Al Comune di Vibo Valentia,  la “Giornata internazionale sulla disabilità” è stata celebrata all’insegna della programmazione e dell’operatività con due proficui incontri di lavoro, che si sono svolti nella sala riunioni del settore Servizi sociali, promossi dall’assessore al ramo Franca Falduto con la partecipazione del sindaco Maria Limardo e del direttore dell’Azienda sanitaria provinciale, Michelangelo Miceli. Al seminario – per come riferito nella nota inoltrata alla redazione – ha partecipato una rappresentanza dello staff delle assistenti sociali operanti nel distretto socio-assistenziale n.1 per conto dell’Asp, ma soprattutto del comune capofila di Vibo Valentia dove, insieme alle educatrici ed al personale amministrativo dei servizi sociali, è impegnata quotidianamente una task force coordinata proprio dall’assessore Falduto. Nello specifico, è stata avviata la programmazione dei cosiddetti “progetti di vita” delle persone affette da autismo grazie al prezioso supporto del presidente dell’associazione “IoAutentico” Enrico Mignolo che, sin dall’insediamento dell’amministrazione, ha offerto la sua collaborazione al fine di migliorare le prestazioni dello specifico settore comunale nella programmazione dei Fondi nazionali e regionali a sostegno delle problematiche della disabilità. Per la prima volta, quindi, una programmazione concertata opererà, a breve ed a lunga scadenza, con l’intento d’intervenire gradualmente nella vita delle persone colpite da  patologie invalidanti all’insegna della solidarietà umana, ma, soprattutto della concretezza.

L’impegno si amplierà con l’obiettivo di sensibilizzare anche l’opinione pubblica al fine di favorire l’integrazione e l’inclusione delle persone con disabilità per permettere un processo rapido verso uno sviluppo inclusivo e sostenibile, in grado di promuovere una società resiliente per tutti attraverso l’eliminazione della disparità di genere, il potenziamento dei servizi educativi e sanitari e in definitiva, l’inclusione sociale, economica e politica di ogni cittadino.

È doveroso ricordare che la “Giornata internazionale delle persone con disabilità” è stata proclamata nel 1981 con lo scopo di promuovere i diritti e il benessere dei disabili. Dopo  decenni di lavoro delle Nazioni Unite, nel 2006,  l’adozione della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, ha rafforzato l’azione di sensibilizzazione in merito alla tematica, ribadendo il principio di uguaglianza e la necessità di garantire la piena ed effettiva partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale della società delle persone con disabilità.

La Convenzione invita gli stati ad adottare le misure necessarie per identificare ed eliminare tutti quegli ostacoli che limitano il rispetto di questi diritti imprescindibili.   Anche l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile si fonda sul principio che nessuno sia lasciato indietro, qui ricomprese le persone con disabilità. In particolare l’Agenda mira a un rafforzamento dei servizi sanitari nazionali e al miglioramento di tutte quelle strutture che possano permettere un effettivo accesso ai servizi per tutte le persone.

 

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5135 (24) { ["ID"]=> int(48767) ["post_author"]=> string(1) "4" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-04 14:03:48" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-04 13:03:48" ["post_content"]=> string(3515) "Al Comune di Vibo Valentia,  la “Giornata internazionale sulla disabilità” è stata celebrata all’insegna della programmazione e dell’operatività con due proficui incontri di lavoro, che si sono svolti nella sala riunioni del settore Servizi sociali, promossi dall’assessore al ramo Franca Falduto con la partecipazione del sindaco Maria Limardo e del direttore dell’Azienda sanitaria provinciale, Michelangelo Miceli. Al seminario – per come riferito nella nota inoltrata alla redazione - ha partecipato una rappresentanza dello staff delle assistenti sociali operanti nel distretto socio-assistenziale n.1 per conto dell’Asp, ma soprattutto del comune capofila di Vibo Valentia dove, insieme alle educatrici ed al personale amministrativo dei servizi sociali, è impegnata quotidianamente una task force coordinata proprio dall’assessore Falduto. Nello specifico, è stata avviata la programmazione dei cosiddetti “progetti di vita” delle persone affette da autismo grazie al prezioso supporto del presidente dell’associazione “IoAutentico” Enrico Mignolo che, sin dall’insediamento dell’amministrazione, ha offerto la sua collaborazione al fine di migliorare le prestazioni dello specifico settore comunale nella programmazione dei Fondi nazionali e regionali a sostegno delle problematiche della disabilità. Per la prima volta, quindi, una programmazione concertata opererà, a breve ed a lunga scadenza, con l’intento d’intervenire gradualmente nella vita delle persone colpite da  patologie invalidanti all’insegna della solidarietà umana, ma, soprattutto della concretezza. L’impegno si amplierà con l’obiettivo di sensibilizzare anche l’opinione pubblica al fine di favorire l’integrazione e l’inclusione delle persone con disabilità per permettere un processo rapido verso uno sviluppo inclusivo e sostenibile, in grado di promuovere una società resiliente per tutti attraverso l’eliminazione della disparità di genere, il potenziamento dei servizi educativi e sanitari e in definitiva, l’inclusione sociale, economica e politica di ogni cittadino. È doveroso ricordare che la “Giornata internazionale delle persone con disabilità” è stata proclamata nel 1981 con lo scopo di promuovere i diritti e il benessere dei disabili. Dopo  decenni di lavoro delle Nazioni Unite, nel 2006,  l’adozione della Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, ha rafforzato l’azione di sensibilizzazione in merito alla tematica, ribadendo il principio di uguaglianza e la necessità di garantire la piena ed effettiva partecipazione alla sfera politica, sociale, economica e culturale della società delle persone con disabilità. La Convenzione invita gli stati ad adottare le misure necessarie per identificare ed eliminare tutti quegli ostacoli che limitano il rispetto di questi diritti imprescindibili.   Anche l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile si fonda sul principio che nessuno sia lasciato indietro, qui ricomprese le persone con disabilità. In particolare l’Agenda mira a un rafforzamento dei servizi sanitari nazionali e al miglioramento di tutte quelle strutture che possano permettere un effettivo accesso ai servizi per tutte le persone.  " ["post_title"]=> string(82) "Vibo – Disabilità: perno della programmazione comunale delle Politiche sociali" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(75) "vibo-disabilita-perno-della-programmazione-comunale-delle-politiche-sociali" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-04 16:27:39" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-04 15:27:39" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=48767" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }