La celiachia è una malattia autoimmune multifattoriale (in parte ereditaria ed in parte dovuta ad altri fattori), che determina una condizione infiammatoria permanente dell’intestino e che compromette l’assorbimento delle sostanze nutrienti presenti nei cibi, e che può manifestarsi a qualunque età.
Oggi in Italia i celiaci diagnosticati sono circa 220 mila (solo il 30% della popolazione) , ma si ritiene che il non diagnosticato sia quasi il doppio; una malattia infatti, definita “camaleontica” proprio perché può presentarsi sotto svariate forme diverse e può quindi spesso trarre in inganno, creando problemi in fase di diagnosi.
Questo il tema ampiamente trattato in un’interessante incontro al Centro Medico Specialistico New Delta di Pizzo, che ha visto la partecipazione di specialisti del settore a confronto e con la partecipazione di una delegazione di medici di Famiglia, con l’obiettivo di informare e sensibilizzare nonché aumentare il numero di persone che arrivano ad una diagnosi certa.
“Molte sono le persone che non sanno di essere malati – ha spiegato il Prof. Giuseppe Gambardella Direttore Sanitario del New Delta – e se non diagnosticati tempestivamente e sottoposti a trattamenti in modo adeguato, la celiachia può avere conseguenze importanti, anche irreversibili. E’ in quest’ottica che il New Delta vuole porsi come Centro di Riferimento sul territorio – ha aggiunto – per la prevenzione e la diagnosi della malattia celiaca, offrendo ai soggetti affetti un percorso diagnostico e terapeutico completo”.
Durante l’incontro è stata presentata l’iniziativa di “Screening iniziale” come primo approccio alla celiachia, attraverso un semplice Test di Predisposizione Genetica che il New Delta proporrà per individuare le persone a rischio di sviluppare la patologia.
“Il Test genetico – ha spiegato la Dr.ssa Antonella Bellantoni dirigente medico dell’Unità Operativa di Pediatria e del Centro di riferimento per la celiachia, presso l’Ospedale di Reggio Calabria – analizza la presenza dei geni HLA DQ2/DQ8 (principale fattore genetico di rischio) e consente di valutare la predisposizione genetica alla malattia. La tipizzazione HLA nella celiachia è un test di suscettibilità che valuta la maggiore o minore predisposizione di un individuo a sviluppare la malattia in base alla presenza/assenza di questi fattori di rischio. Si effettua su goccia di sangue – ha aggiunto – e non è invasivo, e si potranno sottoporre adulti e bambini che manifestano sintomi o segni clinici riconducibili alla celiachia”.
Una iniziativa nata in collaborazione con il Laboratorio analisi cliniche Multimed di Vibo Valentia, che sarà di supporto nell’esaminazioni diagnostiche della malattia celiaca.
Un altro tassello quindi, che si aggiunge alle importanti specializzazioni che il Centro New Delta mette a disposizione dei pazienti e di un territorio sempre più depauperato dei servizi sanitari.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5134 (24) { ["ID"]=> int(48709) ["post_author"]=> string(1) "4" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-04 11:20:06" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-04 10:20:06" ["post_content"]=> string(3001) "La celiachia è una malattia autoimmune multifattoriale (in parte ereditaria ed in parte dovuta ad altri fattori), che determina una condizione infiammatoria permanente dell’intestino e che compromette l’assorbimento delle sostanze nutrienti presenti nei cibi, e che può manifestarsi a qualunque età. Oggi in Italia i celiaci diagnosticati sono circa 220 mila (solo il 30% della popolazione) , ma si ritiene che il non diagnosticato sia quasi il doppio; una malattia infatti, definita “camaleontica” proprio perché può presentarsi sotto svariate forme diverse e può quindi spesso trarre in inganno, creando problemi in fase di diagnosi. Questo il tema ampiamente trattato in un’interessante incontro al Centro Medico Specialistico New Delta di Pizzo, che ha visto la partecipazione di specialisti del settore a confronto e con la partecipazione di una delegazione di medici di Famiglia, con l’obiettivo di informare e sensibilizzare nonché aumentare il numero di persone che arrivano ad una diagnosi certa. “Molte sono le persone che non sanno di essere malati – ha spiegato il Prof. Giuseppe Gambardella Direttore Sanitario del New Delta - e se non diagnosticati tempestivamente e sottoposti a trattamenti in modo adeguato, la celiachia può avere conseguenze importanti, anche irreversibili. E’ in quest’ottica che il New Delta vuole porsi come Centro di Riferimento sul territorio – ha aggiunto - per la prevenzione e la diagnosi della malattia celiaca, offrendo ai soggetti affetti un percorso diagnostico e terapeutico completo". Durante l’incontro è stata presentata l’iniziativa di “Screening iniziale” come primo approccio alla celiachia, attraverso un semplice Test di Predisposizione Genetica che il New Delta proporrà per individuare le persone a rischio di sviluppare la patologia. "Il Test genetico – ha spiegato la Dr.ssa Antonella Bellantoni dirigente medico dell’Unità Operativa di Pediatria e del Centro di riferimento per la celiachia, presso l’Ospedale di Reggio Calabria - analizza la presenza dei geni HLA DQ2/DQ8 (principale fattore genetico di rischio) e consente di valutare la predisposizione genetica alla malattia. La tipizzazione HLA nella celiachia è un test di suscettibilità che valuta la maggiore o minore predisposizione di un individuo a sviluppare la malattia in base alla presenza/assenza di questi fattori di rischio. Si effettua su goccia di sangue – ha aggiunto – e non è invasivo, e si potranno sottoporre adulti e bambini che manifestano sintomi o segni clinici riconducibili alla celiachia". Una iniziativa nata in collaborazione con il Laboratorio analisi cliniche Multimed di Vibo Valentia, che sarà di supporto nell’esaminazioni diagnostiche della malattia celiaca. Un altro tassello quindi, che si aggiunge alle importanti specializzazioni che il Centro New Delta mette a disposizione dei pazienti e di un territorio sempre più depauperato dei servizi sanitari." ["post_title"]=> string(64) "Pizzo - Celiachia, il Centro New Delta parte con i Test Genetici" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(61) "pizzo-celiachia-il-centro-new-delta-parte-con-i-test-genetici" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-04 09:29:29" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-04 08:29:29" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=48709" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }