Due trasferte in quattro giorni per il Catanzaro di Grassadonia, atteso dal doppio confronto contro Paganese e dal derby con la Vibonese. Sarà un match dal sapore particolare quello del ‘Torre’ per Tascone e Grassadonia, i due hanno vissuto insieme l’esperienza agli azzurrostellati lasciando un ottimo ricordo. L’incontro, inizialmente previsto per le 20:30 di oggi, è stato anticipato dalla Federazione alle 17.30 della stessa giornata. I precedenti tra le due squadre si colorano a tinte giallorosse, infatti in Campania le aquile, negli otto precedenti, hanno vinto quattro volte, pareggiando tre. Uno spareggio playoff quello che andrà di scena, con i giallorossi avanti in classifica di quattro punti sui campani, ma che mancano l’appello con la vittoria in trasferta dall’8 settembre.

Fronte Paganese: “Sono onorato di aver fatto parte della famiglia del Catanzaro e ricordo con affetto il popolo giallorosso; loro cercheranno di ottenere una posizione che gli consenta di giocare i playoff in una situazione di privilegio, ci vorrà grande attenzione”: queste le parole di Erra ex tecnico dei giallorossi in due diverse stagioni. La compagine di Pagani è reduce dal vittorioso derby di Caserta e sempre più lanciato verso la zona playoff (deve recuperare la gara contro il Catania mercoledì). 

Per il match contro i calabresi, l’allenatore dei ‘liguorini’ non potrà contare su Thomas Alberti. La punta veneta è stata fermata dal Giudice sportivo per avere esultato togliendosi la maglietta nell’ultimo derby contro la Casertana. Attenzione ad Abou Diop, l’attaccante senegalese è già a quota sette gol in campionato

Paganese (3-5-2): Baiocco; Schiavino, Mattia, Stendardo; Dramè, Capece, Caccetta, Gaeta, Panariello; Diop, Guadagni.

Qui Catanzaro: Per la gara contro la Paganese mister Grassadonia ha convocato 23 calciatori: Di Gennaro, 12 Mittica, 22 Adamonis; 14 Riggio, 15 Signorini, 16 Elizalde, 23 Figliomeni, 25 Martinelli; 3 Favalli, 6 Nicoletti, 8 Urso, 11 Statella, 13 Tascone, 19 De Risio, 26 Risolo, 32 Bayeye; 7 Kanoute, 10 Giannone, 17 Novello, 18 Bianchimano, 20 Di Livio, 21 Fischnaller, 28 Nicastro. Scelte nette per Grassadonia, che oltre a Casoli, Quaranta, Celiento e Pinna indisponibili, deve rinunciare a Maita squalificato e sceglie di non convocare Mangni e Calì ormai sempre più lontani dal progetto tecnico della società calabrese e vicini all’addio a gennaio. Nonostante l’assenza del capitano dei giallorossi, Grassadonia non modificherà modulo alla squadra ripiegando sul 3-4-3 ma continuerà col suo credo tattico, cambiando, però, inevitabilmente volto alla squadra. I tre in mezzo al campo saranno Tascone, Risolo e Urso ormai pienamente recuperato, che parte in vantaggio nel ballottaggio con De Risio. Solito affollamento in attacco, con Kanoutè, Fischnaller e Nicastro in concorrenza per due maglie, con i primi due favoriti. La punta numero 28, dopo i ‘gestacci’ alla fine dell’incontro con la Ternana si è scusata con i tifosi, ma non subirà sanzioni disciplinari e dovrebbe partire dalla panchina.

Catanzaro (3-5-2): Di Gennaro; Riggio, Martinelli, Signorini; Statella, Risolo, Urso, Tascone, Favalli; Kanouté, Fischnaller.

L’incontro sarà diretto da un arbitro piemontese, il sig. Matteo Gariglio della Sezione di Pinerolo.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5135 (24) { ["ID"]=> int(49063) ["post_author"]=> string(1) "9" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-07 09:00:43" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-07 08:00:43" ["post_content"]=> string(3405) "Due trasferte in quattro giorni per il Catanzaro di Grassadonia, atteso dal doppio confronto contro Paganese e dal derby con la Vibonese. Sarà un match dal sapore particolare quello del ‘Torre’ per Tascone e Grassadonia, i due hanno vissuto insieme l’esperienza agli azzurrostellati lasciando un ottimo ricordo. L’incontro, inizialmente previsto per le 20:30 di oggi, è stato anticipato dalla Federazione alle 17.30 della stessa giornata. I precedenti tra le due squadre si colorano a tinte giallorosse, infatti in Campania le aquile, negli otto precedenti, hanno vinto quattro volte, pareggiando tre. Uno spareggio playoff quello che andrà di scena, con i giallorossi avanti in classifica di quattro punti sui campani, ma che mancano l’appello con la vittoria in trasferta dall’8 settembre. Fronte Paganese: “Sono onorato di aver fatto parte della famiglia del Catanzaro e ricordo con affetto il popolo giallorosso; loro cercheranno di ottenere una posizione che gli consenta di giocare i playoff in una situazione di privilegio, ci vorrà grande attenzione”: queste le parole di Erra ex tecnico dei giallorossi in due diverse stagioni. La compagine di Pagani è reduce dal vittorioso derby di Caserta e sempre più lanciato verso la zona playoff (deve recuperare la gara contro il Catania mercoledì).  Per il match contro i calabresi, l’allenatore dei ‘liguorini’ non potrà contare su Thomas Alberti. La punta veneta è stata fermata dal Giudice sportivo per avere esultato togliendosi la maglietta nell’ultimo derby contro la Casertana. Attenzione ad Abou Diop, l’attaccante senegalese è già a quota sette gol in campionato Paganese (3-5-2): Baiocco; Schiavino, Mattia, Stendardo; Dramè, Capece, Caccetta, Gaeta, Panariello; Diop, Guadagni. Qui Catanzaro: Per la gara contro la Paganese mister Grassadonia ha convocato 23 calciatori: Di Gennaro, 12 Mittica, 22 Adamonis; 14 Riggio, 15 Signorini, 16 Elizalde, 23 Figliomeni, 25 Martinelli; 3 Favalli, 6 Nicoletti, 8 Urso, 11 Statella, 13 Tascone, 19 De Risio, 26 Risolo, 32 Bayeye; 7 Kanoute, 10 Giannone, 17 Novello, 18 Bianchimano, 20 Di Livio, 21 Fischnaller, 28 Nicastro. Scelte nette per Grassadonia, che oltre a Casoli, Quaranta, Celiento e Pinna indisponibili, deve rinunciare a Maita squalificato e sceglie di non convocare Mangni e Calì ormai sempre più lontani dal progetto tecnico della società calabrese e vicini all’addio a gennaio. Nonostante l’assenza del capitano dei giallorossi, Grassadonia non modificherà modulo alla squadra ripiegando sul 3-4-3 ma continuerà col suo credo tattico, cambiando, però, inevitabilmente volto alla squadra. I tre in mezzo al campo saranno Tascone, Risolo e Urso ormai pienamente recuperato, che parte in vantaggio nel ballottaggio con De Risio. Solito affollamento in attacco, con Kanoutè, Fischnaller e Nicastro in concorrenza per due maglie, con i primi due favoriti. La punta numero 28, dopo i ‘gestacci’ alla fine dell’incontro con la Ternana si è scusata con i tifosi, ma non subirà sanzioni disciplinari e dovrebbe partire dalla panchina. Catanzaro (3-5-2): Di Gennaro; Riggio, Martinelli, Signorini; Statella, Risolo, Urso, Tascone, Favalli; Kanouté, Fischnaller. L’incontro sarà diretto da un arbitro piemontese, il sig. Matteo Gariglio della Sezione di Pinerolo." ["post_title"]=> string(64) "Presentazione incontro e probabili formazioni Paganese-Catanzaro" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(64) "presentazione-incontro-e-probabili-formazioni-paganese-catanzaro" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-07 09:00:43" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-07 08:00:43" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=49063" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }