Tonno Callipo VV-Lube Civitanova  1-3

(27-25, 18-25, 17-25, 21-25)

Vibo Valentia: Mengozzi 4, Marsili, Aboubacar 16, Vitelli, Ngapeth 1, Carle 17, Chinenyeze 9, Rizzo (L), Sardanelli (L2), Baranowicz, Pierotti, Hirsh ne, Defalco 13. All. Cichello

Civitanova: Anzani ne, Kovar 14, D’Hulst, Marchisio (L2), Juantorena ne, Massari ne, Leal 25, Ghafour 13, Rychlicki, Diamantini 6, Simon 11, Mossa De Rezende 2, Bienek ne, Balaso (L). All. De Giorgi

Arbitri: Spinnicchia e Palumbo

Spettatori: 875

Incasso: 5003 euro

REGGIO CALABRIA – Poteva essere un tie break per la Tonno Callipo contro Civitanova, ma l’impresa è stata solo sfiorata, perché sul 2-1 per gli ospiti, 21-19 per i vibonesi è andato in battuta Leal, che ha deciso con il suo immenso talento di chiudere set e match. Una partita che Vibo avrebbe meritato di giocare al quinto set, per quanto fatto vedere nel primo parziale e nel quarto, ma che invece gli uomini di Fefè De Giorgi hanno chiuso, vincendo l’ottava partita su otto gare di campionato, confermandosi capolista.

Cichello manda in campo lo stesso sestetto che ha battuto Verona mercoledì, mentre Civitanova deve fare ancora a meno di Juantorena infortunato. 

Vibo parte un po’ contratta e Civitanova si porta avanti (8-7). La squadra di casa però ha una pronta reazione e scava un break vincente (16-14, 21-20) riuscendo a spuntarla ai vantaggi.

Nel secondo set è Vibo a partire meglio (8-7), ma Civitanova non ci sta è guidata da Leal e Simon vola a +4 (16-12, 21-17) per poi chiudere agevolmente 25-18.

Nel terzo set gli ospiti partono forte fin da subito grazie al servizio (8-4). Cichello cambia Defalco con Ngapeth, ma la musica non cambia. Civitanova scappa via e chiude 25-17.

Nel quarto parziale Vibo ha uno scatto d’orgoglio, rimanendo sempre avanti (8-7, 16-15,21-19); ma nell’ultimo break, in battuta per gli ospiti va Leal, che tira a tutto braccio e prima pareggia i conti (21-21) e poi continua la serie chiudendo set e match.

Un’occasione persa per Vibo, che comunque dopo la sconfitta con Sora ha dimostrato di essersi destata e che anche contro le grandi squadre come Civitanova può lottare su ogni pallone.

Un po’ di rammarico nelle parole del libero vibonese Rizzo:”Peccato, perché abbiamo fatto una bella partita, a parte il terzo set, dove per larghi tratti abbiamo giocato alla pari con una squadra molto forte. Poi Leal ha deciso di battere ancora più forte di come stava già battendo e noi non siamo stati lucidi a gestire quei palloni, perché forse eravamo proiettati già al tie  break e alla fine abbiamo pagato. Posso però dire con assoluta certezza che siamo sulla buona strada”. 

Il crocevia sicuramente è stata la partita con Sora:”Dopo quella partita è cambiato qualcosa soprattutto nella testa -continua il libero salentino-. Abbiamo preso un bello schiaffone che ci ha svegliati e adesso possiamo dire che stiamo giocando veramente. Con una squadra forte come Verona abbiamo dimostrato di poter essere anche superiori, con la Lube ci siamo andati vicini e questo non mi può far che essere ottimista per il proseguo della stagione”.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5128 (24) { ["ID"]=> int(47493) ["post_author"]=> string(2) "10" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-25 08:12:06" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-25 07:12:06" ["post_content"]=> string(3388) "Tonno Callipo VV-Lube Civitanova  1-3 (27-25, 18-25, 17-25, 21-25) Vibo Valentia: Mengozzi 4, Marsili, Aboubacar 16, Vitelli, Ngapeth 1, Carle 17, Chinenyeze 9, Rizzo (L), Sardanelli (L2), Baranowicz, Pierotti, Hirsh ne, Defalco 13. All. Cichello Civitanova: Anzani ne, Kovar 14, D’Hulst, Marchisio (L2), Juantorena ne, Massari ne, Leal 25, Ghafour 13, Rychlicki, Diamantini 6, Simon 11, Mossa De Rezende 2, Bienek ne, Balaso (L). All. De Giorgi Arbitri: Spinnicchia e Palumbo Spettatori: 875 Incasso: 5003 euro REGGIO CALABRIA – Poteva essere un tie break per la Tonno Callipo contro Civitanova, ma l’impresa è stata solo sfiorata, perché sul 2-1 per gli ospiti, 21-19 per i vibonesi è andato in battuta Leal, che ha deciso con il suo immenso talento di chiudere set e match. Una partita che Vibo avrebbe meritato di giocare al quinto set, per quanto fatto vedere nel primo parziale e nel quarto, ma che invece gli uomini di Fefè De Giorgi hanno chiuso, vincendo l’ottava partita su otto gare di campionato, confermandosi capolista. Cichello manda in campo lo stesso sestetto che ha battuto Verona mercoledì, mentre Civitanova deve fare ancora a meno di Juantorena infortunato.  Vibo parte un po' contratta e Civitanova si porta avanti (8-7). La squadra di casa però ha una pronta reazione e scava un break vincente (16-14, 21-20) riuscendo a spuntarla ai vantaggi. Nel secondo set è Vibo a partire meglio (8-7), ma Civitanova non ci sta è guidata da Leal e Simon vola a +4 (16-12, 21-17) per poi chiudere agevolmente 25-18. Nel terzo set gli ospiti partono forte fin da subito grazie al servizio (8-4). Cichello cambia Defalco con Ngapeth, ma la musica non cambia. Civitanova scappa via e chiude 25-17. Nel quarto parziale Vibo ha uno scatto d’orgoglio, rimanendo sempre avanti (8-7, 16-15,21-19); ma nell’ultimo break, in battuta per gli ospiti va Leal, che tira a tutto braccio e prima pareggia i conti (21-21) e poi continua la serie chiudendo set e match. Un’occasione persa per Vibo, che comunque dopo la sconfitta con Sora ha dimostrato di essersi destata e che anche contro le grandi squadre come Civitanova può lottare su ogni pallone. Un po' di rammarico nelle parole del libero vibonese Rizzo:”Peccato, perché abbiamo fatto una bella partita, a parte il terzo set, dove per larghi tratti abbiamo giocato alla pari con una squadra molto forte. Poi Leal ha deciso di battere ancora più forte di come stava già battendo e noi non siamo stati lucidi a gestire quei palloni, perché forse eravamo proiettati già al tie  break e alla fine abbiamo pagato. Posso però dire con assoluta certezza che siamo sulla buona strada”.  Il crocevia sicuramente è stata la partita con Sora:”Dopo quella partita è cambiato qualcosa soprattutto nella testa -continua il libero salentino-. Abbiamo preso un bello schiaffone che ci ha svegliati e adesso possiamo dire che stiamo giocando veramente. Con una squadra forte come Verona abbiamo dimostrato di poter essere anche superiori, con la Lube ci siamo andati vicini e questo non mi può far che essere ottimista per il proseguo della stagione”." ["post_title"]=> string(48) "Sconfitta per la Tonno Callipo contro Civitanova" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(48) "sconfitta-per-la-tonno-callipo-contro-civitanova" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-25 08:12:06" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-25 07:12:06" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=47493" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }