Tonno Callipo VV-Sir Safety Conad Pg 1-3

(25-22, 21-25, 22-25, 21-25)

Vibo Valentia: Mengozzi 3, Marsili, Aboubacar 19, Vitelli, Ngapeth ne, Carle 14, Chinenyeze 9, Rizzo (L), Sardanelli (L2), Baranowicz 2, Defalco 18, Hirsh, Pierotti ne. All. Cichello

Perugia: De Cecco 3, Leon Venero 21, Podrascanin 4, Atanasijevic 13, Lanza 6, Ricci 10, Biglino (L), Zhukouski, Colaci (L), Taht ne, Russo 4, Piccinelli ne, Plotnytskyi 14, Hoogendoorn. All. Heynen.

Arbitri: Frapiccini e Luciani

Spettatori: 2133

Incasso: 3354 euro

Una partita combattuta quasi alla pari per la Tonno Callipo, che al debutto nel nuovo impianto vibonese del PalaMaiata, davanti a più di 2000 spettatori da del filo da torcere ai campioni di Perugia, presentatisi a Vibo come seconda forza del campionato.

C’è voluta tutta la classe e la potenza di Leon (MVP del match e top scorer) per avere la meglio sulla squadra di casa, che ha venduto cara la pelle fino all’ultimo punto.

Chiave di volta probabilmente il cambio nel terzo set di mister Heynen, che ha inserito i più esperti Lanza e Podrascanin per Plotnyskyi e Russo, che erano partiti titolari.

Nel primo set partono forte gli ospiti che ottengono un break iniziale di 2 punti e lo portano fino al 21-19. Qui Vibo ha un’impennata e con un parziale di 6-1 ribalta il punteggio e chiude il set.

Il secondo parziale vede ancora Perugia avanti di due lunghezze (8-6). Atanasijevic va al servizio e allunga (17-13) costringendo Cichello a chiamare time out. Vibo si rifà sotto con Abouba che picchia dai 9 metri e la lunghezza diminuisce ad 1 punto (21-20). Gli ospiti premono il piede sull’accelleratore e con un break finale chiudono il set grazie ad un attacco di Atanasijevic.

Nel terzo set sono i padroni di casa a partire meglio portandosi sul 10-7, ma Perugia con un break di 4-0 ribalta il risultato e Cichello deve ancora chiamare time out. Heynen manda in campo Lanza e Podrascanin per Plotnyskyi e Russo e il set prende la via umbra. Ci pensa Ricci a chiudere con un primo tempo.

Quarto parziale con in campo da subito Podrascanin e Lanza e Perugia prende il volo (9-6 con attacco di Ricci e time out Vibo). I giallorossi non ci stanno e spinti dal proprio pubblico impattano 16-16 con un ace di Baranowicz. Gli ospiti non concedono più nulla agli avversari e dopo l’allungo decisivo chiudono un attacco di Leon.

Deluso ma comunque ottimista a fine gara il palleggiatore vibonese Baranowicz:”Credo che abbiamo fatto una bella partita soprattutto in side out, dove siamo stati alla pari con loro, ma sono stati superiori in battuta e sulla palla alta. Per noi è stato sicuramente un buon test, anche perché sappiamo che non sono queste le partite su cui possiamo puntare. Finalmente abbiamo giocato a casa nostra ma quello che mi rammarica è che abbiamo avuto tante occasioni ma non siamo stati bravi a mettere la palla a terra”.

Un ultimo pensiero sul debutto casalingo nel nuovo impianto:”Finalmente ci siamo sentiti a casa. Ringrazio a nome mio e di tutta la squadra il presidente Callipo perché ha fatto degli enormi sacrifici e anche tutti i tifosi. È veramente bello essere tornati a casa nostra”.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5137 (24) { ["ID"]=> int(54483) ["post_author"]=> string(2) "10" ["post_date"]=> string(19) "2020-02-06 07:21:30" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2020-02-06 06:21:30" ["post_content"]=> string(3205) "Tonno Callipo VV-Sir Safety Conad Pg 1-3 (25-22, 21-25, 22-25, 21-25) Vibo Valentia: Mengozzi 3, Marsili, Aboubacar 19, Vitelli, Ngapeth ne, Carle 14, Chinenyeze 9, Rizzo (L), Sardanelli (L2), Baranowicz 2, Defalco 18, Hirsh, Pierotti ne. All. Cichello Perugia: De Cecco 3, Leon Venero 21, Podrascanin 4, Atanasijevic 13, Lanza 6, Ricci 10, Biglino (L), Zhukouski, Colaci (L), Taht ne, Russo 4, Piccinelli ne, Plotnytskyi 14, Hoogendoorn. All. Heynen. Arbitri: Frapiccini e Luciani Spettatori: 2133 Incasso: 3354 euro Una partita combattuta quasi alla pari per la Tonno Callipo, che al debutto nel nuovo impianto vibonese del PalaMaiata, davanti a più di 2000 spettatori da del filo da torcere ai campioni di Perugia, presentatisi a Vibo come seconda forza del campionato. C’è voluta tutta la classe e la potenza di Leon (MVP del match e top scorer) per avere la meglio sulla squadra di casa, che ha venduto cara la pelle fino all’ultimo punto. Chiave di volta probabilmente il cambio nel terzo set di mister Heynen, che ha inserito i più esperti Lanza e Podrascanin per Plotnyskyi e Russo, che erano partiti titolari. Nel primo set partono forte gli ospiti che ottengono un break iniziale di 2 punti e lo portano fino al 21-19. Qui Vibo ha un’impennata e con un parziale di 6-1 ribalta il punteggio e chiude il set. Il secondo parziale vede ancora Perugia avanti di due lunghezze (8-6). Atanasijevic va al servizio e allunga (17-13) costringendo Cichello a chiamare time out. Vibo si rifà sotto con Abouba che picchia dai 9 metri e la lunghezza diminuisce ad 1 punto (21-20). Gli ospiti premono il piede sull’accelleratore e con un break finale chiudono il set grazie ad un attacco di Atanasijevic. Nel terzo set sono i padroni di casa a partire meglio portandosi sul 10-7, ma Perugia con un break di 4-0 ribalta il risultato e Cichello deve ancora chiamare time out. Heynen manda in campo Lanza e Podrascanin per Plotnyskyi e Russo e il set prende la via umbra. Ci pensa Ricci a chiudere con un primo tempo. Quarto parziale con in campo da subito Podrascanin e Lanza e Perugia prende il volo (9-6 con attacco di Ricci e time out Vibo). I giallorossi non ci stanno e spinti dal proprio pubblico impattano 16-16 con un ace di Baranowicz. Gli ospiti non concedono più nulla agli avversari e dopo l’allungo decisivo chiudono un attacco di Leon. Deluso ma comunque ottimista a fine gara il palleggiatore vibonese Baranowicz:”Credo che abbiamo fatto una bella partita soprattutto in side out, dove siamo stati alla pari con loro, ma sono stati superiori in battuta e sulla palla alta. Per noi è stato sicuramente un buon test, anche perché sappiamo che non sono queste le partite su cui possiamo puntare. Finalmente abbiamo giocato a casa nostra ma quello che mi rammarica è che abbiamo avuto tante occasioni ma non siamo stati bravi a mettere la palla a terra”. Un ultimo pensiero sul debutto casalingo nel nuovo impianto:”Finalmente ci siamo sentiti a casa. Ringrazio a nome mio e di tutta la squadra il presidente Callipo perché ha fatto degli enormi sacrifici e anche tutti i tifosi. È veramente bello essere tornati a casa nostra”." ["post_title"]=> string(62) "Un’ottima Tonno Callipo cede al Perugia nel nuovo PalaMaiata" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(59) "unottima-tonno-callipo-cede-al-perugia-nel-nuovo-palamaiata" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2020-02-06 07:21:30" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2020-02-06 06:21:30" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=54483" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }