Sul neutro del “Menti” di Castellammare di Stabia, il Catanzaro è alla ricerca di continuità dopo la buona prova offerta contro il Monopoli. L’obiettivo, adesso, è riprendere la marcia anche in trasferta interrotta successivamente alla vittoria di Monopoli dell’8 settembre, risultato dopo il quale sono giunte, lontano dalle mura amiche, 4 sconfitte consecutive contro Viterbese, Casertana, Reggina e Bari. I precedenti in Campania tra le due compagini sono nove e vedono in vantaggio i biancoblù con tre vittorie ad una, cinque sono i pareggi. Nell’ultimo confronto sono stati i giallorossi a prevalere, sfatando il tabù Cava de’ Tirreni, grazie alle reti firmate da Fischnaller e D’Ursi.

Fronte Cavese: I blufoncé non affrontano il loro miglior momento di forma e sono reduci da due sconfitte consecutive in campionato (contro Sicula Leonzio in trasferta e Rieti in casa) e dalla sconfitta di mercoledì in Coppa Italia di Lega Pro subita dall’Avellino. La vittoria in casa manca dal 2-0 di fine settembre proprio contro gli irpini. L’organico a disposizione di Campilongo arriva alla gara contro i calabresi recuperando il centravanti Germinale (una stagione con la maglia dei giallorossi), oltre a Marzupio e Stranges. Se l’attacco non segna ed è il vero problema di questa Cavese, la difesa non ride, all’assenza del centrale con esperienze in A – categoria in cui ha esordito con la maglia del Milan – Lino Marzorati, si aggiunge la squalifica del centrale Matino rimediata nell’ultima infelice trasferta siracusana. Non sono stati convocati neanche Lulli (lungodegente) e D’Ignazio fermato da un risentimento muscolare. Per provare a riportarsi a ridosso della zona play-off la formazione ‘metelliana’ si affiderà all’ex Andrea Russotto, in rete nell’ultimo match.

Cavese (4-3-3): Bisogno; Polito, Rocchi, Favasuli, Nunziante; Bulevardi, Matera, Sainz-Maza; Russotto, Germinale, Sandomenico. Allenatore: Campilongo.

Qui Catanzaro: Grassadonia ha chiesto determinazione e rispetto per la maglia. Sono queste le due precondizioni che vuole vedere in campo il tecnico campano dalla sua squadra all’indomani del successo in coppa. Il tempo non è alleato dei giallorossi, infatti sono stati solo due i giorni a disposizione per preparare l’impegno, ma questa non può essere una giustificazione dato che anche gli avversari erano impegnati nella competizione. Il punto focale rappresenterà l’approccio alla gara, spesso sbagliato nelle trasferte sinora disputate e su cui Grassadonia predica massima attenzione. Più di 100 i supporters al seguito della squadra, in questa trasferta fondamentale per riprendere il cammino nelle posizioni più nobili della classifica.

Come già anticipato precedentemente alla gara di coppa, il Catanzaro per questa gara recupererà Celiento, che riprenderà il suo posto come centrale di destra della difesa a 3. Fra i convocati oltre a Celiento, tornano Mangni e Adamonis. Ancora fuori Calì, Bianchimano e De Risio che dovrebbero recuperare per la gara contro il Catania. Questi i 24 convocati: Portieri: 1 Di Gennaro, 12 Mittica, 22 Adamonis; Difensori: 5 Celiento, 14 Riggio, 15 Signorini, 23 Figliomeni, 25 Martinelli, 30 Pinna, 31 Quaranta; Centrocampisti: 3 Favalli, 4 Maita, 6 Nicoletti, 8 Urso, 11 Statella, 13 Tascone, 26 Risolo, 27 Casoli; Attaccanti: 7 Kanoutè, 10 Giannone, 17 Novello, 20 Di Livio, 21 Fischnaller, 28 Nicastro.

Nonostante la rete e la buona prestazione offerta contro il Monopoli, Fischnaller partirà con tutta probabilità dalla panchina. Con Urso che subentrerà nella ripresa per riacquistare il ritmo partita, nella zona nevralgica di centrocampo il ballottaggio è tra Risolo-Casoli con quest’ultimo favorito.

Catanzaro (3-5-2): Di Gennaro; Celiento, Martinelli, Quaranta; Statella, Casoli, Maita, Tascone, Favalli; Kanoutè, Nicastro. All. Grassadonia.

Sarà un arbitro trentino, il sig. Daniele Perenzoni di Rovereto, a dare il fischio di inizio dell’incontro alle ore 15.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(45627) ["post_author"]=> string(1) "9" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-10 12:40:44" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-10 11:40:44" ["post_content"]=> string(4019) "Sul neutro del “Menti” di Castellammare di Stabia, il Catanzaro è alla ricerca di continuità dopo la buona prova offerta contro il Monopoli. L’obiettivo, adesso, è riprendere la marcia anche in trasferta interrotta successivamente alla vittoria di Monopoli dell’8 settembre, risultato dopo il quale sono giunte, lontano dalle mura amiche, 4 sconfitte consecutive contro Viterbese, Casertana, Reggina e Bari. I precedenti in Campania tra le due compagini sono nove e vedono in vantaggio i biancoblù con tre vittorie ad una, cinque sono i pareggi. Nell’ultimo confronto sono stati i giallorossi a prevalere, sfatando il tabù Cava de' Tirreni, grazie alle reti firmate da Fischnaller e D’Ursi. Fronte Cavese: I blufoncé non affrontano il loro miglior momento di forma e sono reduci da due sconfitte consecutive in campionato (contro Sicula Leonzio in trasferta e Rieti in casa) e dalla sconfitta di mercoledì in Coppa Italia di Lega Pro subita dall’Avellino. La vittoria in casa manca dal 2-0 di fine settembre proprio contro gli irpini. L’organico a disposizione di Campilongo arriva alla gara contro i calabresi recuperando il centravanti Germinale (una stagione con la maglia dei giallorossi), oltre a Marzupio e Stranges. Se l’attacco non segna ed è il vero problema di questa Cavese, la difesa non ride, all’assenza del centrale con esperienze in A - categoria in cui ha esordito con la maglia del Milan - Lino Marzorati, si aggiunge la squalifica del centrale Matino rimediata nell’ultima infelice trasferta siracusana. Non sono stati convocati neanche Lulli (lungodegente) e D'Ignazio fermato da un risentimento muscolare. Per provare a riportarsi a ridosso della zona play-off la formazione ‘metelliana’ si affiderà all’ex Andrea Russotto, in rete nell’ultimo match. Cavese (4-3-3): Bisogno; Polito, Rocchi, Favasuli, Nunziante; Bulevardi, Matera, Sainz-Maza; Russotto, Germinale, Sandomenico. Allenatore: Campilongo. Qui Catanzaro: Grassadonia ha chiesto determinazione e rispetto per la maglia. Sono queste le due precondizioni che vuole vedere in campo il tecnico campano dalla sua squadra all’indomani del successo in coppa. Il tempo non è alleato dei giallorossi, infatti sono stati solo due i giorni a disposizione per preparare l’impegno, ma questa non può essere una giustificazione dato che anche gli avversari erano impegnati nella competizione. Il punto focale rappresenterà l’approccio alla gara, spesso sbagliato nelle trasferte sinora disputate e su cui Grassadonia predica massima attenzione. Più di 100 i supporters al seguito della squadra, in questa trasferta fondamentale per riprendere il cammino nelle posizioni più nobili della classifica. Come già anticipato precedentemente alla gara di coppa, il Catanzaro per questa gara recupererà Celiento, che riprenderà il suo posto come centrale di destra della difesa a 3. Fra i convocati oltre a Celiento, tornano Mangni e Adamonis. Ancora fuori Calì, Bianchimano e De Risio che dovrebbero recuperare per la gara contro il Catania. Questi i 24 convocati: Portieri: 1 Di Gennaro, 12 Mittica, 22 Adamonis; Difensori: 5 Celiento, 14 Riggio, 15 Signorini, 23 Figliomeni, 25 Martinelli, 30 Pinna, 31 Quaranta; Centrocampisti: 3 Favalli, 4 Maita, 6 Nicoletti, 8 Urso, 11 Statella, 13 Tascone, 26 Risolo, 27 Casoli; Attaccanti: 7 Kanoutè, 10 Giannone, 17 Novello, 20 Di Livio, 21 Fischnaller, 28 Nicastro. Nonostante la rete e la buona prestazione offerta contro il Monopoli, Fischnaller partirà con tutta probabilità dalla panchina. Con Urso che subentrerà nella ripresa per riacquistare il ritmo partita, nella zona nevralgica di centrocampo il ballottaggio è tra Risolo-Casoli con quest’ultimo favorito. Catanzaro (3-5-2): Di Gennaro; Celiento, Martinelli, Quaranta; Statella, Casoli, Maita, Tascone, Favalli; Kanoutè, Nicastro. All. Grassadonia. Sarà un arbitro trentino, il sig. Daniele Perenzoni di Rovereto, a dare il fischio di inizio dell’incontro alle ore 15." ["post_title"]=> string(62) "Presentazione incontro e probabili formazioni Cavese-Catanzaro" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(62) "presentazione-incontro-e-probabili-formazioni-cavese-catanzaro" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-10 12:40:44" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-10 11:40:44" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=45627" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }