“La Tonno Callipo deve tornare a giocare nella sua città”. Esordisce così Salvatore Solano, presidente della provincia di Vibo. La squadra vibonese di volley è dovuta emigrare al PalaPentimele di Reggio Calabria, perché le attuali regole della Lega Pallavolo serie A impongono di giocare le gare casalinghe in un impianto che abbia almeno 3000 posti a sedere, mentre il PalaValentia, campo da gioco fino allo scorso anno della Tonno Callipo, ne contiene 2500.

Un enorme disagio per la squadra e per i tifosi, che puntualmente giocano in trasferta.

A dare speranza allo sport vibonese è il presidente Solano, che si è impegnato fin da subito per poter ripristinare il palazzetto di Contrada Maiata, ma che ha dovuto fare i conti con un ente in dissesto e con la burocrazia. Due settimane fa si è recato a Roma, presso il credito sportivo, per accendere un mutuo e poter così effettuare i lavori necessari per ottenere l’agibilità del palazzetto:”C’è l’interessamento da parte del consiglio di amministrazione del credito sportivo ad istruire questa pratica e a dare in qualche modo risposte in tempi brevi, come da noi richiesto –dice Solano-. Abbiamo richiesto delle somme che sono nella nostra disponibilità, perché ogni anno rimborsiamo al credito sportivo circa 1.100.000 euro e di questa somma abbiamo richiesto che un semestre venga rinegoziato e dilazionato nel tempo a scadenza naturale del mutuo. Non stiamo chiedendo nulla che sia al di fuori di quanto ottemperato dalla mission del credito sportivo, quindi mi auguro che dopo la parte burocratica, che è quella più difficoltosa, si risolva in maniera celere anche la parte pratica.”

La domanda che più interessa però ai tifosi e sportivi vibonesi è: quando la Tonno Callipo potrà giocare a Vibo effettivamente? Solano su questo punto appare molto sicuro:”Il rapporto con la Tonno Callipo è costante. Abbiamo continue interlocuzioni con il presidente Callipo, il quale vorrebbe fare salti mortali pur di raggiungere questo obiettivo . A proposito di questo, c’è un intendimento positivo che porterebbe ad una soluzione concordata con la Tonno Callipo, quindi mi auguro di riuscire a raggiungere un accordo nel brevissimo termine per avviare dei lavori che consentano quantomeno l’agibilità del palazzetto per poter giocare le partite. In attesa del mutuo del credito sportivo, il sogno congiunto mio e del presidente Callipo è di poter riaprire la struttura a metà gennaio.”

Ma per ottenere l’agibilità non servono interventi così importanti:”I lavori minimi da fare sono i bagni, la struttura, l’intonaco, i pannelli antiincendio, l’illuminazione (che comunque sembra sia idonea), il gruppo elettrogeno che abbiamo avviato per la prima volta, visto che non era mai stato messo in funzione e altri lavori che in realtà abbiamo già fatto, grazie alla collaborazione di diversi enti interessati e della mia attenzione continua, ma che non abbiamo reso pubblici”.

La dead line è fissata quindi per metà gennaio, al massimo la fine, anche perché, come dichiara lo stesso Solano, è un peccato privarsi di una realtà come la Tonno Callipo:”Una città come Vibo Valentia, che già presenta numerose difficoltà, non può essere privata di una squadra che è l’unica del sud Italia, è inaccettabile. Io farò di tutto affinché questo non avvenga, perché già una famiglia ha difficoltà economiche e non mi sembra affatto giusto che spenda altri solti per recarsi a Reggio Calabria per vedere le partite della squadra della propria città. Generalmente quando azzardo nel fare qualcosa ci riesco, e anche questo volta, a costo di andare al credito sportivo anche una volta a settimana, ci riuscirò. Lo merita la città e lo merita Pippo Callipo, che insieme a Pippo Caffo, tengono in alto il nome di Vibo Valentia”.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5128 (24) { ["ID"]=> int(47874) ["post_author"]=> string(2) "10" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-28 12:31:28" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-28 11:31:28" ["post_content"]=> string(3855) ""La Tonno Callipo deve tornare a giocare nella sua città”. Esordisce così Salvatore Solano, presidente della provincia di Vibo. La squadra vibonese di volley è dovuta emigrare al PalaPentimele di Reggio Calabria, perché le attuali regole della Lega Pallavolo serie A impongono di giocare le gare casalinghe in un impianto che abbia almeno 3000 posti a sedere, mentre il PalaValentia, campo da gioco fino allo scorso anno della Tonno Callipo, ne contiene 2500. Un enorme disagio per la squadra e per i tifosi, che puntualmente giocano in trasferta. A dare speranza allo sport vibonese è il presidente Solano, che si è impegnato fin da subito per poter ripristinare il palazzetto di Contrada Maiata, ma che ha dovuto fare i conti con un ente in dissesto e con la burocrazia. Due settimane fa si è recato a Roma, presso il credito sportivo, per accendere un mutuo e poter così effettuare i lavori necessari per ottenere l’agibilità del palazzetto:”C’è l’interessamento da parte del consiglio di amministrazione del credito sportivo ad istruire questa pratica e a dare in qualche modo risposte in tempi brevi, come da noi richiesto –dice Solano-. Abbiamo richiesto delle somme che sono nella nostra disponibilità, perché ogni anno rimborsiamo al credito sportivo circa 1.100.000 euro e di questa somma abbiamo richiesto che un semestre venga rinegoziato e dilazionato nel tempo a scadenza naturale del mutuo. Non stiamo chiedendo nulla che sia al di fuori di quanto ottemperato dalla mission del credito sportivo, quindi mi auguro che dopo la parte burocratica, che è quella più difficoltosa, si risolva in maniera celere anche la parte pratica.” La domanda che più interessa però ai tifosi e sportivi vibonesi è: quando la Tonno Callipo potrà giocare a Vibo effettivamente? Solano su questo punto appare molto sicuro:”Il rapporto con la Tonno Callipo è costante. Abbiamo continue interlocuzioni con il presidente Callipo, il quale vorrebbe fare salti mortali pur di raggiungere questo obiettivo . A proposito di questo, c’è un intendimento positivo che porterebbe ad una soluzione concordata con la Tonno Callipo, quindi mi auguro di riuscire a raggiungere un accordo nel brevissimo termine per avviare dei lavori che consentano quantomeno l’agibilità del palazzetto per poter giocare le partite. In attesa del mutuo del credito sportivo, il sogno congiunto mio e del presidente Callipo è di poter riaprire la struttura a metà gennaio.” Ma per ottenere l’agibilità non servono interventi così importanti:”I lavori minimi da fare sono i bagni, la struttura, l’intonaco, i pannelli antiincendio, l’illuminazione (che comunque sembra sia idonea), il gruppo elettrogeno che abbiamo avviato per la prima volta, visto che non era mai stato messo in funzione e altri lavori che in realtà abbiamo già fatto, grazie alla collaborazione di diversi enti interessati e della mia attenzione continua, ma che non abbiamo reso pubblici”. La dead line è fissata quindi per metà gennaio, al massimo la fine, anche perché, come dichiara lo stesso Solano, è un peccato privarsi di una realtà come la Tonno Callipo:”Una città come Vibo Valentia, che già presenta numerose difficoltà, non può essere privata di una squadra che è l’unica del sud Italia, è inaccettabile. Io farò di tutto affinché questo non avvenga, perché già una famiglia ha difficoltà economiche e non mi sembra affatto giusto che spenda altri solti per recarsi a Reggio Calabria per vedere le partite della squadra della propria città. Generalmente quando azzardo nel fare qualcosa ci riesco, e anche questo volta, a costo di andare al credito sportivo anche una volta a settimana, ci riuscirò. Lo merita la città e lo merita Pippo Callipo, che insieme a Pippo Caffo, tengono in alto il nome di Vibo Valentia”." ["post_title"]=> string(71) "Solano sul PalaMaiata:”Contiamo di averlo pronto per metà gennaio”" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(63) "solano-sul-palamaiatacontiamo-di-averlo-pronto-per-meta-gennaio" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-28 12:31:28" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-28 11:31:28" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=47874" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }