Nel match del ‘Nicola Ceravolo’ in cui si affronteranno Catanzaro e Ternana, c’è una certezza assoluta: il pari non servirà a nessuno. Infatti, nel match valevole per la 17ª giornata di serie C, lo scontro diretto fra le due compagini può essere decisivo in ottica campionato e rappresenta un crocevia fondamentale per la stagione. Entrambe le squadre vengono da due vittorie casalinghe e vorranno bissare i successi preparando il terreno ad un eventuale scivolone della Reggina. I rossoverdi rincorrono le ultime speranze per non chiudere i discorsi di promozione diretta (con la Reggina volata a +7 e di scena a Teramo), invece, i giallorossi inseguono il treno per il secondo posto sfidando la squadra al momento più accreditata – dagli allibratori e non solo – nella corsa alla piazza d’onore. I precedenti al ‘Ceravolo’, peraltro, raccontano di un segno x mai uscito in oltre 70 anni di sfide, in cui i calabresi sono in vantaggio per 8 successi a 4 sugli umbri, che però vengono da due successi consecutivi negli ultimi confronti in serie B. Curiosità, sono ben 7 i giocatori del Catanzaro che in passato hanno indossato la casacca rossoverde: Di Gennaro, Signorini, Favalli, Statella, Tascone, Di Livio e Nicastro (quest’ultimo a Terni nella scorsa stagione).

Fronte Ternana: L’organico a disposizione del tecnico Gallo è sicuramente uno di quelli più attrezzati della categoria. Finora il cammino in trasferta della Ternana è stato persino migliore di quello casalingo, ciò testimonia che la squadra umbra dimostra di avere tutti i crismi di squadra candidata ad essere l’anti-Reggina per la lotta al primo posto. Per tentare di accorciare il divario in classifica, bisognerà passare necessariamente da un risultato positivo nella partita odierna anche se lo scoglio si chiama Catanzaro. I rossoverdi arrivano al match in Calabria decimati dagli infortuni, infatti, mancheranno Diakitè, Salzano, Mucciante, Proietti, Furlan, Repossi e Niosi nemmeno convocati. Anche Torromino e Partipilo non sono al meglio della condizione e dovrebbero partire dalla panchina. L’emergenza indisponibili costringerà Gallo ad adottare un 3-5-2, con l’inserimento, rispetto alla vittoria con la Viterbese, di Sini in difesa e con Damian e Defendi a contendersi l’ultimo posto disponibile in mediana.

Ternana (3-5-2): Tozzo; Suagher, Sini, Celli; Parodi, Paghera, Palumbo, Defendi, Mammarella; Marilungo, Ferrante. All. Gallo.

Qui Catanzaro: Dall’1 fino al 22 dicembre i giallorossi saranno costretti ad un tour de force che li vedrà in campo praticamente ogni 3 giorni. Infatti, alle gare contro Ternana, Paganese, Picerno e Teramo andranno aggiunte il recupero con la Vibonese e la partita di Coppa Italia di Serie C contro il Catania, per un totale di 6 gare in 22 giorni. Solo rispetto nei confronti dell’avversario di giornata da parte di Grassadonia, che in conferenza stampa non ha mostrato nessun timore nel giocare con la seconda della classe: “Affronteremo una squadra forte con numeri importanti e qualità evidenti. Anche noi, però, abbiamo le carte giuste da giocare”. Il tecnico salernitano affronta il primo vero impegno (escludendo il Bari all’esordio ndr) contro una diretta concorrente capace di testare la solidità delle ambizioni e dell’effettiva crescita della squadra giallorossa. Per il delicato impegno contro la Ternana i calabresi dovranno fare a meno di Figliomeni e di Bianchimano (uscito claudicante nel match di coppa con la Casertana). Sulla via del pieno recupero Francesco Urso, schierato dall’inizio contro la Casertana ed in lizza per una maglia da titolare in mezzo al campo. La doppietta messa a segno contro i campani ed il buon momento di forma espresso non dovrebbero essere ancora sufficienti a Fischnaller per scomporre il duo Kanouté-Nicastro, dati nuovamente come favoriti dall’inizio della partita.

Catanzaro (3-5-2): Di Gennaro; Celiento, Martinelli, Pinna; Statella, Casoli, Maita, Tascone, Favalli: Kanouté, Nicastro.

L’incontro che si disputerà alle ore 15, sarà diretto dal sig. Francesco Meraviglia di Pistoia.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5128 (24) { ["ID"]=> int(48383) ["post_author"]=> string(1) "9" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-01 08:20:49" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-01 07:20:49" ["post_content"]=> string(4145) "Nel match del ‘Nicola Ceravolo’ in cui si affronteranno Catanzaro e Ternana, c’è una certezza assoluta: il pari non servirà a nessuno. Infatti, nel match valevole per la 17ª giornata di serie C, lo scontro diretto fra le due compagini può essere decisivo in ottica campionato e rappresenta un crocevia fondamentale per la stagione. Entrambe le squadre vengono da due vittorie casalinghe e vorranno bissare i successi preparando il terreno ad un eventuale scivolone della Reggina. I rossoverdi rincorrono le ultime speranze per non chiudere i discorsi di promozione diretta (con la Reggina volata a +7 e di scena a Teramo), invece, i giallorossi inseguono il treno per il secondo posto sfidando la squadra al momento più accreditata – dagli allibratori e non solo – nella corsa alla piazza d’onore. I precedenti al ‘Ceravolo’, peraltro, raccontano di un segno x mai uscito in oltre 70 anni di sfide, in cui i calabresi sono in vantaggio per 8 successi a 4 sugli umbri, che però vengono da due successi consecutivi negli ultimi confronti in serie B. Curiosità, sono ben 7 i giocatori del Catanzaro che in passato hanno indossato la casacca rossoverde: Di Gennaro, Signorini, Favalli, Statella, Tascone, Di Livio e Nicastro (quest’ultimo a Terni nella scorsa stagione). Fronte Ternana: L’organico a disposizione del tecnico Gallo è sicuramente uno di quelli più attrezzati della categoria. Finora il cammino in trasferta della Ternana è stato persino migliore di quello casalingo, ciò testimonia che la squadra umbra dimostra di avere tutti i crismi di squadra candidata ad essere l’anti-Reggina per la lotta al primo posto. Per tentare di accorciare il divario in classifica, bisognerà passare necessariamente da un risultato positivo nella partita odierna anche se lo scoglio si chiama Catanzaro. I rossoverdi arrivano al match in Calabria decimati dagli infortuni, infatti, mancheranno Diakitè, Salzano, Mucciante, Proietti, Furlan, Repossi e Niosi nemmeno convocati. Anche Torromino e Partipilo non sono al meglio della condizione e dovrebbero partire dalla panchina. L’emergenza indisponibili costringerà Gallo ad adottare un 3-5-2, con l’inserimento, rispetto alla vittoria con la Viterbese, di Sini in difesa e con Damian e Defendi a contendersi l’ultimo posto disponibile in mediana. Ternana (3-5-2): Tozzo; Suagher, Sini, Celli; Parodi, Paghera, Palumbo, Defendi, Mammarella; Marilungo, Ferrante. All. Gallo. Qui Catanzaro: Dall’1 fino al 22 dicembre i giallorossi saranno costretti ad un tour de force che li vedrà in campo praticamente ogni 3 giorni. Infatti, alle gare contro Ternana, Paganese, Picerno e Teramo andranno aggiunte il recupero con la Vibonese e la partita di Coppa Italia di Serie C contro il Catania, per un totale di 6 gare in 22 giorni. Solo rispetto nei confronti dell’avversario di giornata da parte di Grassadonia, che in conferenza stampa non ha mostrato nessun timore nel giocare con la seconda della classe: “Affronteremo una squadra forte con numeri importanti e qualità evidenti. Anche noi, però, abbiamo le carte giuste da giocare”. Il tecnico salernitano affronta il primo vero impegno (escludendo il Bari all’esordio ndr) contro una diretta concorrente capace di testare la solidità delle ambizioni e dell’effettiva crescita della squadra giallorossa. Per il delicato impegno contro la Ternana i calabresi dovranno fare a meno di Figliomeni e di Bianchimano (uscito claudicante nel match di coppa con la Casertana). Sulla via del pieno recupero Francesco Urso, schierato dall’inizio contro la Casertana ed in lizza per una maglia da titolare in mezzo al campo. La doppietta messa a segno contro i campani ed il buon momento di forma espresso non dovrebbero essere ancora sufficienti a Fischnaller per scomporre il duo Kanouté-Nicastro, dati nuovamente come favoriti dall’inizio della partita. Catanzaro (3-5-2): Di Gennaro; Celiento, Martinelli, Pinna; Statella, Casoli, Maita, Tascone, Favalli: Kanouté, Nicastro. L’incontro che si disputerà alle ore 15, sarà diretto dal sig. Francesco Meraviglia di Pistoia." ["post_title"]=> string(63) "Presentazione incontro e probabili formazioni Catanzaro-Ternana" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(63) "presentazione-incontro-e-probabili-formazioni-catanzaro-ternana" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-01 08:20:49" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-01 07:20:49" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=48383" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }