Ad ottobre scorso erano scesi in piazza per protestare, in occasione della giornata nazionale “sfratti zero”, contro la politica dell’amministrazione comunale che, a loro dire, continua a disinteressarsi riguardo il diritto all’alloggio ed in generale verso la politica della casa. 

Oggi sono scesi ancora in piazza i rappresentanti di diverse associazioni (Osservatorio sul disagio abitativo, Un Mondo di Mondi, CSOA A. Cartella, Società dei Territorialisti onlus, Centro Sociale Nuvola Rossa, Comitato solidarietà migranti, Reggio non Tace, Collettivo AutonoMia) per sottolineare ancora una volta l’immobilismo del governo cittadino, nonostante la riunione fissata dal dirigente per un tentativo di coordinamento con gli altri settori degli uffici comunali per trovare una soluzione alle richieste di emergenza abitativa ed a quelle delle circa mille famiglie vincitrici del bando comunale del 2005 che ancora aspettano l’assegnazione della casa. Una riunione fallita per l’assenza del dirigente preposto al settore. 

“Non ci hanno fatto sapere nulla – esordisce Giacomo Marino dell’associazione Un Mondo di Mondi – sia per le situazioni di emergenza, sfratti e quant’altro, sia per tutte le altre questioni che investono in generale il problema della casa. Anche oggi non abbiamo ricevuto alcun segnale dall’amministrazione. Non esiste nessun dialogo con il dirigente che si interessa degli alloggi popolari, sempre occupato e con un numero di impiegati ridotto all’osso”. Ma per Marino quella che manca è soprattutto la volontà politica. “In cinque anni è mancato un assessore alle politiche abitative e gli undici milioni destinati ad acquistare circa centossessanta alloggi solo da poco tempo sono tornati alla destinazione originaria dopo essere stati stornati per risolvere altri problemi. Credo che la volontà sia quella di non rispondere al diritto alla casa. Anche il dirigente, messo lì per dirigere il settore, viene destinato ad altri incarichi ritenuti più importanti”.

Quello che i rappresentanti chiedono adesso è che si faccia l’incontro già programmato e saltato per l’assenza del dirigente e soprattutto che si risponda alla richiesta di verifiche sugli alloggi. “Sono importantissime – continua Marino – sia per reperire gli alloggi che si liberano, il patrimonio comunale si aggira a circa settemila alloggi, sia anche per controllarlo perché man mano che gli alloggi si liberano gli stessi dovrebbero essere riassegnati. Ed invece entrano in una sorta di mercato nero in cui c’è chi li vende, li affitta, li occupa per sei mesi e poi entra un’altra famiglia, una situazione ingestibile. E le verifiche, quindi, dovrebbero essere fatte proprio per riprendersi gli alloggi e riassegnarli. Cosa che non viene fatta. Solo ventitré le verifiche svolte al momento e c’è gente oggi che ha la casa di proprietà e l’alloggio assegnato e li mantiene entrambi perché l’amministrazione non arriva ad emanare un decreto di decadenza esecutivo, per legge. E quindi tutto rimane sospeso”.

Vista la situazione, l’Osservatorio sul disagio abitativo chiede che il Comune nei prossimi giorni costituisca il tavolo tecnico tra il settoreERp, gli altri settori comunali, le associazioni, i movimenti e le famiglie con la finalità di coordinare le azioni di gestione del patrimonio edilizio comunale e si pensi alla dislocazione delle quindici famiglia dell’area ex Polveriera. A questo si aggiunge la richiesta di manutenzione necessaria e la pronta assegnazione degli alloggi alle famiglie vincitrici del bando 2005, oltre a provvedere all’emergenza abitativa e per i cambi alloggi, quelli che si rendono disponibili dopo le necessarie verifiche.

 

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5134 (24) { ["ID"]=> int(48849) ["post_author"]=> string(2) "16" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-05 13:34:34" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-05 12:34:34" ["post_content"]=> string(4062) "Ad ottobre scorso erano scesi in piazza per protestare, in occasione della giornata nazionale “sfratti zero”, contro la politica dell’amministrazione comunale che, a loro dire, continua a disinteressarsi riguardo il diritto all’alloggio ed in generale verso la politica della casa.  Oggi sono scesi ancora in piazza i rappresentanti di diverse associazioni (Osservatorio sul disagio abitativo, Un Mondo di Mondi, CSOA A. Cartella, Società dei Territorialisti onlus, Centro Sociale Nuvola Rossa, Comitato solidarietà migranti, Reggio non Tace, Collettivo AutonoMia) per sottolineare ancora una volta l’immobilismo del governo cittadino, nonostante la riunione fissata dal dirigente per un tentativo di coordinamento con gli altri settori degli uffici comunali per trovare una soluzione alle richieste di emergenza abitativa ed a quelle delle circa mille famiglie vincitrici del bando comunale del 2005 che ancora aspettano l’assegnazione della casa. Una riunione fallita per l’assenza del dirigente preposto al settore.  “Non ci hanno fatto sapere nulla – esordisce Giacomo Marino dell’associazione Un Mondo di Mondi – sia per le situazioni di emergenza, sfratti e quant’altro, sia per tutte le altre questioni che investono in generale il problema della casa. Anche oggi non abbiamo ricevuto alcun segnale dall’amministrazione. Non esiste nessun dialogo con il dirigente che si interessa degli alloggi popolari, sempre occupato e con un numero di impiegati ridotto all’osso”. Ma per Marino quella che manca è soprattutto la volontà politica. “In cinque anni è mancato un assessore alle politiche abitative e gli undici milioni destinati ad acquistare circa centossessanta alloggi solo da poco tempo sono tornati alla destinazione originaria dopo essere stati stornati per risolvere altri problemi. Credo che la volontà sia quella di non rispondere al diritto alla casa. Anche il dirigente, messo lì per dirigere il settore, viene destinato ad altri incarichi ritenuti più importanti”. Quello che i rappresentanti chiedono adesso è che si faccia l’incontro già programmato e saltato per l’assenza del dirigente e soprattutto che si risponda alla richiesta di verifiche sugli alloggi. “Sono importantissime – continua Marino - sia per reperire gli alloggi che si liberano, il patrimonio comunale si aggira a circa settemila alloggi, sia anche per controllarlo perché man mano che gli alloggi si liberano gli stessi dovrebbero essere riassegnati. Ed invece entrano in una sorta di mercato nero in cui c’è chi li vende, li affitta, li occupa per sei mesi e poi entra un’altra famiglia, una situazione ingestibile. E le verifiche, quindi, dovrebbero essere fatte proprio per riprendersi gli alloggi e riassegnarli. Cosa che non viene fatta. Solo ventitré le verifiche svolte al momento e c’è gente oggi che ha la casa di proprietà e l’alloggio assegnato e li mantiene entrambi perché l’amministrazione non arriva ad emanare un decreto di decadenza esecutivo, per legge. E quindi tutto rimane sospeso”. Vista la situazione, l’Osservatorio sul disagio abitativo chiede che il Comune nei prossimi giorni costituisca il tavolo tecnico tra il settoreERp, gli altri settori comunali, le associazioni, i movimenti e le famiglie con la finalità di coordinare le azioni di gestione del patrimonio edilizio comunale e si pensi alla dislocazione delle quindici famiglia dell’area ex Polveriera. A questo si aggiunge la richiesta di manutenzione necessaria e la pronta assegnazione degli alloggi alle famiglie vincitrici del bando 2005, oltre a provvedere all’emergenza abitativa e per i cambi alloggi, quelli che si rendono disponibili dopo le necessarie verifiche.  " ["post_title"]=> string(123) "Protesta il mondo dell’associazionismo per il diritto all’alloggio e contro l’inerzia dell’amministrazione comunale" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(111) "protesta-il-mondo-dellassociazionismo-per-il-diritto-allalloggio-e-contro-linerzia-dellamministrazione-comunale" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-05 13:34:34" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-05 12:34:34" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=48849" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }