Tonno Callipo VV-Consar RA 2-3
(20-25, 25-22, 21-25, 25-22, 13-15)

Vibo Valentia: Mengozzi 13, Marsili, Aboubacar 5, Vitelli 1, Ngapeth 14, Carle 19, Chinenyeze 11, Rizzo (L), Sardanelli ne, Baranowicz 4, Pierotti 2, Armenante (L2), Hirsh 7, Defalco ne. All. Cichello
Ravenna: Stefani, Cortesia 10, Ter Horst 19, Kovacic (L), Saitta 2, Recine, Vernon-Evans 22, Grozdanov 7, Batak ne, Bortolozzo, Marchini (L2), Lavia 26, Alonso ne, Cavuto. All. Bonitta
Arbitri: Pozzato e Zavater
Spettatori: 355
Incasso: 968 euro

REGGIO CALABRIA – Occasione sprecata per la Tonno Callipo, che contro una diretta avversaria per la salvezza perde in casa per 3-2 in quella che potrebbe essere stata l’ultima partita casalinga al PalaPentimele di Reggio Calabria.
I vibonesi si presentano con una defezione importante, infatti lo schiacciatore statunitense Defalco è costretto a rimanere in panchina, complice un infortunio alla caviglia e così Cichello preferisce non rischiarlo, schierando al suo posto Ngapeth. Tra le fila degli ospiti, un Lavia in grande spolvero; il ragazzo di Rossano è stato eletto MVP della partita, chiusa con 26 punti, 55% in attacco, 3 muri ed un ace. Per Vibo ottima prova ancora una volta per Carle, top scorer dei suoi con 19 punti.
Avvio shock per la Tonno Callipo, che senza neanche rendersene conto è sotto 8-4 e 16-12. Per Ravenna l’opposto Vernon-Evans non sbaglia un colpo e il set scivola via facilmente.
Nel secondo parziale Vibo fa ancora fatica, ma rimane comunque aggrappata a Ravenna che è avanti (7-8, 15-16). Carle sale in cattedra, Mengozzi butta giù qualche muro e la squadra di casa aggancia e sorpassa gli ospiti (21-19), scavando il break decisivo che porta il match in parità.
Il terzo set è la fotocopia del primo. Vibo sembra non essere scesa in campo, nonostante l’ingresso dal primo minuto di Hirsh per Aboubacar, mentre dall’altra parte della rete Vernon e Lavia hanno piena libertà, guidati da un Saitta molto preciso e ordinato. Ravenna va sul +5 (16-11) e porta a casa agevolmente il set.
Nel quarto set per la prima volta Vibo è avanti (8-7, 16-15); si gioca punto a punto e tra qualche protesta arbitrale, ad avere la meglio sul filo di lana è la squadra di casa.
Si va al tie break, che vede ancora una volta partire Ravenna molto bene. Al cambio campo i giallorossi emiliani sono avanti 8-6; si arriva al 13-10, ma quando sembra che la partita stia per terminare, Vibo ha uno scatto di orgoglio e aggancia gli ospiti sul 13-13, ma è tutto inutile, perché la vittoria va agli uomini di Bonitta che chiudono con un muro.
Rammaricato al termine della gara il centrale vibonese Vitelli, ex di turno:”Abbiamo provato a giocare punto a punto almeno nel tie break, dove anche se partiti male siamo riusciti a recuperare, nonostante loro difendessero tantissimo e mettendoci quindi sotto pressione. Peccato perché avevamo fatto un bel recupero, arrivando al 13 pari. Dobbiamo lavorare sotto alcuni punti di vista, consapevoli che ci aspettano due partite importantissime con Milano e Latina; anche questa sera purtroppo non siamo entrati in campo con l’atteggiamento giusto ed è una cosa su cui stiamo cercando di lavorare come gruppo e con il mister, anche se non riusciamo a capacitarci del perché.”

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5128 (24) { ["ID"]=> int(48417) ["post_author"]=> string(2) "10" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-02 08:10:44" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-02 07:10:44" ["post_content"]=> string(3294) "Tonno Callipo VV-Consar RA 2-3 (20-25, 25-22, 21-25, 25-22, 13-15) Vibo Valentia: Mengozzi 13, Marsili, Aboubacar 5, Vitelli 1, Ngapeth 14, Carle 19, Chinenyeze 11, Rizzo (L), Sardanelli ne, Baranowicz 4, Pierotti 2, Armenante (L2), Hirsh 7, Defalco ne. All. Cichello Ravenna: Stefani, Cortesia 10, Ter Horst 19, Kovacic (L), Saitta 2, Recine, Vernon-Evans 22, Grozdanov 7, Batak ne, Bortolozzo, Marchini (L2), Lavia 26, Alonso ne, Cavuto. All. Bonitta Arbitri: Pozzato e Zavater Spettatori: 355 Incasso: 968 euro REGGIO CALABRIA – Occasione sprecata per la Tonno Callipo, che contro una diretta avversaria per la salvezza perde in casa per 3-2 in quella che potrebbe essere stata l’ultima partita casalinga al PalaPentimele di Reggio Calabria. I vibonesi si presentano con una defezione importante, infatti lo schiacciatore statunitense Defalco è costretto a rimanere in panchina, complice un infortunio alla caviglia e così Cichello preferisce non rischiarlo, schierando al suo posto Ngapeth. Tra le fila degli ospiti, un Lavia in grande spolvero; il ragazzo di Rossano è stato eletto MVP della partita, chiusa con 26 punti, 55% in attacco, 3 muri ed un ace. Per Vibo ottima prova ancora una volta per Carle, top scorer dei suoi con 19 punti. Avvio shock per la Tonno Callipo, che senza neanche rendersene conto è sotto 8-4 e 16-12. Per Ravenna l’opposto Vernon-Evans non sbaglia un colpo e il set scivola via facilmente. Nel secondo parziale Vibo fa ancora fatica, ma rimane comunque aggrappata a Ravenna che è avanti (7-8, 15-16). Carle sale in cattedra, Mengozzi butta giù qualche muro e la squadra di casa aggancia e sorpassa gli ospiti (21-19), scavando il break decisivo che porta il match in parità. Il terzo set è la fotocopia del primo. Vibo sembra non essere scesa in campo, nonostante l’ingresso dal primo minuto di Hirsh per Aboubacar, mentre dall’altra parte della rete Vernon e Lavia hanno piena libertà, guidati da un Saitta molto preciso e ordinato. Ravenna va sul +5 (16-11) e porta a casa agevolmente il set. Nel quarto set per la prima volta Vibo è avanti (8-7, 16-15); si gioca punto a punto e tra qualche protesta arbitrale, ad avere la meglio sul filo di lana è la squadra di casa. Si va al tie break, che vede ancora una volta partire Ravenna molto bene. Al cambio campo i giallorossi emiliani sono avanti 8-6; si arriva al 13-10, ma quando sembra che la partita stia per terminare, Vibo ha uno scatto di orgoglio e aggancia gli ospiti sul 13-13, ma è tutto inutile, perché la vittoria va agli uomini di Bonitta che chiudono con un muro. Rammaricato al termine della gara il centrale vibonese Vitelli, ex di turno:”Abbiamo provato a giocare punto a punto almeno nel tie break, dove anche se partiti male siamo riusciti a recuperare, nonostante loro difendessero tantissimo e mettendoci quindi sotto pressione. Peccato perché avevamo fatto un bel recupero, arrivando al 13 pari. Dobbiamo lavorare sotto alcuni punti di vista, consapevoli che ci aspettano due partite importantissime con Milano e Latina; anche questa sera purtroppo non siamo entrati in campo con l’atteggiamento giusto ed è una cosa su cui stiamo cercando di lavorare come gruppo e con il mister, anche se non riusciamo a capacitarci del perché.” " ["post_title"]=> string(38) "Tonno Callipo, un’occasione sprecata" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(34) "tonno-callipo-unoccasione-sprecata" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-02 07:28:13" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-02 06:28:13" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=48417" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }