Una gara avara di emozioni, quella del ‘Luigi Razza’ tra Vibonese e Teramo valida per la 18ª giornata di serie C.
Per la prima volta in campionato, i calabresi terminano l’incontro sullo 0-0 rivelando stranamente una scarsa vena offensiva, complice un buon Teramo sceso in campo volitivo ed organizzato. La squadra di mr. Modica – miglior attacco casalingo fino alla scorsa giornata di campionato – non punge e le occasioni si contano sulle dita di una mano. Dopo i primi minuti di gioco di studio da parte di entrambe le squadre, al 23’ una veloce ripartenza dei rossoblù porta il sanmarinese Berardi a concludere a giro ‘alla Del Piero’, con Tomei attento che si rifugia in angolo. La reazione del Teramo non tarda ad arrivare, ma è tutta in un cross di Martignago che percorre indisturbato l’area di rigore e su cui la corrente Arrigoni conclude di poco a lato. In apertura di ripresa, Ciotti ed Emmausso provano a suonare la carica subentrando ad Allegretti ed Altobello. Al 49’ un tentativo al volo dell’argentino Bubas viene ribattuto col braccio da Iotti appena fuori dall’area degli abruzzesi, ma l’arbitro lascia correre. Il Teramo si fa avanti col suo miglior uomo in campo, il numero 10 Martignago. che si fa apprezzare per un tunnel ai danni di Tito, ma il suo cross viene intercettato in extremis dalla difesa della squadra di casa. Dopodiché, al 63’, arriva l’occasione che può cambiare la storia del match: una punizione calciata senza velleità da Emmausso viene completamente ciccata da Tomei, sulla respinta si fionda Berardi, ma l’estremo difensore dei biancorossi salva con un colpo di reni. Modica inserisce Pugliese e Taurino per Prezioso ed un apatico Bubas. Gli aprutini rispondono con Mungo, il numero 11 dei ‘diavoli’, lanciato a rete a tu per tu con Mengoni viene ipnotizzato da quest’ultimo al momento della conclusione. Ancora non ineccepibile la difesa degli ipponici nella successiva azione, con Florio che dall’area piccola spara alto su un traversone proveniente dalla sinistra. Il finale di gara è tutto di marca rossoblù. Entra anche Prezzabile e la Vibonese prova a farsi avanti e a portare a casa i 3 punti tramite soluzioni da calcio piazzato. Prima Tumbarello, su un pallone vagante si avventa trovando la risposta pronta di Tomei; poi, sempre l’estremo difensore abruzzese è bravo e più lesto di tutti a fare sua la sfera proveniente da calcio d’angolo all’89’ minuto di gioco.
Nella dinamica dell’incontro ha sicuramente inciso una direzione di gara molto spezzettata che ha penalizzato soprattutto il gioco offensivo e votato all’attacco dei rossoblù, finendo per incidere nel limitare le ripartenze e le occasioni da rete. Adesso per la squadra di Vibo Valentia c’è il derby con il Catanzaro ed il possibile aggancio al Catania – impegnata anch’essa nel recupero del match contro la Paganese – al sesto posto. I rossoblù scivolano al 9˚ posto in graduatoria a pari punti proprio con il Teramo, a dimostrazione di una perfetta parità anche in classifica. Il recupero del match con il Catanzaro potrà dare atto di una squadra cresciuta come valori nell’organico, che se la può giocare a viso aperto con tutte le squadre, oltre a valere l’eventuale sorpasso in classifica ai giallorossi.

Tabellino di Vibonese-Teramo 0-0
Stadio “Luigi Razza” – Vibo Valentia
Marcatori: –

Vibonese (4-3-3): 1 Mengoni, 21 Altobello (46′ Ciotti), 4 Malberti, 24 Redolfi, 3 Tito; 30 Prezioso (72′ Pugliese), 25 Petermann (84′ Prezzabile), 15 Tumbarello; 16 Berardi, 10 Allegretti (46′ Emmausso), 19 Bubas (72′ Taurino). All. Modica.

Teramo (4-3-2-1): 1 Tomei, 29 Cancellotti, 18 Iotti, 26 Piacentini, 3 Tentardini; 21 Santoro (60′ Mungo), 8 Arrigoni, 20 Ilari; 7 Costa Ferreira, 19 Bombagi; 10 Martignago (72′ Florio). All. Tedino.

Arbitro Frascaro di Firenze
Note: Ammoniti Martignago (T), Ilari (T), Santoro (T), Tumbarello (V), Cancellotti (T). Angoli 6-5. Recupero: 1′pt, 3′st.
Spettatori 1452 (paganti 950, abbonati 502, incasso 4100 euro).

Condividi

Leave A Reply

object(WP_Post)#5134 (24) { ["ID"]=> int(49165) ["post_author"]=> string(1) "9" ["post_date"]=> string(19) "2019-12-09 08:55:23" ["post_date_gmt"]=> string(19) "2019-12-09 07:55:23" ["post_content"]=> string(4085) "Una gara avara di emozioni, quella del ‘Luigi Razza’ tra Vibonese e Teramo valida per la 18ª giornata di serie C. Per la prima volta in campionato, i calabresi terminano l’incontro sullo 0-0 rivelando stranamente una scarsa vena offensiva, complice un buon Teramo sceso in campo volitivo ed organizzato. La squadra di mr. Modica - miglior attacco casalingo fino alla scorsa giornata di campionato - non punge e le occasioni si contano sulle dita di una mano. Dopo i primi minuti di gioco di studio da parte di entrambe le squadre, al 23’ una veloce ripartenza dei rossoblù porta il sanmarinese Berardi a concludere a giro ‘alla Del Piero’, con Tomei attento che si rifugia in angolo. La reazione del Teramo non tarda ad arrivare, ma è tutta in un cross di Martignago che percorre indisturbato l’area di rigore e su cui la corrente Arrigoni conclude di poco a lato. In apertura di ripresa, Ciotti ed Emmausso provano a suonare la carica subentrando ad Allegretti ed Altobello. Al 49’ un tentativo al volo dell’argentino Bubas viene ribattuto col braccio da Iotti appena fuori dall’area degli abruzzesi, ma l’arbitro lascia correre. Il Teramo si fa avanti col suo miglior uomo in campo, il numero 10 Martignago. che si fa apprezzare per un tunnel ai danni di Tito, ma il suo cross viene intercettato in extremis dalla difesa della squadra di casa. Dopodiché, al 63’, arriva l’occasione che può cambiare la storia del match: una punizione calciata senza velleità da Emmausso viene completamente ciccata da Tomei, sulla respinta si fionda Berardi, ma l’estremo difensore dei biancorossi salva con un colpo di reni. Modica inserisce Pugliese e Taurino per Prezioso ed un apatico Bubas. Gli aprutini rispondono con Mungo, il numero 11 dei ‘diavoli’, lanciato a rete a tu per tu con Mengoni viene ipnotizzato da quest’ultimo al momento della conclusione. Ancora non ineccepibile la difesa degli ipponici nella successiva azione, con Florio che dall’area piccola spara alto su un traversone proveniente dalla sinistra. Il finale di gara è tutto di marca rossoblù. Entra anche Prezzabile e la Vibonese prova a farsi avanti e a portare a casa i 3 punti tramite soluzioni da calcio piazzato. Prima Tumbarello, su un pallone vagante si avventa trovando la risposta pronta di Tomei; poi, sempre l’estremo difensore abruzzese è bravo e più lesto di tutti a fare sua la sfera proveniente da calcio d’angolo all’89’ minuto di gioco. Nella dinamica dell’incontro ha sicuramente inciso una direzione di gara molto spezzettata che ha penalizzato soprattutto il gioco offensivo e votato all’attacco dei rossoblù, finendo per incidere nel limitare le ripartenze e le occasioni da rete. Adesso per la squadra di Vibo Valentia c’è il derby con il Catanzaro ed il possibile aggancio al Catania – impegnata anch’essa nel recupero del match contro la Paganese - al sesto posto. I rossoblù scivolano al 9˚ posto in graduatoria a pari punti proprio con il Teramo, a dimostrazione di una perfetta parità anche in classifica. Il recupero del match con il Catanzaro potrà dare atto di una squadra cresciuta come valori nell’organico, che se la può giocare a viso aperto con tutte le squadre, oltre a valere l’eventuale sorpasso in classifica ai giallorossi. Tabellino di Vibonese-Teramo 0-0 Stadio “Luigi Razza” – Vibo Valentia Marcatori: - Vibonese (4-3-3): 1 Mengoni, 21 Altobello (46′ Ciotti), 4 Malberti, 24 Redolfi, 3 Tito; 30 Prezioso (72′ Pugliese), 25 Petermann (84′ Prezzabile), 15 Tumbarello; 16 Berardi, 10 Allegretti (46′ Emmausso), 19 Bubas (72′ Taurino). All. Modica. Teramo (4-3-2-1): 1 Tomei, 29 Cancellotti, 18 Iotti, 26 Piacentini, 3 Tentardini; 21 Santoro (60′ Mungo), 8 Arrigoni, 20 Ilari; 7 Costa Ferreira, 19 Bombagi; 10 Martignago (72′ Florio). All. Tedino. Arbitro Frascaro di Firenze Note: Ammoniti Martignago (T), Ilari (T), Santoro (T), Tumbarello (V), Cancellotti (T). Angoli 6-5. Recupero: 1′pt, 3′st. Spettatori 1452 (paganti 950, abbonati 502, incasso 4100 euro). " ["post_title"]=> string(69) "Vibonese e Teramo non si fanno male. Sorpasso al Catanzaro rimandato?" ["post_excerpt"]=> string(0) "" ["post_status"]=> string(7) "publish" ["comment_status"]=> string(4) "open" ["ping_status"]=> string(4) "open" ["post_password"]=> string(0) "" ["post_name"]=> string(67) "vibonese-e-teramo-non-si-fanno-male-sorpasso-al-catanzaro-rimandato" ["to_ping"]=> string(0) "" ["pinged"]=> string(0) "" ["post_modified"]=> string(19) "2019-12-09 07:34:03" ["post_modified_gmt"]=> string(19) "2019-12-09 06:34:03" ["post_content_filtered"]=> string(0) "" ["post_parent"]=> int(0) ["guid"]=> string(37) "https://www.noidicalabria.it/?p=49165" ["menu_order"]=> int(0) ["post_type"]=> string(4) "post" ["post_mime_type"]=> string(0) "" ["comment_count"]=> string(1) "0" ["filter"]=> string(3) "raw" }