Danno cattivi esempi. Spendono e spandono e hanno poco rispetto per le istituzioni. Di più? Sì, perché poi puntano addirittura il dito contro i cittadini per la difficile situazione finanziaria del Comune. Duro, durissimo affondo di Stefano Luciano, capogruppo in consiglio comunale del Partito democratico, contro l’attuale maggioranza consiliare, rea, a suo dire, di non avere fornito alla città dei «buoni amministratori». Tutt’altro. La reprimenda del capogruppo dem affidata a un micidiale post sul suo profilo Facebook. Luciano è un fiume in piena. Una valanga di accuse e pesanti critiche contro chi oggi governa il capoluogo. 

«Il sindaco – ricorda l’interessato – punta il dito nei riguardi dei cittadini per la situazione amministrativa drammatica. E afferma: “Se il cittadino facesse il cittadino non saremmo in questa situazione”. Io dico invece – replica il capogruppo del Pd – che gli amministratori dovrebbero fare i buoni amministratori e partire dai buoni esempi di comportamento che mancano a questa maggioranza». 

Luciano, poi, tira in ballo anche l’assessore al Bilancio Maria Teresa Nardo, la quale – accusa il rappresentante dell’opposizione -, «nonostante abbia il compito di garantire l’economia dell’ente, non si presenta quasi mai in giunta dimostrando disinteresse verso le dinamiche amministrative e scarsa responsabilità istituzionale. Lo stesso sindaco – insiste sempre il capogruppo democrat – che si è recato recentemente a Roma con due assessori e il segretario, nonostante i lauti stipendi che percepiscono, si sono fatti tutti rimborsare le spese di viaggio da un Comune quasi in dissesto finanziario. E ancora: come evidenziato sempre dalla stampa, l’ultima consulenza esterna pari a quasi 10mila euro. Eppure – si fa notare – mancano i registri dei professionisti per applicare il criterio della rotazione per gli incarichi professionali». 

Avviandosi alla conclusione, Luciano invita pertanto l’amministrazione a cominciare a cambiare dai comportamenti e si rispettino gli impegni della campagna elettorale con atti amministrativi concreti. Si garantiscano i servizi prima di pretendere le tasse. Solo dopo avere fatto ciò – questa la conclusione del capogruppo – si può puntare il dito verso i cittadini».

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(45009) ["post_author"]=> string(2) "14" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-05 16:16:38" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-05 15:16:38" ["post_content"]=> string(2417) "Danno cattivi esempi. Spendono e spandono e hanno poco rispetto per le istituzioni. Di più? Sì, perché poi puntano addirittura il dito contro i cittadini per la difficile situazione finanziaria del Comune. Duro, durissimo affondo di Stefano Luciano, capogruppo in consiglio comunale del Partito democratico, contro l’attuale maggioranza consiliare, rea, a suo dire, di non avere fornito alla città dei «buoni amministratori». Tutt’altro. La reprimenda del capogruppo dem affidata a un micidiale post sul suo profilo Facebook. Luciano è un fiume in piena. Una valanga di accuse e pesanti critiche contro chi oggi governa il capoluogo.  «Il sindaco - ricorda l’interessato - punta il dito nei riguardi dei cittadini per la situazione amministrativa drammatica. E afferma: “Se il cittadino facesse il cittadino non saremmo in questa situazione”. Io dico invece - replica il capogruppo del Pd - che gli amministratori dovrebbero fare i buoni amministratori e partire dai buoni esempi di comportamento che mancano a questa maggioranza».  Luciano, poi, tira in ballo anche l’assessore al Bilancio Maria Teresa Nardo, la quale - accusa il rappresentante dell’opposizione -, «nonostante abbia il compito di garantire l'economia dell'ente, non si presenta quasi mai in giunta dimostrando disinteresse verso le dinamiche amministrative e scarsa responsabilità istituzionale. Lo stesso sindaco - insiste sempre il capogruppo democrat - che si è recato recentemente a Roma con due assessori e il segretario, nonostante i lauti stipendi che percepiscono, si sono fatti tutti rimborsare le spese di viaggio da un Comune quasi in dissesto finanziario. E ancora: come evidenziato sempre dalla stampa, l'ultima consulenza esterna pari a quasi 10mila euro. Eppure - si fa notare - mancano i registri dei professionisti per applicare il criterio della rotazione per gli incarichi professionali».  Avviandosi alla conclusione, Luciano invita pertanto l’amministrazione a cominciare a cambiare dai comportamenti e si rispettino gli impegni della campagna elettorale con atti amministrativi concreti. Si garantiscano i servizi prima di pretendere le tasse. Solo dopo avere fatto ciò - questa la conclusione del capogruppo - si può puntare il dito verso i cittadini»." ["post_title"]=> string(97) "Vibo – Attacco alla maggioranza: l’affondo di Luciano (Pd) contro chi non dà il buon esempio" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(86) "vibo-attacco-alla-maggioranza-laffondo-di-luciano-pd-contro-chi-non-da-il-buon-esempio" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-05 16:16:38" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-05 15:16:38" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=45009" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }