Uno “scempio ambientale” e, del resto, non c’è altra definizione per descrivere lo stato di abbandono e degrado in cui versa la pinetina vibonese che si trova davanti alla stazione di servizio, collocata accanto all’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale “Jazzolino”. Come documentato dalle immagini pubblicate, non si è trattato di una serata da incivili, non di un ponte, quello della festa di Ognissanti, che ha lasciato spazio a temporanei festeggiamenti ma, piuttosto, della totale incuria che è il risultato di giorni e giorni, in cui di chi avrebbe dovuto provvedere alla pulizia della zona, non c’è stata neanche l’ombra.
Se infatti è innegabile, da un lato, che a Vibo Valentia l’inciviltà regna sovrana e che lattine, carte, bottiglie di vetro e di plastica sono state lasciate in ogni angolo, in barba a tutti coloro che pensano a tutelare l’ambiente, dall’altro lato, è altrettanto vero che si è assistito passivamente al loro costante e progressivo accumulo e che nessuno di coloro che ne avevano la competenza si è impegnato a far ripulire la zona, per come sarebbe considerato normale in qualsiasi altro posto civile. Infatti, alla presenza degli incivili dovrebbe corrispondere un maggiore controllo del territorio che, invece, sembra essere inesistente. La zona in questione è particolarmente frequentata in quanto destinata al parcheggio, utilizzato in prevalenza da chi si reca presso il nosocomio cittadino oppure al limitrofo ufficio ticket e lo scempio – che è sotto gli occhi di tutti – è a dir poco vergognoso. Nella pinetina, tra l’altro, hanno trovato libero sfogo, probabilmente, anche i vandali, i quali hanno distrutto uno dei cestini destinati ai rifiuti, anch’esso lasciato lì abbandonato a giacere a terra, con la conseguente impossibilità del suo utilizzo. Ed in tutto ciò, non c’è alcuna scusa per la condizione in cui versa tale area, semplicemente perché, del resto, grave è sia pensare che – se si fosse consapevoli della situazione – si sia continuato ad ignorare lo stato di degrado e sia pensare che chi di dovere non fosse a conoscenza di quali siano le zone più critiche di Vibo. Le azioni incivili si possono commettere in diversi modi: o compiendole o fregandosene di chi le ha compiute o, ancora, azione di inciviltà è la mancata conoscenza dei problemi del territorio. Al di là di chi siano i responsabili sui quali va a ricadere la colpa del rilevato stato di incuria, ciò che rimane, purtroppo, è solo uno scempio ambientale.






Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5108 (24) { ["ID"]=> int(44734) ["post_author"]=> string(2) "11" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-04 08:05:25" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-04 07:05:25" ["post_content"]=> string(3754) "Uno “scempio ambientale” e, del resto, non c’è altra definizione per descrivere lo stato di abbandono e degrado in cui versa la pinetina vibonese che si trova davanti alla stazione di servizio, collocata accanto all’ingresso del pronto soccorso dell’ospedale “Jazzolino”. Come documentato dalle immagini pubblicate, non si è trattato di una serata da incivili, non di un ponte, quello della festa di Ognissanti, che ha lasciato spazio a temporanei festeggiamenti ma, piuttosto, della totale incuria che è il risultato di giorni e giorni, in cui di chi avrebbe dovuto provvedere alla pulizia della zona, non c’è stata neanche l’ombra. Se infatti è innegabile, da un lato, che a Vibo Valentia l’inciviltà regna sovrana e che lattine, carte, bottiglie di vetro e di plastica sono state lasciate in ogni angolo, in barba a tutti coloro che pensano a tutelare l’ambiente, dall’altro lato, è altrettanto vero che si è assistito passivamente al loro costante e progressivo accumulo e che nessuno di coloro che ne avevano la competenza si è impegnato a far ripulire la zona, per come sarebbe considerato normale in qualsiasi altro posto civile. Infatti, alla presenza degli incivili dovrebbe corrispondere un maggiore controllo del territorio che, invece, sembra essere inesistente. La zona in questione è particolarmente frequentata in quanto destinata al parcheggio, utilizzato in prevalenza da chi si reca presso il nosocomio cittadino oppure al limitrofo ufficio ticket e lo scempio - che è sotto gli occhi di tutti - è a dir poco vergognoso. Nella pinetina, tra l’altro, hanno trovato libero sfogo, probabilmente, anche i vandali, i quali hanno distrutto uno dei cestini destinati ai rifiuti, anch’esso lasciato lì abbandonato a giacere a terra, con la conseguente impossibilità del suo utilizzo. Ed in tutto ciò, non c’è alcuna scusa per la condizione in cui versa tale area, semplicemente perché, del resto, grave è sia pensare che – se si fosse consapevoli della situazione – si sia continuato ad ignorare lo stato di degrado e sia pensare che chi di dovere non fosse a conoscenza di quali siano le zone più critiche di Vibo. Le azioni incivili si possono commettere in diversi modi: o compiendole o fregandosene di chi le ha compiute o, ancora, azione di inciviltà è la mancata conoscenza dei problemi del territorio. Al di là di chi siano i responsabili sui quali va a ricadere la colpa del rilevato stato di incuria, ciò che rimane, purtroppo, è solo uno scempio ambientale. " ["post_title"]=> string(92) "Vibo Valentia – Rifiuti: scempio ambientale alla pinetina nei pressi dello “Jazzolino”" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(81) "vibo-valentia-rifiuti-scempio-ambientale-alla-pinetina-nei-pressi-dello-jazzolino" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-04 15:04:13" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-04 14:04:13" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=44734" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }