Affermazioni un po’ avventate. Probabilmente fuori luogo, anche «inutili» per un uomo delle istituzioni. La recente uscita del viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Giancarlo Cancelleri non è piaciuta affatto a Stefano Luciano, capogruppo del Partito democratico al Comune di Vibo Valentia. L’esponente del governo Conte infatti, sabato scorso, incontrando per pochissimi minuti i giornalisti dopo una veloce visita alla Capitaneria di porto di Vibo Marina, ha pienamente rivendicato il merito dello sblocco dei 18 milioni di euro presso il ministero di sua competenza, finalizzati al consolidamento delle banchine dello scalo portuale della frazione. Cancelleri, per la verità, ha detto che lui è stato solo colui che ha messo l’ultima pietra e che, invece, il vero merito della positiva conclusione della vicenda andasse attribuito al comandante della Capitaneria Giuseppe Spera e alla deputazione locale del Movimento 5 Stelle, in particolare al deputato Riccardo Tucci, e non certamente ad altri. Il riferimento, anche se non dichiarato dal viceministro, era chiaramente alla Camera di commercio che giorni addietro non ha mancato di fare sapere, per bocca del suo presidente Sebastiano Caffo e del segretario generale Bruno Calvetta, di essere riuscita, attraverso una intensa attività, nell’impresa: ossia il tanto atteso sblocco dei fondi.
Come detto, però, la polemica sollevata nel fine settimana dal viceministro ha lasciato «sorpreso» Luciano. «Cancelleri fa tappa a Vibo Valentia ed entra in polemica con la Camera di commercio – attacca infatti il capogruppo democrat – affermando che quest’ultima non ha nessun merito in riferimento al recupero delle somme per la messa in sicurezza ed il rilancio del porto. Tale affermazione – rimarca l’interessato – non dà onore ai fatti ed all’impegno costante che l’ente camerale del capoluogo sta ponendo in essere per il porto, avendo giocato un ruolo determinante per il recupero delle somme in questione e per lo sviluppo dell’intero.
A giudizio quindi dell’ex candidato a sindaco, il viceministro «dovrebbe essere più attento alle dinamiche di una provincia e più obiettivo rispetto a quegli organismi, come la Camera di territorio». commercio, che fuori dalle schermaglie della politica, tanto fanno per gli interessi della comunità rafforzando il concetto secondo il quale il destino di un territorio non può essere delegato solo ai rappresentanti istituzionali ma – chiude Luciano – a tutte quelle corporazioni rappresentative di interessi legittime che presidiano l’interesse pubblico».

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5134 (24) { ["ID"]=> int(49151) ["post_author"]=> string(2) "14" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-09 08:00:33" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-09 07:00:33" ["post_content"]=> string(2603) "Affermazioni un po’ avventate. Probabilmente fuori luogo, anche «inutili» per un uomo delle istituzioni. La recente uscita del viceministro alle Infrastrutture e ai Trasporti Giancarlo Cancelleri non è piaciuta affatto a Stefano Luciano, capogruppo del Partito democratico al Comune di Vibo Valentia. L’esponente del governo Conte infatti, sabato scorso, incontrando per pochissimi minuti i giornalisti dopo una veloce visita alla Capitaneria di porto di Vibo Marina, ha pienamente rivendicato il merito dello sblocco dei 18 milioni di euro presso il ministero di sua competenza, finalizzati al consolidamento delle banchine dello scalo portuale della frazione. Cancelleri, per la verità, ha detto che lui è stato solo colui che ha messo l’ultima pietra e che, invece, il vero merito della positiva conclusione della vicenda andasse attribuito al comandante della Capitaneria Giuseppe Spera e alla deputazione locale del Movimento 5 Stelle, in particolare al deputato Riccardo Tucci, e non certamente ad altri. Il riferimento, anche se non dichiarato dal viceministro, era chiaramente alla Camera di commercio che giorni addietro non ha mancato di fare sapere, per bocca del suo presidente Sebastiano Caffo e del segretario generale Bruno Calvetta, di essere riuscita, attraverso una intensa attività, nell’impresa: ossia il tanto atteso sblocco dei fondi. Come detto, però, la polemica sollevata nel fine settimana dal viceministro ha lasciato «sorpreso» Luciano. «Cancelleri fa tappa a Vibo Valentia ed entra in polemica con la Camera di commercio - attacca infatti il capogruppo democrat - affermando che quest'ultima non ha nessun merito in riferimento al recupero delle somme per la messa in sicurezza ed il rilancio del porto. Tale affermazione – rimarca l’interessato - non dà onore ai fatti ed all'impegno costante che l’ente camerale del capoluogo sta ponendo in essere per il porto, avendo giocato un ruolo determinante per il recupero delle somme in questione e per lo sviluppo dell'intero. A giudizio quindi dell’ex candidato a sindaco, il viceministro «dovrebbe essere più attento alle dinamiche di una provincia e più obiettivo rispetto a quegli organismi, come la Camera di territorio». commercio, che fuori dalle schermaglie della politica, tanto fanno per gli interessi della comunità rafforzando il concetto secondo il quale il destino di un territorio non può essere delegato solo ai rappresentanti istituzionali ma - chiude Luciano - a tutte quelle corporazioni rappresentative di interessi legittime che presidiano l'interesse pubblico». " ["post_title"]=> string(84) "Vibo Marina – Fondi porto: Cancelleri attacca la Camera, Luciano lo “riprende”" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(72) "vibo-marina-fondi-porto-cancelleri-attacca-la-camera-luciano-lo-riprende" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-09 07:20:48" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-09 06:20:48" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=49151" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }