Nei giorni scorsi è stato inaugurato, in un clima dall’alto profilo accademico e culturale, presso Palazzo Gagliardi sede dell’Istituto Italiano di Criminologia, l’anno accademico 2019/2020. Una giornata che ha visto la presenza di alcuni docenti provenienti da diverse regioni italiane in occasione di questa importante giornata.
Il prestigioso Istituto calabrese, fondato nella città di Vibo Valentia dal prof. Saverio Fortunato, criminologo clinico di fama internazionale, giunge così al suo terzo anno del corso di laurea in Scienze della Mediazione Linguistica indirizzo Criminologia e Intelligence. Corso di Laurea che tra pochi mesi vedrà i primi studenti raggiungere l’importante traguardo della laurea universitaria.
La bella aula magna, gremita di studenti, è stata la location perfetta per questa giornata istituzionale, che ha visto la presenza di illustri ospiti del mondo accademico e delle più alte cariche istituzionali del territorio. Ad aprire i lavori è stato il rettore prof. Saverio Fortunato, alla presenza del corpo docenti. Nel suo intervento ha ripercorso le tappe più importanti dell’Istituto e del suo corso di laurea: “I risultati ottenuti fin qui sono il frutto dell’impegno profuso dal corpo dei docenti e da tutti coloro che hanno collaborato per raggiungere questi importanti obiettivi”. Con questo auspicio ha concluso l’accademico: “In questi anni abbiamo lavorato cercando di radicarci con la comunità e le forze sane del territorio, guardando però al panorama nazionale. Difatti, in Italia che vuole studiare seriamente la Criminologia e l’Intelligence deve venire a Vibo Valentia”.
Non poteva mancare il saluto a nome della città del sindaco avv. Maria Limardo, accompagnata dall’assessore alla cultura Daniela Rotino, che nel complimentarsi per gli importanti traguardi raggiunti ha auspicato la crescita dell’Istituto: “Per la sua importante ricaduta culturale e socio-economica a vantaggio della comunità vibonese”. Dello stesso avviso Salvatore Solano, presidente dell’amministrazione provinciale, e monsignor Vincenzo Varone, vicario giudiziale del Tribunale ecclesiastico interdiocesano calabro, quest’ultimo, si è soffermato: “sull’opportunità sociale offerta per i giovani della nostra città”.
La Lectio Magistralis è stata affidata al Prof. Massimiliano Ferrara, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. L’autorevole esponente accademico ha ripercorso alcune tappe delle università calabresi e dell’importanza dell’università per la nostra regione. Ha manifestato vivo interesse per “l’eccellente lavoro svolto dall’Istituto Italiano di Criminologia, che certamente colloca la città di Vibo Valentia ad essere un punto di riferimento accademico dopo le più note ed antiche città universitarie calabresi”. Il Direttore Ferrara, nel suo intervento, più volte si soffermato sull’opportunità di una collaborazione tra l’importante istituzione universitaria reggina e quella vibonese, a conferma dell’attenzione che viene rivolta a questa eccellenza vibonese.
Le conclusioni sono state affidate al prof. Aldo Giubilaro, pro-rettore dell’Istituto e già Procuratore della Repubblica di Massa Carrara, mentre il corpo docenti era rappresentato dal Prof. Stefano Dodaro, Direttore della Scuola di Polizia di Vibo Valentia, dal Prof. Claudio Di Sabato e dal Prof. Giovanni Falco, già alti ufficiali della Guardia di Finanza.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5128 (24) { ["ID"]=> int(46378) ["post_author"]=> string(1) "4" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-15 19:30:34" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-15 18:30:34" ["post_content"]=> string(3537) "Nei giorni scorsi è stato inaugurato, in un clima dall’alto profilo accademico e culturale, presso Palazzo Gagliardi sede dell’Istituto Italiano di Criminologia, l’anno accademico 2019/2020. Una giornata che ha visto la presenza di alcuni docenti provenienti da diverse regioni italiane in occasione di questa importante giornata. Il prestigioso Istituto calabrese, fondato nella città di Vibo Valentia dal prof. Saverio Fortunato, criminologo clinico di fama internazionale, giunge così al suo terzo anno del corso di laurea in Scienze della Mediazione Linguistica indirizzo Criminologia e Intelligence. Corso di Laurea che tra pochi mesi vedrà i primi studenti raggiungere l’importante traguardo della laurea universitaria. La bella aula magna, gremita di studenti, è stata la location perfetta per questa giornata istituzionale, che ha visto la presenza di illustri ospiti del mondo accademico e delle più alte cariche istituzionali del territorio. Ad aprire i lavori è stato il rettore prof. Saverio Fortunato, alla presenza del corpo docenti. Nel suo intervento ha ripercorso le tappe più importanti dell’Istituto e del suo corso di laurea: “I risultati ottenuti fin qui sono il frutto dell’impegno profuso dal corpo dei docenti e da tutti coloro che hanno collaborato per raggiungere questi importanti obiettivi”. Con questo auspicio ha concluso l’accademico: “In questi anni abbiamo lavorato cercando di radicarci con la comunità e le forze sane del territorio, guardando però al panorama nazionale. Difatti, in Italia che vuole studiare seriamente la Criminologia e l’Intelligence deve venire a Vibo Valentia”. Non poteva mancare il saluto a nome della città del sindaco avv. Maria Limardo, accompagnata dall’assessore alla cultura Daniela Rotino, che nel complimentarsi per gli importanti traguardi raggiunti ha auspicato la crescita dell’Istituto: “Per la sua importante ricaduta culturale e socio-economica a vantaggio della comunità vibonese”. Dello stesso avviso Salvatore Solano, presidente dell’amministrazione provinciale, e monsignor Vincenzo Varone, vicario giudiziale del Tribunale ecclesiastico interdiocesano calabro, quest’ultimo, si è soffermato: “sull’opportunità sociale offerta per i giovani della nostra città”. La Lectio Magistralis è stata affidata al Prof. Massimiliano Ferrara, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria. L’autorevole esponente accademico ha ripercorso alcune tappe delle università calabresi e dell’importanza dell’università per la nostra regione. Ha manifestato vivo interesse per “l’eccellente lavoro svolto dall’Istituto Italiano di Criminologia, che certamente colloca la città di Vibo Valentia ad essere un punto di riferimento accademico dopo le più note ed antiche città universitarie calabresi”. Il Direttore Ferrara, nel suo intervento, più volte si soffermato sull’opportunità di una collaborazione tra l’importante istituzione universitaria reggina e quella vibonese, a conferma dell’attenzione che viene rivolta a questa eccellenza vibonese. Le conclusioni sono state affidate al prof. Aldo Giubilaro, pro-rettore dell’Istituto e già Procuratore della Repubblica di Massa Carrara, mentre il corpo docenti era rappresentato dal Prof. Stefano Dodaro, Direttore della Scuola di Polizia di Vibo Valentia, dal Prof. Claudio Di Sabato e dal Prof. Giovanni Falco, già alti ufficiali della Guardia di Finanza." ["post_title"]=> string(92) "Vibo Valentia - Inaugurato il nuovo anno accademico dell’Istituto Italiano di Criminologia" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(87) "vibo-valentia-inaugurato-il-nuovo-anno-accademico-dellistituto-italiano-di-criminologia" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-15 19:21:04" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-15 18:21:04" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=46378" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }