“Dopo la clamorosa protesta di centinaia di famiglie fragili, la giunta regionale non ha che una scelta: ritirare e modificare radicalmente il Regolamento del welfare”. E’ quanto chiede il capogruppo della Cdl alla Regione, Gianluca Gallo, “evidenziando – riporta una nota – una volta ancora le storture di un provvedimento imposto a colpi di maggioranza dal governatore Mario Oliverio e dall’assessora al ramo Angela Robbe”. “La sollevazione spontanea di un numero così rilevante di famiglie con figli disabili, minori a rischio o anziani in condizioni precarie e critiche – afferma Gallo – porta allo scoperto lacune arcinote e da noi denunciate ma che l’assessora Robbe in particolare aveva deciso di ignorare,da ultimo forzando la mano su un Regolamento approvato prima del parere della Terza Commissione, inizialmente dubbiosa se non contraria e poi portata ad esprimersi favorevolmente a colpi di maggioranza, col voto negativo delle minoranze, nonostante mozioni ed ordini del giorno unanimi di segno contrario. Quella che l’assessora Robbe si ostina a chiamare pomposamente riforma non è tale, essendo in realtà la completa negazione di ciò che la Calabria attende da anni. Lo segnaliamo da tempo, inascoltati: il nuovo Regolamento mette a rischio l’intero settore delle politiche sociali regionale, non risparmiando cittadini, enti locali ed operatori economici”.

 

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(44326) ["post_author"]=> string(1) "4" ["post_date"]=> string(19) "2019-10-30 16:45:43" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-10-30 15:45:43" ["post_content"]=> string(1386) ""Dopo la clamorosa protesta di centinaia di famiglie fragili, la giunta regionale non ha che una scelta: ritirare e modificare radicalmente il Regolamento del welfare". E' quanto chiede il capogruppo della Cdl alla Regione, Gianluca Gallo, "evidenziando - riporta una nota - una volta ancora le storture di un provvedimento imposto a colpi di maggioranza dal governatore Mario Oliverio e dall'assessora al ramo Angela Robbe". "La sollevazione spontanea di un numero così rilevante di famiglie con figli disabili, minori a rischio o anziani in condizioni precarie e critiche - afferma Gallo - porta allo scoperto lacune arcinote e da noi denunciate ma che l'assessora Robbe in particolare aveva deciso di ignorare,da ultimo forzando la mano su un Regolamento approvato prima del parere della Terza Commissione, inizialmente dubbiosa se non contraria e poi portata ad esprimersi favorevolmente a colpi di maggioranza, col voto negativo delle minoranze, nonostante mozioni ed ordini del giorno unanimi di segno contrario. Quella che l'assessora Robbe si ostina a chiamare pomposamente riforma non è tale, essendo in realtà la completa negazione di ciò che la Calabria attende da anni. Lo segnaliamo da tempo, inascoltati: il nuovo Regolamento mette a rischio l'intero settore delle politiche sociali regionale, non risparmiando cittadini, enti locali ed operatori economici".  " ["post_title"]=> string(60) "Regione:Gallo, Giunta ritiri e modifichi regolamento welfare" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(58) "regionegallo-giunta-ritiri-e-modifichi-regolamento-welfare" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-10-30 15:31:31" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-10-30 14:31:31" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=44326" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }