Al Viviani è spettacolo di colori. Tutto esaurito in ogni ordine di posto. La Reggina però non si fa intimidire e parte subito in quinta sostenuta dai 535 tifosi amaranto. Dopo un inizio tattico ed equilibrato, a spezzare tutto ciò è Simone Corazza con due gol da attaccante completo: il primo di testa e il secondo dalla distanza con una meraviglia. In tre minuti la squadra di Toscano, assente per squalifica, mette in chiaro le cose. Uno-due micidiale, tre minuti da incubo per la squadra di Raffaele che in casa finora non aveva subito nessuna rete. Cade l’imbattibilità casalinga che durava dal 30 dicembre 2018 contro un’altra calabrese, il Catanzaro (1-5). Il Potenza non riesce ad avere una reazione vera e propria il merito è della Reggina che copre bene il campo e non lascia spiragli liberi. De Rose e compagni con la giusta attenzione mantengono il pallino del gioco e lontano i lucani. Poche idee dei padroni di casa anche nel finale di primo tempo, i quali dovrebbero cambiare registro nella seconda parte e trovare la scintilla per riaprire la partita, ma contro una Reggina così solida diventa davvero una montagna difficile da scalare. Nella ripresa Toscano mette dentro Rivas al posto di De Rose, di fronte un Potenza più convinto cerca il da farsi. La Reggina continua con esperienza la sua partita senza rischiare troppo. Dettori prova a suonare la sveglia creando il primo squillo interessante: il suo tiro sorvola la traversa. Partita che rimane in totale controllo agli amaranto, mentre i lucani provano a inventarsi qualcosa a testa bassa con cuore e voglia ma in modo confusionario. Gli ospiti dimostrano ancora una volta la capacità di saper gestire la situazione con un ottimo palleggio portando la gara sul binario preferito. Bellomo, entrato al posto del bomber Corazza, chiude i conti battendo Iome con un pallonetto docile . Poi tanto nervosismo sull’esultanza tipica del trenino del 10 amaranto, che fa infuriare la panchina rossoblu. Nella mischia espulsi Emerson e Bellomo. Ritornando al match, questa l’unica macchia di una sfida combattuta, dove però l’ha dominata in lungo e largo la squadra calabrese dimostrando di saperci stare lassù in classifica. La Reggina vola dunque a più 5 dalla seconda. Il Potenza ne esce sconfitto, primo ko interno del 2019. 

Potenza (3-4-3): Ioime; Sales (59’ Silvestri), Giosa (73’ Viteritti), Emerson; Coccia, Ricci (73’Iuliano), Dettori, Panico; Isgrò (53’ Longo), Vuletich, Ferri Marini (58’Murano). A disposizione: Breza, Sepe, Franca, Arcidiacono, Coppola, Di Somma, Souare. Allenatore: Raffaele.

Reggina (3-4-1-2): Guarna; Loiacono (70’ Gasparetto), Blondett, Rossi; Garufo, Bianchi, De Rose (45’Rivas), Rolando; Sounas; Corazza (81’Bellomo), Denis (57’Reginaldo). A disposizione: Farroni, Geria, Bresciani, Rubin, De Francesco, Paolucci, Salandria, Doumbia. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Daniele De Santis di Lecce (Nicola Mariottini di Arezzo e Davide Meozzi di Siena).

Ammoniti: 39’ Loiacono (R), 50’ Sounas (R),63’Emerson (P), 69’ Reginaldo (R), 69’ Dettori (P)

 Espulsi: 89’ Emerson (P), 89’ Bellomo (R), Raffaele, allenatore del Potenza per proteste

Marcatori: Corazza 20′, 23′; Bellomo 86′.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(44720) ["post_author"]=> string(2) "12" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-03 19:50:24" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-03 18:50:24" ["post_content"]=> string(3417) "Al Viviani è spettacolo di colori. Tutto esaurito in ogni ordine di posto. La Reggina però non si fa intimidire e parte subito in quinta sostenuta dai 535 tifosi amaranto. Dopo un inizio tattico ed equilibrato, a spezzare tutto ciò è Simone Corazza con due gol da attaccante completo: il primo di testa e il secondo dalla distanza con una meraviglia. In tre minuti la squadra di Toscano, assente per squalifica, mette in chiaro le cose. Uno-due micidiale, tre minuti da incubo per la squadra di Raffaele che in casa finora non aveva subito nessuna rete. Cade l’imbattibilità casalinga che durava dal 30 dicembre 2018 contro un'altra calabrese, il Catanzaro (1-5). Il Potenza non riesce ad avere una reazione vera e propria il merito è della Reggina che copre bene il campo e non lascia spiragli liberi. De Rose e compagni con la giusta attenzione mantengono il pallino del gioco e lontano i lucani. Poche idee dei padroni di casa anche nel finale di primo tempo, i quali dovrebbero cambiare registro nella seconda parte e trovare la scintilla per riaprire la partita, ma contro una Reggina così solida diventa davvero una montagna difficile da scalare. Nella ripresa Toscano mette dentro Rivas al posto di De Rose, di fronte un Potenza più convinto cerca il da farsi. La Reggina continua con esperienza la sua partita senza rischiare troppo. Dettori prova a suonare la sveglia creando il primo squillo interessante: il suo tiro sorvola la traversa. Partita che rimane in totale controllo agli amaranto, mentre i lucani provano a inventarsi qualcosa a testa bassa con cuore e voglia ma in modo confusionario. Gli ospiti dimostrano ancora una volta la capacità di saper gestire la situazione con un ottimo palleggio portando la gara sul binario preferito. Bellomo, entrato al posto del bomber Corazza, chiude i conti battendo Iome con un pallonetto docile . Poi tanto nervosismo sull'esultanza tipica del trenino del 10 amaranto, che fa infuriare la panchina rossoblu. Nella mischia espulsi Emerson e Bellomo. Ritornando al match, questa l’unica macchia di una sfida combattuta, dove però l'ha dominata in lungo e largo la squadra calabrese dimostrando di saperci stare lassù in classifica. La Reggina vola dunque a più 5 dalla seconda. Il Potenza ne esce sconfitto, primo ko interno del 2019.  Potenza (3-4-3): Ioime; Sales (59’ Silvestri), Giosa (73’ Viteritti), Emerson; Coccia, Ricci (73’Iuliano), Dettori, Panico; Isgrò (53’ Longo), Vuletich, Ferri Marini (58’Murano). A disposizione: Breza, Sepe, Franca, Arcidiacono, Coppola, Di Somma, Souare. Allenatore: Raffaele. Reggina (3-4-1-2): Guarna; Loiacono (70’ Gasparetto), Blondett, Rossi; Garufo, Bianchi, De Rose (45’Rivas), Rolando; Sounas; Corazza (81’Bellomo), Denis (57’Reginaldo). A disposizione: Farroni, Geria, Bresciani, Rubin, De Francesco, Paolucci, Salandria, Doumbia. Allenatore: Toscano. Arbitro: Daniele De Santis di Lecce (Nicola Mariottini di Arezzo e Davide Meozzi di Siena). Ammoniti: 39’ Loiacono (R), 50’ Sounas (R),63’Emerson (P), 69’ Reginaldo (R), 69’ Dettori (P)  Espulsi: 89’ Emerson (P), 89’ Bellomo (R), Raffaele, allenatore del Potenza per proteste Marcatori: Corazza 20', 23'; Bellomo 86'." ["post_title"]=> string(75) "Reggina d'alta classifica, boom boom Corazza e Bellomo abbattono il Potenza" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(73) "reggina-dalta-classifica-boom-boom-corazza-e-bellomo-abbattono-il-potenza" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-03 20:12:05" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-03 19:12:05" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=44720" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }