Il Comando provinciale dei Vigili del fuoco e della Marina Militare, hanno congiuntamente celebrato oggi, 4 dicembre, la ricorrenza di Santa Barbara, loro patrona.

Presenti, alla cerimonia svolta nella stazione di Via Giovanni XXIII, le massime autorità civili, religiose e istituzionali della provincia. Dopo l’alza bandiera accompagnato dalle note dell’Inno di Mameli, eseguito degli allievi del Liceo Statale “Vito Capialbi” e diretti dal maestro Diego Ventura, Sua Eccellenza Luigi Renzo, Vescovo della diocesi di Mileto e Nicotera ha celebrato la Santa Messa, al termine della quale sono state conferite diverse onorificenze al personale delle due istituzioni. 

Durante la cerimonia, il capo del Compartimento marittimo di Vibo Valentia, Giuseppe Spera, ha rivolto parole di elogio ed incoraggiamento, ricordando che «Sacrificio, coraggio, altruismo ed amor proprio, sono le parole d’ordine per fare bene questo lavoro». 

Il comandante provinciale dei Vigili del fuoco, Giampiero Rizzo ha invece dedicato un ricordo personale e commovente del vigile Antonio Dell’Anna del Comando di Taranto, diretto fino a pochi mesi fa dallo stesso Rizzo, morto in un intervento di soccorso apparentemente semplice ma risultatogli fatale. Un esempio che si unisce al dolore ancora vivo per i recenti e tragici eventi di Alessandria. Il Capitano, interrogato dalla nostra testata ha sottolineato il grande lavoro di questo corpo civile, un’attività svolta sottotono a volte, infatti spiega «Molti non conoscono quello che facciamo. Il nome Vigili del fuoco, non rende appieno il nostro impegno che abbraccia in realtà diversi ambiti specialistici. Siamo qualificati, per esempio, in recupero di persone sotto macerie, lo abbiamo dimostrato pochi giorni fa in Albania. Siamo un corpo multidisciplinare. Questo significa un costante addestramento, studio ed approfondimento. Il nostro lavoro è molto tecnico ed abbiamo la capacità di adattarci a tutte le difficoltà». 

Un’azione mai solitaria, ma congiunta, spesso, ai vari attori istituzionali e sociali presenti sul territorio. Il Prefetto Francesco Zito ha sottolineato infatti che «in questa giornata di festa, molto sentita e partecipata, si celebrano due corpi dei quali ci si ricorda solo in eventi tragici e luttuosi. Dovremmo ringraziarli sempre, per il lavoro che svolgono quotidianamente e in silenzio senza enfasi e a favore di tutti i cittadini».

Il Comandante Rizzo ha segnalato che la tempestività della risposta operativa della provincia di Vibo Valentia sarà inoltre potenziata con l’istituzione del distaccamento permanente di Ricadi. Un presidio operativo che consentirà, presumibilmente a partire da questa primavera, di ridurre drasticamente i tempi di intervento in un’area a vocazione quasi prettamente turistica. 

La mattinata è proseguita con un saggio dimostrativo dell’attività dei Vigili del fuoco al termine del quale è stata dispiegata dal personale con abilitazione Speleo-alpino-fluviale, una cortina con l’effige di Santa Barbara. I giovani bambini e ragazzi rappresentanti le scuole della città si sono, invece, cimentati in diverse attività ludiche curate dall’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco. 

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5134 (24) { ["ID"]=> int(48796) ["post_author"]=> string(1) "8" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-04 16:56:14" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-04 15:56:14" ["post_content"]=> string(3479) "Il Comando provinciale dei Vigili del fuoco e della Marina Militare, hanno congiuntamente celebrato oggi, 4 dicembre, la ricorrenza di Santa Barbara, loro patrona. Presenti, alla cerimonia svolta nella stazione di Via Giovanni XXIII, le massime autorità civili, religiose e istituzionali della provincia. Dopo l’alza bandiera accompagnato dalle note dell’Inno di Mameli, eseguito degli allievi del Liceo Statale “Vito Capialbi” e diretti dal maestro Diego Ventura, Sua Eccellenza Luigi Renzo, Vescovo della diocesi di Mileto e Nicotera ha celebrato la Santa Messa, al termine della quale sono state conferite diverse onorificenze al personale delle due istituzioni.  Durante la cerimonia, il capo del Compartimento marittimo di Vibo Valentia, Giuseppe Spera, ha rivolto parole di elogio ed incoraggiamento, ricordando che «Sacrificio, coraggio, altruismo ed amor proprio, sono le parole d’ordine per fare bene questo lavoro».  Il comandante provinciale dei Vigili del fuoco, Giampiero Rizzo ha invece dedicato un ricordo personale e commovente del vigile Antonio Dell’Anna del Comando di Taranto, diretto fino a pochi mesi fa dallo stesso Rizzo, morto in un intervento di soccorso apparentemente semplice ma risultatogli fatale. Un esempio che si unisce al dolore ancora vivo per i recenti e tragici eventi di Alessandria. Il Capitano, interrogato dalla nostra testata ha sottolineato il grande lavoro di questo corpo civile, un’attività svolta sottotono a volte, infatti spiega «Molti non conoscono quello che facciamo. Il nome Vigili del fuoco, non rende appieno il nostro impegno che abbraccia in realtà diversi ambiti specialistici. Siamo qualificati, per esempio, in recupero di persone sotto macerie, lo abbiamo dimostrato pochi giorni fa in Albania. Siamo un corpo multidisciplinare. Questo significa un costante addestramento, studio ed approfondimento. Il nostro lavoro è molto tecnico ed abbiamo la capacità di adattarci a tutte le difficoltà».  Un’azione mai solitaria, ma congiunta, spesso, ai vari attori istituzionali e sociali presenti sul territorio. Il Prefetto Francesco Zito ha sottolineato infatti che «in questa giornata di festa, molto sentita e partecipata, si celebrano due corpi dei quali ci si ricorda solo in eventi tragici e luttuosi. Dovremmo ringraziarli sempre, per il lavoro che svolgono quotidianamente e in silenzio senza enfasi e a favore di tutti i cittadini». Il Comandante Rizzo ha segnalato che la tempestività della risposta operativa della provincia di Vibo Valentia sarà inoltre potenziata con l’istituzione del distaccamento permanente di Ricadi. Un presidio operativo che consentirà, presumibilmente a partire da questa primavera, di ridurre drasticamente i tempi di intervento in un’area a vocazione quasi prettamente turistica.  La mattinata è proseguita con un saggio dimostrativo dell’attività dei Vigili del fuoco al termine del quale è stata dispiegata dal personale con abilitazione Speleo-alpino-fluviale, una cortina con l’effige di Santa Barbara. I giovani bambini e ragazzi rappresentanti le scuole della città si sono, invece, cimentati in diverse attività ludiche curate dall’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco. " ["post_title"]=> string(75) "Vibo Valentia- Vigili del fuoco e Marina Militare festeggiano Santa Barbara" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(74) "vibo-valentia-vigili-del-fuoco-e-marina-militare-festeggiano-santa-barbara" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-04 16:56:14" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-04 15:56:14" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=48796" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }