«Encomio solo ai carabinieri? Da capogruppo consiliare del Movimento 5 Stelle sono felice per l’encomio che la giunta di Vibo Valentia vuole dare all’Arma, ma ho delle difficoltà a separare la funzione dei carabinieri da quella svolta dal procuratore della Dda di Catanzaro Nicola Gratteri». 

A parlare è Domenico Santoro, il quale entra in aperta polemica con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Maria Limardo, che nei giorni scorsi ha deciso di proporre al civico consesso la consegna di un encomio solenne all’Arma dei carabinieri per il loro impegno nell’esecuzione dell’indagine “Rinascita-Scott” coordinata dalla Direzione distrettuale Antimafia di Catanzaro guidata dal procuratore Nicola Gratteri. A essere insigniti saranno tre ufficiali dei carabinieri: il tenente colonnello Luca Romano, comandante del Reparto operativo dei carabinieri di Vibo Valentia, il maggiore Valerio Palmieri, comandante del Nucleo investigativo, e infine il capitano Alessandro Bui, comandante della Prima sezione del Nucleo investigativo. 

La decisione assunta qualche giorno addietro dall’esecutivo Limardo, dunque, è stata condivisa dal capogruppo pentastellato ma soltanto a metà. Tant’è che il rappresentante della minoranza al Comune capoluogo non esita a chiedere all’amministrazione di Palazzo Luigi Razza che il medesimo encomio possa essere assegnato anche al procuratore oggi a capo della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. Ma non solo questo sollecita l’interessato ai vertici comunali. Santoro, infatti, fa presente che lui vorrebbe dare la cittadinanza onoraria a Gratteri, il quale – spiega in proposito il capogruppo del Movimento 5 Stelle – ha dimostrato la permeabilità di un Comune alle logiche clientelari e criminali. Un giudice che con i suoi atti ci dice che anche il comportamento supino dei “colletti bianchi” può essere funzionale alla criminalità. Ecco perché chiedo pubblicamente all’amministrazione di voler assegnare al procuratore Gratteri la cittadinanza onoraria. Intanto, sabato 18 gennaio, il Movimento 5 Stelle sarà tutto in piazza a Catanzaro per onorare proprio Gratteri e vorrei – questo l’auspicio finale del consigliere comunale di opposizione – che tutta la Giunta comunale di Vibo Valentia sia lì senza se e senza ma. Una occasione importante per dimostrare vicinanza e pieno sostegno all’azione della magistratura».

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5137 (24) { ["ID"]=> int(52703) ["post_author"]=> string(2) "14" ["post_date"]=> string(19) "2020-01-18 09:00:24" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2020-01-18 08:00:24" ["post_content"]=> string(2511) "«Encomio solo ai carabinieri? Da capogruppo consiliare del Movimento 5 Stelle sono felice per l'encomio che la giunta di Vibo Valentia vuole dare all’Arma, ma ho delle difficoltà a separare la funzione dei carabinieri da quella svolta dal procuratore della Dda di Catanzaro Nicola Gratteri».  A parlare è Domenico Santoro, il quale entra in aperta polemica con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Maria Limardo, che nei giorni scorsi ha deciso di proporre al civico consesso la consegna di un encomio solenne all’Arma dei carabinieri per il loro impegno nell’esecuzione dell’indagine “Rinascita-Scott” coordinata dalla Direzione distrettuale Antimafia di Catanzaro guidata dal procuratore Nicola Gratteri. A essere insigniti saranno tre ufficiali dei carabinieri: il tenente colonnello Luca Romano, comandante del Reparto operativo dei carabinieri di Vibo Valentia, il maggiore Valerio Palmieri, comandante del Nucleo investigativo, e infine il capitano Alessandro Bui, comandante della Prima sezione del Nucleo investigativo.  La decisione assunta qualche giorno addietro dall’esecutivo Limardo, dunque, è stata condivisa dal capogruppo pentastellato ma soltanto a metà. Tant’è che il rappresentante della minoranza al Comune capoluogo non esita a chiedere all’amministrazione di Palazzo Luigi Razza che il medesimo encomio possa essere assegnato anche al procuratore oggi a capo della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro. Ma non solo questo sollecita l’interessato ai vertici comunali. Santoro, infatti, fa presente che lui vorrebbe dare la cittadinanza onoraria a Gratteri, il quale – spiega in proposito il capogruppo del Movimento 5 Stelle - ha dimostrato la permeabilità di un Comune alle logiche clientelari e criminali. Un giudice che con i suoi atti ci dice che anche il comportamento supino dei “colletti bianchi” può essere funzionale alla criminalità. Ecco perché chiedo pubblicamente all’amministrazione di voler assegnare al procuratore Gratteri la cittadinanza onoraria. Intanto, sabato 18 gennaio, il Movimento 5 Stelle sarà tutto in piazza a Catanzaro per onorare proprio Gratteri e vorrei - questo l’auspicio finale del consigliere comunale di opposizione - che tutta la Giunta comunale di Vibo Valentia sia lì senza se e senza ma. Una occasione importante per dimostrare vicinanza e pieno sostegno all’azione della magistratura»." ["post_title"]=> string(105) "Vibo – “Rinascita-Scott”: Santoro (M5S) alla Giunta: «Si dia la cittadinanza onoraria a Gratteri»" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(87) "vibo-rinascita-scott-santoro-m5s-alla-giunta-si-dia-la-cittadinanza-onoraria-a-gratteri" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2020-01-18 09:00:25" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2020-01-18 08:00:25" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=52703" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }