La maggioranza consiliare al Comune capoluogo dice sì. E lo fa in maniera decisa quanto convinta. Accolta, dunque, appieno da parte del centrodestra la proposta lanciata ieri da tutti i capigruppo di opposizione di rendere obbligatorio la costituzione di parte civile di Palazzo Luigi Razza in tutti i processi di mafia. In merito – lo ricordiamo – Stefano Luciano (Partito democratico), Giuseppe Policaro (“Vibo Unica”), Loredana Pilegi (“Vibo prima di tutto”), Pietro Comito (“Concretezza”) e Domenico Santoro (Movimento 5 Stelle) hanno già chiesto al presidente del civico consesso Giuseppe Muratore la convocazione di un consiglio comunale finalizzato proprio alla revisione dello Statuto comunale. Ciò perché essere parte civile in tutti i processi di mafia «rappresenta un segnale forte – hanno sottolineato gli interessati – contro la criminalità da parte di una comunità, che trova appunto nel consiglio comunale la sua massima espressione istituzionale della città».
A dirsi adesso d’accordo con i colleghi dell’opposizione sono anche i consiglieri della maggioranza consiliare, i quali ritengono «opportuno e doveroso istituzionalizzare l’obbligatorietà da parte dell’ente alla costituzione di parte civile in tutti i processi aventi ad oggetto reati di criminalità organizzata. Ciò al fine – spiegano gli esponenti del centrodestra – di garantire i cittadini che i propri rappresentanti condannano, come sempre condannato, a priori, qualsiasi atteggiamento che possa essere lesivo, o ancor prima minare, la crescita civile ed economica del nostro territorio gravemente afflitto ed offeso dal fenomeno associativo mafioso».
I rappresentanti della maggioranza fanno, quindi, sapere che si procederà alla modifica dello Statuto «con estrema convinzione per indicare la ferma volontà del massimo organo rappresentativo cittadino a bandire, ripudiare e condannare qualsiasi forma di attività criminale che turba l’ordine pubblico e – chiudono i consiglieri del centrodestra – lo sviluppo della nostra società in ogni sua articolazione».

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(45449) ["post_author"]=> string(1) "4" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-08 12:57:33" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-08 11:57:33" ["post_content"]=> string(2100) "La maggioranza consiliare al Comune capoluogo dice sì. E lo fa in maniera decisa quanto convinta. Accolta, dunque, appieno da parte del centrodestra la proposta lanciata ieri da tutti i capigruppo di opposizione di rendere obbligatorio la costituzione di parte civile di Palazzo Luigi Razza in tutti i processi di mafia. In merito - lo ricordiamo - Stefano Luciano (Partito democratico), Giuseppe Policaro (“Vibo Unica”), Loredana Pilegi (“Vibo prima di tutto”), Pietro Comito (“Concretezza”) e Domenico Santoro (Movimento 5 Stelle) hanno già chiesto al presidente del civico consesso Giuseppe Muratore la convocazione di un consiglio comunale finalizzato proprio alla revisione dello Statuto comunale. Ciò perché essere parte civile in tutti i processi di mafia «rappresenta un segnale forte – hanno sottolineato gli interessati - contro la criminalità da parte di una comunità, che trova appunto nel consiglio comunale la sua massima espressione istituzionale della città». A dirsi adesso d’accordo con i colleghi dell’opposizione sono anche i consiglieri della maggioranza consiliare, i quali ritengono «opportuno e doveroso istituzionalizzare l’obbligatorietà da parte dell’ente alla costituzione di parte civile in tutti i processi aventi ad oggetto reati di criminalità organizzata. Ciò al fine – spiegano gli esponenti del centrodestra - di garantire i cittadini che i propri rappresentanti condannano, come sempre condannato, a priori, qualsiasi atteggiamento che possa essere lesivo, o ancor prima minare, la crescita civile ed economica del nostro territorio gravemente afflitto ed offeso dal fenomeno associativo mafioso». I rappresentanti della maggioranza fanno, quindi, sapere che si procederà alla modifica dello Statuto «con estrema convinzione per indicare la ferma volontà del massimo organo rappresentativo cittadino a bandire, ripudiare e condannare qualsiasi forma di attività criminale che turba l’ordine pubblico e - chiudono i consiglieri del centrodestra - lo sviluppo della nostra società in ogni sua articolazione». " ["post_title"]=> string(109) "Vibo Valentia - Processi di mafia, anche la maggioranza è d’accordo: il Comune diventi sempre parte civile" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(101) "vibo-valentia-processi-di-mafia-anche-la-maggioranza-e-daccordo-il-comune-diventi-sempre-parte-civile" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-08 12:57:33" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-08 11:57:33" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=45449" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }