Nei giorni scorsi, in occasione della “Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità”, il referente regionale di “Libera contro le mafie”, Don Ennio Stamile, ha partecipato all’iniziativa di presentazione del calendario “Senza barriere – Insieme per un mondo senza limiti” per il 2020, organizzata dall’Unione italiana ciechi ed ipovedenti, presso la sede vibonese dell’Archivio di stato.

 L’evento ha avuto come obiettivo principale la promozione dell’inviolabile diritto alla libertà, proprio di ogni persona. “Essere liberi” assume un significato di una straordinaria importanza che deve trovare spazio ed applicazione nella vita di tutti i giorni, in ogni suo settore ed in ogni sua sfumatura. Ed è proprio per la conquista della libertà che l’associazione fondata da don Luigi Ciotti si batte, ogni giorno, con un impegno costante sul territorio e la consapevolezza che – per abbattere il muro dell’omertà – “l’io”debba essere inglobato in una dimensione comunitaria, in un “noi” che mira al raggiungimento di obiettivi collettivi. 

 Nell’occasione, abbiamo chiesto a don Ennio Stamile, da sempre impegnato nella lotta contro ogni forma di abuso e sopruso, quali saranno i prossimi impegni di “Libera”, cosa l’associazione spera di trovare sotto l’albero di Natale e cosa si aspetta per il 2020. «Ci saranno altre iniziative nel corso di questa settimana che coinvolgeranno il mondo dell’imprenditoria, la prefettura, la questura e le forze dell’ordine»  ha detto don Ennio che poi si è soffermato sul «dialogo aperto con le istituzioni che a Vibo stanno facendo un lavoro straordinario di coesione e di vicinanza all’associazione, al territorio e alla  scuola, all’insegna dell’impegno e della memoria». E con il Natale alle porte «sotto l’albero, “Libera” desidera trovare più giustizia sociale, più inclusione e più libertà per tutti» ha dichiarato  alla nostra redazione Don Ennio Stamile che, in più, ha voluto sottolineare che  «in tutta la Calabria,  così come già avviene a Vibo Valentia,  il 2019 si concluderà con il rilancio della campagna “La libertà non ha Pizzo”  ed all’insegna della rinnovata adesione all’associazione  ed, infatti – ha spiegato il referente regionale –  è già partita la campagna per il tesseramento. Il nostro anno terminerà anche con gli incontri  nelle scuole e già ci stiamo preparando per il 21 marzo che ci vedrà impegnati a Palermo per la giornata di celebrazione del 25º anniversario della nascita di “Libera”». 

Un calendario fitto di eventi, quindi, che rende “Libera” impegnata su tutto il territorio in maniera capillare per contrastare la criminalità organizzata e, di conseguenza, abbattere le barriere mentali e culturali che ha innalzato la ‘ndrangheta. Dire “no” alle logiche mafiose, rifiutare la sub cultura ed i disvalori, significa conquistare la libertà. E questo è l’obiettivo da raggiungere.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5134 (24) { ["ID"]=> int(48822) ["post_author"]=> string(2) "11" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-05 07:15:42" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-05 06:15:42" ["post_content"]=> string(3630) "Nei giorni scorsi, in occasione della “Giornata internazionale per i diritti delle persone con disabilità”, il referente regionale di “Libera contro le mafie”, Don Ennio Stamile, ha partecipato all’iniziativa di presentazione del calendario “Senza barriere – Insieme per un mondo senza limiti” per il 2020, organizzata dall’Unione italiana ciechi ed ipovedenti, presso la sede vibonese dell’Archivio di stato.  L’evento ha avuto come obiettivo principale la promozione dell’inviolabile diritto alla libertà, proprio di ogni persona. “Essere liberi” assume un significato di una straordinaria importanza che deve trovare spazio ed applicazione nella vita di tutti i giorni, in ogni suo settore ed in ogni sua sfumatura. Ed è proprio per la conquista della libertà che l’associazione fondata da don Luigi Ciotti si batte, ogni giorno, con un impegno costante sul territorio e la consapevolezza che – per abbattere il muro dell’omertà – “l’io”debba essere inglobato in una dimensione comunitaria, in un “noi” che mira al raggiungimento di obiettivi collettivi.   Nell’occasione, abbiamo chiesto a don Ennio Stamile, da sempre impegnato nella lotta contro ogni forma di abuso e sopruso, quali saranno i prossimi impegni di “Libera”, cosa l’associazione spera di trovare sotto l’albero di Natale e cosa si aspetta per il 2020. «Ci saranno altre iniziative nel corso di questa settimana che coinvolgeranno il mondo dell’imprenditoria, la prefettura, la questura e le forze dell’ordine»  ha detto don Ennio che poi si è soffermato sul «dialogo aperto con le istituzioni che a Vibo stanno facendo un lavoro straordinario di coesione e di vicinanza all’associazione, al territorio e alla  scuola, all’insegna dell’impegno e della memoria». E con il Natale alle porte «sotto l’albero, “Libera” desidera trovare più giustizia sociale, più inclusione e più libertà per tutti» ha dichiarato  alla nostra redazione Don Ennio Stamile che, in più, ha voluto sottolineare che  «in tutta la Calabria,  così come già avviene a Vibo Valentia,  il 2019 si concluderà con il rilancio della campagna “La libertà non ha Pizzo”  ed all’insegna della rinnovata adesione all’associazione  ed, infatti – ha spiegato il referente regionale -  è già partita la campagna per il tesseramento. Il nostro anno terminerà anche con gli incontri  nelle scuole e già ci stiamo preparando per il 21 marzo che ci vedrà impegnati a Palermo per la giornata di celebrazione del 25º anniversario della nascita di “Libera”».  Un calendario fitto di eventi, quindi, che rende “Libera” impegnata su tutto il territorio in maniera capillare per contrastare la criminalità organizzata e, di conseguenza, abbattere le barriere mentali e culturali che ha innalzato la ‘ndrangheta. Dire “no” alle logiche mafiose, rifiutare la sub cultura ed i disvalori, significa conquistare la libertà. E questo è l’obiettivo da raggiungere." ["post_title"]=> string(91) "Vibo – “Libera”, Don Ennio Stamile: «In città dialogo aperto con le istituzioni»" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(72) "vibo-libera-don-ennio-stamile-in-citta-dialogo-aperto-con-le-istituzioni" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-05 07:15:42" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-05 06:15:42" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=48822" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }