Strutture inagibili ed insicure (per non dire pericolose) per la manutenzione delle quali si prenderanno provvedimenti, probabilmente, solo dopo che si sfiorerà la tragedia: i problemi rimangono tali fino a quando non si determinano conseguenze negative per cui il “fare qualcosa” servirà a ben poco perché potrebbe essere troppo tardi. La fotografia delle scuole vibonesi è questa: edifici in cui non è possibile effettuare interventi straordinari per migliorarne lo stato di salute e, conseguentemente, la sicurezza degli studenti. Del resto, i soldi non ci sono e la situazione è chiaramente difficile da gestire anche per quanto riguarda la manutenzione ordinaria. A chiamare l’amministrazione a rispondere degli interventi previsti nelle strutture scolastiche vibonesi è il consigliere comunale del Partito democratico, Alfredo Lo Bianco che, direttamente dal suo profilo Facebook, ci va giù pesante: «La scuola “Collodi” di Vena Superiore sta cadendo a pezzi – scrive il rappresentante dem in un post affidato ai social – Eppure, ad inizio anno, assessore e sindaco hanno fatto le sfilate nei vari istituti, garantendo servizi e sicurezza. I soliti proclami di una maggioranza che vive di slogan» sostiene Lo Bianco che annuncia anche la presentazione di un’interrogazione, con oggetto “Sicurezza degli edifici scolastici, scuole elementari e medie inferiori site sull’intero territorio del comune” per «ricevere risposte concrete in relazione all’agibilità ed alla sicurezza di tutte le strutture e per conoscere quali eventuali misure l’esecutivo intenda adottare in merito».
Il rappresentante di minoranza, raggiunto da Noi di Calabria, ha aggiunto anche che «già più volte ed in modo insistente i genitori degli alunni hanno fatto suonare un campanello d’allarme, in particolare grazie al Comitato scuole sicure che ha dato sempre voce alle preoccupazioni dei familiari degli studenti, denunciando queste problematiche. Io sono molto attivo sul territorio – ha concluso Lo Bianco – e so bene che ci sono parecchie difficoltà che determinano problemi delicati ma queste situazioni devono essere fronteggiate subito, prima che accada qualcosa di irreparabile». Ed a questo punto la domanda sorge spontanea: sul territorio vibonese quante sono le strutture in possesso della necessaria certificazione di agibilità, indispensabile per ospitare in sicurezza gli allievi, i docenti e tutto il personale scolastico? L’auspicio è che la risposta sia positiva, che comprenda tutti gli istituti scolastici e che, possibilmente, arrivi prima che si verifichino eventi dannosi ed irreparabili.

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5128 (24) { ["ID"]=> int(45796) ["post_author"]=> string(2) "11" ["post_date"]=> string(19) "2019-11-12 08:00:01" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-11-12 07:00:01" ["post_content"]=> string(2653) "Strutture inagibili ed insicure (per non dire pericolose) per la manutenzione delle quali si prenderanno provvedimenti, probabilmente, solo dopo che si sfiorerà la tragedia: i problemi rimangono tali fino a quando non si determinano conseguenze negative per cui il “fare qualcosa” servirà a ben poco perché potrebbe essere troppo tardi. La fotografia delle scuole vibonesi è questa: edifici in cui non è possibile effettuare interventi straordinari per migliorarne lo stato di salute e, conseguentemente, la sicurezza degli studenti. Del resto, i soldi non ci sono e la situazione è chiaramente difficile da gestire anche per quanto riguarda la manutenzione ordinaria. A chiamare l’amministrazione a rispondere degli interventi previsti nelle strutture scolastiche vibonesi è il consigliere comunale del Partito democratico, Alfredo Lo Bianco che, direttamente dal suo profilo Facebook, ci va giù pesante: «La scuola “Collodi” di Vena Superiore sta cadendo a pezzi – scrive il rappresentante dem in un post affidato ai social – Eppure, ad inizio anno, assessore e sindaco hanno fatto le sfilate nei vari istituti, garantendo servizi e sicurezza. I soliti proclami di una maggioranza che vive di slogan» sostiene Lo Bianco che annuncia anche la presentazione di un’interrogazione, con oggetto “Sicurezza degli edifici scolastici, scuole elementari e medie inferiori site sull’intero territorio del comune” per «ricevere risposte concrete in relazione all’agibilità ed alla sicurezza di tutte le strutture e per conoscere quali eventuali misure l’esecutivo intenda adottare in merito». Il rappresentante di minoranza, raggiunto da Noi di Calabria, ha aggiunto anche che «già più volte ed in modo insistente i genitori degli alunni hanno fatto suonare un campanello d’allarme, in particolare grazie al Comitato scuole sicure che ha dato sempre voce alle preoccupazioni dei familiari degli studenti, denunciando queste problematiche. Io sono molto attivo sul territorio – ha concluso Lo Bianco – e so bene che ci sono parecchie difficoltà che determinano problemi delicati ma queste situazioni devono essere fronteggiate subito, prima che accada qualcosa di irreparabile». Ed a questo punto la domanda sorge spontanea: sul territorio vibonese quante sono le strutture in possesso della necessaria certificazione di agibilità, indispensabile per ospitare in sicurezza gli allievi, i docenti e tutto il personale scolastico? L’auspicio è che la risposta sia positiva, che comprenda tutti gli istituti scolastici e che, possibilmente, arrivi prima che si verifichino eventi dannosi ed irreparabili. " ["post_title"]=> string(92) "Vibo Valentia – Scuole inagibili, la denuncia di Lo Bianco (Pd): "La Collodi cade a pezzi"" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(82) "vibo-valentia-scuole-inagibili-la-denuncia-di-lo-bianco-pd-la-collodi-cade-a-pezzi" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-11-12 11:48:30" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-11-12 10:48:30" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=45796" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }