“E’ stata depositata, su iniziativa del capogruppo Pd Domenico Battaglia e dei consiglieri regionali Domenico Tallini, Michele Mirabello, Giovanni Nucera, Carlo Guccione, Giovanni Arruzzolo, Franco Sergio, Giuseppe Aieta, Flora Sculco e Mauro D’Acri, una proposta di legge recante: Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 11 agosto 2010, n.21 recante: ‘Misure straordinarie a sostegno dell’attività edilizia finalizzata al miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale'”. E’ quanto riferisce una nota diffusa dal capogruppo Pd, Battaglia. “La pdl è strutturata in tre articoli – è scritto nel comunicato – ed ha l’obiettivo di offrire strumenti di semplificazione e chiarezza a tutti gli operatori (Ordini professionali, tecnici e operatori amministrativi) che quotidianamente si confrontano con le norme del cosiddetto Piano Casa, ovvero la legge regionale 11 agosto 2010, n.21. L’articolo 1 prevede, al fine di favorire la definizione delle Istanze di sanatoria edilizia che, i Comuni possono, entro il 30 giugno 2020, mediante apposita deliberazione della Giunta Comunale, approvare un atto di indirizzo che preveda procedure di autocertificazione, definendo modalità e tempi di attuazione, fatta salva l’acquisizione dei pareri vincolanti stabiliti dalla normativa vigente”.

“La definizione delle istanze di condono edilizio e del Piano Casa è di fondamentale importanza – sostiene Domenico Battaglia – perché comporta ripercussioni sull’intera attività delle amministrazioni comunali, sia nella funzione di programmazione e di pianificazione territoriale, che per gli investimenti di opere di urbanizzazione di intere aree dei comuni. Ad oggi, nei comuni della CALABRIA sono giacenti e inevase decine di migliaia di domande di condono edilizio. Con l’articolo 1 di questa proposta di legge l’obiettivo è quello di snellire e di accelerare le procedure di definizione delle pratiche di sanatoria edilizia e, nel contempo, recuperare i rispettivi oneri di urbanizzazione e di costruzione, dove è possibile concedere il condono delle opere abusive”. “Un provvedimento legislativo – prosegue Battaglia – che avrebbe ripercussioni positive nei confronti dei cittadini che attendono da decenni una risposta alle loro Istanze e dei Comuni con incassi di diversi milioni di euro e benefici economici per i loro bilanci”.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(44195) ["post_author"]=> string(1) "4" ["post_date"]=> string(19) "2019-10-29 19:20:55" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-10-29 18:20:55" ["post_content"]=> string(2356) ""E' stata depositata, su iniziativa del capogruppo Pd Domenico Battaglia e dei consiglieri regionali Domenico Tallini, Michele Mirabello, Giovanni Nucera, Carlo Guccione, Giovanni Arruzzolo, Franco Sergio, Giuseppe Aieta, Flora Sculco e Mauro D'Acri, una proposta di legge recante: Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 11 agosto 2010, n.21 recante: 'Misure straordinarie a sostegno dell'attività edilizia finalizzata al miglioramento della qualità del patrimonio edilizio residenziale'". E' quanto riferisce una nota diffusa dal capogruppo Pd, Battaglia. "La pdl è strutturata in tre articoli - è scritto nel comunicato - ed ha l'obiettivo di offrire strumenti di semplificazione e chiarezza a tutti gli operatori (Ordini professionali, tecnici e operatori amministrativi) che quotidianamente si confrontano con le norme del cosiddetto Piano Casa, ovvero la legge regionale 11 agosto 2010, n.21. L'articolo 1 prevede, al fine di favorire la definizione delle Istanze di sanatoria edilizia che, i Comuni possono, entro il 30 giugno 2020, mediante apposita deliberazione della Giunta Comunale, approvare un atto di indirizzo che preveda procedure di autocertificazione, definendo modalità e tempi di attuazione, fatta salva l'acquisizione dei pareri vincolanti stabiliti dalla normativa vigente". "La definizione delle istanze di condono edilizio e del Piano Casa è di fondamentale importanza - sostiene Domenico Battaglia - perché comporta ripercussioni sull'intera attività delle amministrazioni comunali, sia nella funzione di programmazione e di pianificazione territoriale, che per gli investimenti di opere di urbanizzazione di intere aree dei comuni. Ad oggi, nei comuni della CALABRIA sono giacenti e inevase decine di migliaia di domande di condono edilizio. Con l'articolo 1 di questa proposta di legge l'obiettivo è quello di snellire e di accelerare le procedure di definizione delle pratiche di sanatoria edilizia e, nel contempo, recuperare i rispettivi oneri di urbanizzazione e di costruzione, dove è possibile concedere il condono delle opere abusive". "Un provvedimento legislativo - prosegue Battaglia - che avrebbe ripercussioni positive nei confronti dei cittadini che attendono da decenni una risposta alle loro Istanze e dei Comuni con incassi di diversi milioni di euro e benefici economici per i loro bilanci"." ["post_title"]=> string(58) "Regione: Battaglia, pdl bipartisan integrazione Piano Casa" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(56) "regione-battaglia-pdl-bipartisan-integrazione-piano-casa" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-10-29 17:21:48" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-10-29 16:21:48" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=44195" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }