per la realizzazione da una favola di Fedro una rappresentazione teatrale. “Il vecchio leone, il cinghiale, il toro e l’asino” per cogliere i valori della vita e riflettere sulla necessità di essere sempre soggetti capaci di regalare agli altri la profondità dei veri sentimenti. " ["post_title"]=> string(79) "L’istituto di istruzione Superiore “Augusto Righi” ospita la Polonia (RC)" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(68) "listituto-di-istruzione-superiore-augusto-righi-ospita-la-polonia-rc" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-10-29 11:24:53" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-10-29 10:24:53" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=44109" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }