L’Azienda sanitaria provinciale continuerà a fare ricorso alle prestazioni aggiuntive per fare fronte alla grave carenza di anestesisti, che  –  come è noto – ha costretto in questi ultimi giorni la direzione sanitaria dell’ospedale Jazzolino a limitare gli interventi chirurgici a quelli di estrema urgenza, oltre che a garantire la Rianimazione. Tale decisione nelle more dell’espletamento dell’apposito bando di concorso che prevede l’assunzione definitiva di sette nuovi professionisti. Le prestazioni aggiuntive prevedono, in estrema sintesi, la possibilità che anestesisti dialtre Aziende sanitarie della Calabria possano venire a lavorare pure presso le strutture sanitarie del Vibonese, anche se in maniera volontaria e assolutamente temporanea.

Questa, dunque, la strada tracciata dal direttore generale dell’Asp Elisabetta Tripodi e riferita questa mattina nel corso della riunione del comitato di rappresentanza della Conferenza dei sindaci riunito proprio per affrontare la grave situazione riguardante la carenza di anestesisti presso l’Azienda sanitaria vibonese.

Con il presidente Luigi Tassone, sindaco di Serra San Bruno, erano anche presenti i primi cittadini Maria Limardo (Vibo Valentia), Giulia Russo (Ricadi), Raffaele Scaturchio (Dasà) e Antonio Lampasi (Monterosso). All’incontro, inoltre, ha preso parte il presidente della Commissione Sanità della Regione Calabria Michele Mirabello.

Il direttore generale, dunque, dopo una attenta disamina sulle criticità riguardanti la carenza di personale nel suo complesso e, in particolare quella degli anestesisti, ha appunto informato i presenti di aver intrapreso tutte le azioni finalizzate a individuare possibili soluzioni per il reperimento nel breve tempo degli anestesisti e scongiurare così i rischi che tale situazione potrebbe comportare.

A conclusione dei lavori il Comitato, preso atto delle dichiarazioni del direttore generale e facendo propria la richiesta già avanzata dal sindaco di Vibo Valentia in occasione del recente consiglio comunale aperto, ha deliberato di richiedere la convocazione urgente di un tavolo in Prefettura, al fine di discutere – alla presenza del commissario Cotticelli e dei vertici aziendali – delle possibili soluzioni da intraprendere rispetto alle criticità evidenziate.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(42075) ["post_author"]=> string(2) "14" ["post_date"]=> string(19) "2019-10-14 15:19:59" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-10-14 13:19:59" ["post_content"]=> string(2321) "L’Azienda sanitaria provinciale continuerà a fare ricorso alle prestazioni aggiuntive per fare fronte alla grave carenza di anestesisti, che  -  come è noto - ha costretto in questi ultimi giorni la direzione sanitaria dell’ospedale Jazzolino a limitare gli interventi chirurgici a quelli di estrema urgenza, oltre che a garantire la Rianimazione. Tale decisione nelle more dell’espletamento dell’apposito bando di concorso che prevede l’assunzione definitiva di sette nuovi professionisti. Le prestazioni aggiuntive prevedono, in estrema sintesi, la possibilità che anestesisti dialtre Aziende sanitarie della Calabria possano venire a lavorare pure presso le strutture sanitarie del Vibonese, anche se in maniera volontaria e assolutamente temporanea. Questa, dunque, la strada tracciata dal direttore generale dell’Asp Elisabetta Tripodi e riferita questa mattina nel corso della riunione del comitato di rappresentanza della Conferenza dei sindaci riunito proprio per affrontare la grave situazione riguardante la carenza di anestesisti presso l’Azienda sanitaria vibonese. Con il presidente Luigi Tassone, sindaco di Serra San Bruno, erano anche presenti i primi cittadini Maria Limardo (Vibo Valentia), Giulia Russo (Ricadi), Raffaele Scaturchio (Dasà) e Antonio Lampasi (Monterosso). All’incontro, inoltre, ha preso parte il presidente della Commissione Sanità della Regione Calabria Michele Mirabello. Il direttore generale, dunque, dopo una attenta disamina sulle criticità riguardanti la carenza di personale nel suo complesso e, in particolare quella degli anestesisti, ha appunto informato i presenti di aver intrapreso tutte le azioni finalizzate a individuare possibili soluzioni per il reperimento nel breve tempo degli anestesisti e scongiurare così i rischi che tale situazione potrebbe comportare. A conclusione dei lavori il Comitato, preso atto delle dichiarazioni del direttore generale e facendo propria la richiesta già avanzata dal sindaco di Vibo Valentia in occasione del recente consiglio comunale aperto, ha deliberato di richiedere la convocazione urgente di un tavolo in Prefettura, al fine di discutere - alla presenza del commissario Cotticelli e dei vertici aziendali - delle possibili soluzioni da intraprendere rispetto alle criticità evidenziate." ["post_title"]=> string(89) "Vibo – Carenza di anestesisti: l’Asp continuerà a richiede le prestazioni aggiuntive" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(80) "vibo-carenza-di-anestesisti-lasp-continuera-a-richiede-le-prestazioni-aggiuntive" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-10-14 15:19:59" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-10-14 13:19:59" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=42075" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }