“Vorrei considerare il Natale, e presentarlo a voi, come il punto del massimo avvicinamento di Dio all’uomo. Il Figlio Dio si è fatto uomo. Non è soltanto un mettersi accanto, non è solo un farsi vicino, ma è, come dice anche la liturgia, un diventare uno di noi, in tutto simile a noi fuorché nel peccato”. Inizia così il messaggio natalizio che Fratel Costantino, fondatore e presidente dell’Associazione europea “Amici di San Rocco”, invia a tutti i gruppi sparsi in Italia e in Europa, alle confraternite religiose e ai tantissimi devoti del santo taumaturgo di Montpellier per il Natale che sta pe arrivare. Richiamando poi il Concilio Vaticano II e l’enciclica Gaudium et spes, Fratel Costantino prosegue: “Gesù è diventato uno di noi, ha lavorato con mani d’uomo, ha pensato con mente d’uomo, ha agito con volontà d’uomo, ha amato con cuore d’uomo. Nascendo da Maria Vergine, egli si è fatto veramente uno di noi, in tutto simile a noi fuorché nel peccato.  Egli, infatti, è l’Innocente, ed è, per questo, capace di offrirci una mano che ci tragga fuori dalle paludi dove, in vario modo, ci siamo avventurati. Il Natale ci parla proprio di questa innocenza – aggiunge – Dio supera ogni nostro sforzo, è più grande anche dei nostri progetti perché Egli ci previene e ci previene nell’amore”. Parole profonde a cui segue l’invito: “Guardiamo al Natale come alla festa della vicinanza di Dio! Abbiamo bisogno di persone che ci stiano accanto, che ci prendano per mano e ci accompagnino.  Fra tutte, il Signore è il primo”.  Nella lettera diffusa dalla sua segreteria di Roma non manca, quindi, un augurio per il nuovo anno “che non significa certo una ripetizione- scrive –  il tempo è ciclico, ritorna sempre su se stesso e, tuttavia, ci porta avanti. L’augurio è proprio questo – sottolinea – che col nuovo anno ci sentiamo in grado e capaci di fare un passo avanti. Il nuovo anno è l’occasione anche di tenere vive le attese, le speranze, i desideri, i migliori, quelli più belli”. Rivolgendosi infine a ciascuno di coloro che leggeranno il messaggio, Fratel Costantino conclude: “Sei anche luce di Natale quando illumini con la tua vita il cammino degli altri con la bontà, la pazienza, l’allegria e la generosità. Gli angeli di Natale sei tu quando canti al mondo un messaggio di pace, di giustizia e di amore. La stella di Natale sei tu quando conduci qualcuno all’ incontro con il Signore. Sei anche i Re Magi quando dai il meglio che hai, senza tenere conto a chi lo dai. La musica di Natale sei tu quando conquisti l’armonia dentro di te. Il regalo di Natale sei tu quando sei un vero amico e fratello di tutti gli esseri umani. L’augurio si trasforma in invito: accogliamo il Signore, che viene per starci vicino e anche noi accogliamoci l’un l’altro, per andare, tutti insieme, incontro al Signore che viene”. Un messaggio che ha arricchito di nuova speranza e fiducia anche gli Amici di San Rocco di San Costantino, guidati dal presidente Antonino De Luca e dal segretario Angelo Carrì, i quali hanno dato vita, con il contributo dell’amministrazione comunale, alla Biblioteca – videoteca nazionale dell’Associazione, dove spesso si reca Fratel Costantino quando viene in paese a fare visita ai tanti devoti. Davanti alla sede, inoltre, è stato realizzato, da un paio d’anni un singolare quanto suggestivo Presepe vivente permanente, che in questo periodo rivive di luce straordinaria, anche con riferimento alle recenti parole di Papa Francesco a Greccio sul recupero di una antica tradizione che ha in sé un simbologia che conduce ai semplici e veri valori del Natale. 

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5134 (24) { ["ID"]=> int(48833) ["post_author"]=> string(2) "19" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-05 09:00:06" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-05 08:00:06" ["post_content"]=> string(3905) "“Vorrei considerare il Natale, e presentarlo a voi, come il punto del massimo avvicinamento di Dio all’uomo. Il Figlio Dio si è fatto uomo. Non è soltanto un mettersi accanto, non è solo un farsi vicino, ma è, come dice anche la liturgia, un diventare uno di noi, in tutto simile a noi fuorché nel peccato”. Inizia così il messaggio natalizio che Fratel Costantino, fondatore e presidente dell’Associazione europea “Amici di San Rocco”, invia a tutti i gruppi sparsi in Italia e in Europa, alle confraternite religiose e ai tantissimi devoti del santo taumaturgo di Montpellier per il Natale che sta pe arrivare. Richiamando poi il Concilio Vaticano II e l’enciclica Gaudium et spes, Fratel Costantino prosegue: “Gesù è diventato uno di noi, ha lavorato con mani d’uomo, ha pensato con mente d’uomo, ha agito con volontà d’uomo, ha amato con cuore d’uomo. Nascendo da Maria Vergine, egli si è fatto veramente uno di noi, in tutto simile a noi fuorché nel peccato.  Egli, infatti, è l’Innocente, ed è, per questo, capace di offrirci una mano che ci tragga fuori dalle paludi dove, in vario modo, ci siamo avventurati. Il Natale ci parla proprio di questa innocenza – aggiunge - Dio supera ogni nostro sforzo, è più grande anche dei nostri progetti perché Egli ci previene e ci previene nell’amore”. Parole profonde a cui segue l’invito: “Guardiamo al Natale come alla festa della vicinanza di Dio! Abbiamo bisogno di persone che ci stiano accanto, che ci prendano per mano e ci accompagnino.  Fra tutte, il Signore è il primo”.  Nella lettera diffusa dalla sua segreteria di Roma non manca, quindi, un augurio per il nuovo anno “che non significa certo una ripetizione- scrive -  il tempo è ciclico, ritorna sempre su se stesso e, tuttavia, ci porta avanti. L’augurio è proprio questo – sottolinea - che col nuovo anno ci sentiamo in grado e capaci di fare un passo avanti. Il nuovo anno è l’occasione anche di tenere vive le attese, le speranze, i desideri, i migliori, quelli più belli”. Rivolgendosi infine a ciascuno di coloro che leggeranno il messaggio, Fratel Costantino conclude: “Sei anche luce di Natale quando illumini con la tua vita il cammino degli altri con la bontà, la pazienza, l’allegria e la generosità. Gli angeli di Natale sei tu quando canti al mondo un messaggio di pace, di giustizia e di amore. La stella di Natale sei tu quando conduci qualcuno all’ incontro con il Signore. Sei anche i Re Magi quando dai il meglio che hai, senza tenere conto a chi lo dai. La musica di Natale sei tu quando conquisti l’armonia dentro di te. Il regalo di Natale sei tu quando sei un vero amico e fratello di tutti gli esseri umani. L’augurio si trasforma in invito: accogliamo il Signore, che viene per starci vicino e anche noi accogliamoci l’un l’altro, per andare, tutti insieme, incontro al Signore che viene”. Un messaggio che ha arricchito di nuova speranza e fiducia anche gli Amici di San Rocco di San Costantino, guidati dal presidente Antonino De Luca e dal segretario Angelo Carrì, i quali hanno dato vita, con il contributo dell’amministrazione comunale, alla Biblioteca – videoteca nazionale dell’Associazione, dove spesso si reca Fratel Costantino quando viene in paese a fare visita ai tanti devoti. Davanti alla sede, inoltre, è stato realizzato, da un paio d’anni un singolare quanto suggestivo Presepe vivente permanente, che in questo periodo rivive di luce straordinaria, anche con riferimento alle recenti parole di Papa Francesco a Greccio sul recupero di una antica tradizione che ha in sé un simbologia che conduce ai semplici e veri valori del Natale. " ["post_title"]=> string(81) "San Costantino Calabro: Il messaggio di Fratel Costantino: “Il Natale sei tu”" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(73) "san-costantino-calabro-il-messaggio-di-fratel-costantino-il-natale-sei-tu" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-05 09:00:06" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-05 08:00:06" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=48833" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }