Si riaprono le danze. Terminato il primo giro di boa in crescendo per Cosenza e Crotone, il nuovo anno le mette subito una di fronte all’altra nel derby calabrese a tinte rossoblù. Il posticipo della prima giornata di ritorno, infatti, prevede il Monday night fra le due compagini calabresi che si sfideranno per cercare di imporre la propria supremazia calcistica cittadina. Aprire il 2020 con un buon risultato si scontra con le dinamiche imprevedibili del derby, che rendono la partita aperta ad ogni pronostico. A questo va aggiunta la lunga inattività che ha inficiato sulla condizione atletica. Se non bastasse ciò, ci si mette di mezzo pure il momento di pieno calciomercato, che può sovvertire gli equilibri tramite le tante ulteriori motivazioni e altrettanto i ‘disturbi’ che fanno la differenza. I precedenti in cadetteria vedono un assoluto predominio del Cosenza, che su tre confronti si è imposta in tutte e tre le occasioni, con l’ultimo trionfo per 1-0 nello scorso aprile. Peraltro, la vigilia del match è stata caratterizzata dalla protesta montata via social relativa all’assegnazione arbitrale della partita al sig. Abbattista che, proprio nell’ultimo Cosenza-Crotone al “Marulla”, si era resto protagonista di un contestatissimo annullamento di una rete realizzata dall’attaccante nigeriano del Crotone Simy. Un’opportunità di scelta quantomeno discutibile che ha fatto insorgere il caso, scatenando le polemiche ancora prima del fischio d’inizio. Per quanto riguarda questa stagione, invece, la sfida sembra partire alla pari poiché il ruolino di marcia dei padroni di casa al “San Vito-Marulla” recita dieci punti conquistati (sui venti ottenuti) che ne fanno il secondo peggior risultato tra le formazioni di serie B; mentre, non va meglio al Crotone che, lontano dalle mura amiche dello “Scida” ha raccolto anch’esso esattamente dieci punti: un bottino troppo esiguo per puntare alla promozione diretta.

 

Qui Cosenza: Vincere per portarsi fuori dalla zona retrocessione e agganciare la zona salvezza (in virtù del momentaneo vantaggio negli scontri diretti rispetto a Venezia ed Empoli). È questo che può regalare il primo match dell’anno solare ai lupi, con una vittoria che consentirebbe una grande iniezione di fiducia in vista del proseguo della stagione. Sfumato in extremis Omeonga al momento della firma (il nigeriano ha scelto di tornare all’Hibernian) Trinchera, non ha perso tempo e ha messo a segno un grande colpo. Si tratta di Raùl Asencio, che va ad incrementare il potenziale offensivo a disposizione di mister Braglia. Il reparto che necessita maggiori ritocchi è quello arretrato: in dirittura d’arrivo c’è il terzino della Lazio Tiago Casasola, mentre sul centrale Di Gennaro il Livorno tentenna. Nell’ottica dell’avvicinamento al match i silani hanno optato per allenamenti a porte chiuse, per non dare vantaggi ai rivali. Sulla scelta del modulo peseranno le condizioni di Kanouté, apparso recuperato nei match amichevoli con Corigliano ed Amantea ed arruolabile. In avanti all-in su Rivieré con Machach, Baez e Pierini in ballottaggio per due posti. Asencio parte dalla panchina.

Cosenza (3-4-3): Perina, Idda, Schiavi, Legittimo; Corsi, Kanouté, Broh, D’Orazio; Machach, Baez Rivieré. All. Braglia

 

Qui Crotone: Tre punti per volare e per inseguire con maggiore determinazione quel sogno chiamato promozione. Il Crotone arriva al grande appuntamento contro il Cosenza con concrete possibilità di risucchiare punti alla sorpresa Pordenone 2˚ in classifica. L’obiettivo di calciomercato è cercare una punta abile nel gioco aereo, ma che possa al tempo stesso integrarsi bene nel gioco dinamico e frizzante di Stroppa. L’allenatore dei pitagorici non ha mai smentito l’interesse per il ritorno di Stefano Pettinari alla sua corte, ma l’attaccante del Trapani venerdì si è reso protagonista di una doppietta con la maglia che ha allontanato le voci che davano per fatto il passaggio nelle fila dei pitagorici. Per sostituire Vido (rientrato all’Atalanta dal prestito) in pole position resta sempre la punta del Benevento, lo svedese-cubano Armenteros, mentre l’alternativa è Antonucci della Roma ma piace anche Millico del Torino. Sempre col Torino è sfumata definitivamente la trattativa con il centrocampista francese Adopo, mentre per la difesa Gabbia è più di un’idea. Gli squali, prima della sosta forzata, venivano da un periodo di forma eccellente riscontrabile nelle ultime tre vittorie consecutive e nel gioco più divertente di tutta la cadetteria. Perciò potrebbe essere confermata la formazione che ha annichilito il Trapani nell’ultima gara del 2019 con l’unica eccezione del ritorno di Gigliotti al posto di Cuomo. Simy e Messias confermatissima coppia d’attacco.

Crotone (3-5-2): Cordaz; Gigliotti, Golemic, Marrone; Mustacchio, Barberis, Crociata, Gomelt, Molina; Simy, Messias. All. Stroppa.

 

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5137 (24) { ["ID"]=> int(52790) ["post_author"]=> string(1) "9" ["post_date"]=> string(19) "2020-01-19 11:49:36" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2020-01-19 10:49:36" ["post_content"]=> string(4983) "Si riaprono le danze. Terminato il primo giro di boa in crescendo per Cosenza e Crotone, il nuovo anno le mette subito una di fronte all’altra nel derby calabrese a tinte rossoblù. Il posticipo della prima giornata di ritorno, infatti, prevede il Monday night fra le due compagini calabresi che si sfideranno per cercare di imporre la propria supremazia calcistica cittadina. Aprire il 2020 con un buon risultato si scontra con le dinamiche imprevedibili del derby, che rendono la partita aperta ad ogni pronostico. A questo va aggiunta la lunga inattività che ha inficiato sulla condizione atletica. Se non bastasse ciò, ci si mette di mezzo pure il momento di pieno calciomercato, che può sovvertire gli equilibri tramite le tante ulteriori motivazioni e altrettanto i ‘disturbi’ che fanno la differenza. I precedenti in cadetteria vedono un assoluto predominio del Cosenza, che su tre confronti si è imposta in tutte e tre le occasioni, con l’ultimo trionfo per 1-0 nello scorso aprile. Peraltro, la vigilia del match è stata caratterizzata dalla protesta montata via social relativa all’assegnazione arbitrale della partita al sig. Abbattista che, proprio nell’ultimo Cosenza-Crotone al “Marulla”, si era resto protagonista di un contestatissimo annullamento di una rete realizzata dall’attaccante nigeriano del Crotone Simy. Un’opportunità di scelta quantomeno discutibile che ha fatto insorgere il caso, scatenando le polemiche ancora prima del fischio d’inizio. Per quanto riguarda questa stagione, invece, la sfida sembra partire alla pari poiché il ruolino di marcia dei padroni di casa al “San Vito-Marulla” recita dieci punti conquistati (sui venti ottenuti) che ne fanno il secondo peggior risultato tra le formazioni di serie B; mentre, non va meglio al Crotone che, lontano dalle mura amiche dello “Scida” ha raccolto anch’esso esattamente dieci punti: un bottino troppo esiguo per puntare alla promozione diretta.   Qui Cosenza: Vincere per portarsi fuori dalla zona retrocessione e agganciare la zona salvezza (in virtù del momentaneo vantaggio negli scontri diretti rispetto a Venezia ed Empoli). È questo che può regalare il primo match dell’anno solare ai lupi, con una vittoria che consentirebbe una grande iniezione di fiducia in vista del proseguo della stagione. Sfumato in extremis Omeonga al momento della firma (il nigeriano ha scelto di tornare all’Hibernian) Trinchera, non ha perso tempo e ha messo a segno un grande colpo. Si tratta di Raùl Asencio, che va ad incrementare il potenziale offensivo a disposizione di mister Braglia. Il reparto che necessita maggiori ritocchi è quello arretrato: in dirittura d’arrivo c’è il terzino della Lazio Tiago Casasola, mentre sul centrale Di Gennaro il Livorno tentenna. Nell’ottica dell’avvicinamento al match i silani hanno optato per allenamenti a porte chiuse, per non dare vantaggi ai rivali. Sulla scelta del modulo peseranno le condizioni di Kanouté, apparso recuperato nei match amichevoli con Corigliano ed Amantea ed arruolabile. In avanti all-in su Rivieré con Machach, Baez e Pierini in ballottaggio per due posti. Asencio parte dalla panchina. Cosenza (3-4-3): Perina, Idda, Schiavi, Legittimo; Corsi, Kanouté, Broh, D'Orazio; Machach, Baez Rivieré. All. Braglia   Qui Crotone: Tre punti per volare e per inseguire con maggiore determinazione quel sogno chiamato promozione. Il Crotone arriva al grande appuntamento contro il Cosenza con concrete possibilità di risucchiare punti alla sorpresa Pordenone 2˚ in classifica. L’obiettivo di calciomercato è cercare una punta abile nel gioco aereo, ma che possa al tempo stesso integrarsi bene nel gioco dinamico e frizzante di Stroppa. L’allenatore dei pitagorici non ha mai smentito l’interesse per il ritorno di Stefano Pettinari alla sua corte, ma l’attaccante del Trapani venerdì si è reso protagonista di una doppietta con la maglia che ha allontanato le voci che davano per fatto il passaggio nelle fila dei pitagorici. Per sostituire Vido (rientrato all’Atalanta dal prestito) in pole position resta sempre la punta del Benevento, lo svedese-cubano Armenteros, mentre l’alternativa è Antonucci della Roma ma piace anche Millico del Torino. Sempre col Torino è sfumata definitivamente la trattativa con il centrocampista francese Adopo, mentre per la difesa Gabbia è più di un’idea. Gli squali, prima della sosta forzata, venivano da un periodo di forma eccellente riscontrabile nelle ultime tre vittorie consecutive e nel gioco più divertente di tutta la cadetteria. Perciò potrebbe essere confermata la formazione che ha annichilito il Trapani nell’ultima gara del 2019 con l’unica eccezione del ritorno di Gigliotti al posto di Cuomo. Simy e Messias confermatissima coppia d’attacco. Crotone (3-5-2): Cordaz; Gigliotti, Golemic, Marrone; Mustacchio, Barberis, Crociata, Gomelt, Molina; Simy, Messias. All. Stroppa.  " ["post_title"]=> string(61) "Presentazione incontro e probabili formazioni Cosenza-Crotone" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(61) "presentazione-incontro-e-probabili-formazioni-cosenza-crotone" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2020-01-19 11:49:36" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2020-01-19 10:49:36" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=52790" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }