Vibo Valentia avrà il suo Natale e, a quanto pare, lo avrà anche in grande stile: mercatini, musica in filodiffusione, concerti, luminarie e tutto ciò che serve a rivitalizzare una città che, fino a qualche giorno fa, aveva perso anche la speranza. Nella conferenza di questo pomeriggio, tenuta presso la sala giunta a partire dalle 15, il sindaco Maria Limardo ed alcuni rappresentanti dell’amministrazione hanno illustrato il ricco programma natalizio vibonese. Si partirà nei prossimi giorni con l’accensione delle luci dell’imponente albero – che rientrava nel piano dei tagli  – donato alla città dal Comune di Capistrano e si andrà avanti con diverse manifestazioni fino al 5 gennaio quando l’arrivo della befana sul Municipio farà calare il sipario sulla festa dicembrina. 

Corso Vittorio Emanuele III e Corso Umberto I saranno i punti nevralgici in cui saranno ospitate le varie iniziative, con il mercato delle Clarisse, sede dei tradizionali mercatini di Natale e Palazzo Gagliardi aperto anch’esso per alcune manifestazioni a tema.

Per la realizzazione degli eventi, grande collaborazione anche da parte dei commercianti e del mondo delle associazioni e, novità assoluta, molte delle saracinesche chiuse riapriranno per ospitare diverse iniziative  e dare vita ad un “Natale in vetrina”. L’atmosfera sarà riscaldata anche dalle note musicali degli zampognari e Piazza Martiri d’Ungheria tornerà ad animarsi, diventando punto strategico di aggregazione. Anche Palazzo “Luigi Razza” sarà sede di eventi di vario genere, cosicché i cittadini possano vivere la casa comunale come la propria. Si sta lavorando anche per garantire il concerto del primo gennaio facendo in modo di far quadrare i conti, purtroppo – come è noto – anch’essi a tema natalizio perché in rosso.

Se il centro cittadino tornerà ad essere vivace  luogo di ritrovo, anche le frazioni saranno protagoniste attive del Natale vibonese: è previsto, infatti, un  trenino ecologico che, oltre a creare movimento, avrà anche il fine di sensibilizzare al rispetto dell’ambiente.

«È un’occasione per il rilancio di Vibo Valentia come città capoluogo e per dimostrare che, anche con poco, si può fare molto» ha detto il sindaco Maria Limardo che ha espresso la sua totale soddisfazione per la programmazione natalizia ed ha voluto precisare che «la nostra città non avrà nulla da invidiare alle altre perché vivrà certamente l’aria di festa nel modo migliore». Tra le diverse iniziative culturali, musicali e, ancor più in generale, espressione di varie forme d’arte, il 29 dicembre, presso la Sacra Famiglia, è previsto  un pranzo di inclusione organizzato grazie al contributo da parte di tutti i consiglieri comunali, sia di maggioranza sia di opposizione, il cui ricavato servirà anche per acquistare – così per come espressamente richiesto – olio da donare alla comunità ospitante. Insomma, la “letterina” dei vibonesi è arrivata in tempo a Babbo Natale e la città – si spera – potrà così risvegliarsi dal suo torpore. 

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5134 (24) { ["ID"]=> int(49029) ["post_author"]=> string(2) "11" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-06 17:27:46" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-06 16:27:46" ["post_content"]=> string(3398) "Vibo Valentia avrà il suo Natale e, a quanto pare, lo avrà anche in grande stile: mercatini, musica in filodiffusione, concerti, luminarie e tutto ciò che serve a rivitalizzare una città che, fino a qualche giorno fa, aveva perso anche la speranza. Nella conferenza di questo pomeriggio, tenuta presso la sala giunta a partire dalle 15, il sindaco Maria Limardo ed alcuni rappresentanti dell’amministrazione hanno illustrato il ricco programma natalizio vibonese. Si partirà nei prossimi giorni con l’accensione delle luci dell’imponente albero – che rientrava nel piano dei tagli  - donato alla città dal Comune di Capistrano e si andrà avanti con diverse manifestazioni fino al 5 gennaio quando l’arrivo della befana sul Municipio farà calare il sipario sulla festa dicembrina.  Corso Vittorio Emanuele III e Corso Umberto I saranno i punti nevralgici in cui saranno ospitate le varie iniziative, con il mercato delle Clarisse, sede dei tradizionali mercatini di Natale e Palazzo Gagliardi aperto anch’esso per alcune manifestazioni a tema. Per la realizzazione degli eventi, grande collaborazione anche da parte dei commercianti e del mondo delle associazioni e, novità assoluta, molte delle saracinesche chiuse riapriranno per ospitare diverse iniziative  e dare vita ad un “Natale in vetrina”. L’atmosfera sarà riscaldata anche dalle note musicali degli zampognari e Piazza Martiri d’Ungheria tornerà ad animarsi, diventando punto strategico di aggregazione. Anche Palazzo “Luigi Razza” sarà sede di eventi di vario genere, cosicché i cittadini possano vivere la casa comunale come la propria. Si sta lavorando anche per garantire il concerto del primo gennaio facendo in modo di far quadrare i conti, purtroppo – come è noto – anch’essi a tema natalizio perché in rosso. Se il centro cittadino tornerà ad essere vivace  luogo di ritrovo, anche le frazioni saranno protagoniste attive del Natale vibonese: è previsto, infatti, un  trenino ecologico che, oltre a creare movimento, avrà anche il fine di sensibilizzare al rispetto dell’ambiente. «È un’occasione per il rilancio di Vibo Valentia come città capoluogo e per dimostrare che, anche con poco, si può fare molto» ha detto il sindaco Maria Limardo che ha espresso la sua totale soddisfazione per la programmazione natalizia ed ha voluto precisare che «la nostra città non avrà nulla da invidiare alle altre perché vivrà certamente l’aria di festa nel modo migliore». Tra le diverse iniziative culturali, musicali e, ancor più in generale, espressione di varie forme d’arte, il 29 dicembre, presso la Sacra Famiglia, è previsto  un pranzo di inclusione organizzato grazie al contributo da parte di tutti i consiglieri comunali, sia di maggioranza sia di opposizione, il cui ricavato servirà anche per acquistare – così per come espressamente richiesto – olio da donare alla comunità ospitante. Insomma, la “letterina” dei vibonesi è arrivata in tempo a Babbo Natale e la città – si spera - potrà così risvegliarsi dal suo torpore. " ["post_title"]=> string(101) "Vibo avrà il suo Natale: mercatini tradizionali e varie iniziative per rivitalizzare tutta la città" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(98) "vibo-avra-il-suo-natale-mercatini-tradizionali-e-varie-iniziative-per-rivitalizzare-tutta-la-citta" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-06 17:27:46" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-06 16:27:46" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=49029" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }